L’agricoltura biologica batte quella ‘tradizionale’

I terreni gestiti biologicamente presentano una capacità maggiore di trattenere acqua con conseguente miglior rendimento in condizioni climatiche di scarsità di precipitazioni. È quanto emerge dalla ricerca ‘Environmental Impact of different agricultural management practices: conventional versus organic agriculture’, pubblicata sulla rivista ‘Critical reviews in plant sciences’. Lo studio è stato condotto dai ricercatori guidati dal prof. Maurizio Paoletti del Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova in collaborazione con l’Università di Cornell, USA.

“Abbiamo effettuato una rassegna comparativa – ha spiegato il prof. Paoletti – delle prestazioni ambientali dell’agricoltura biologica versus quella convenzionale, non tralasciando alcune importanti questioni socio-economiche legate alle scelte di campo. Abbiamo visto – rileva – come la gestione organica delle pratiche agricole riduca notevolmente la perdita di terreno, aumentando invece il contenuto di sostanza organica e migliorando nettamente le caratteristiche ecologiche”.

Dalla ricerca è emerso che i sistemi di agricoltura biologica presentano una maggiore biodiversità sia vegetale che faunistica rispetto ai sistemi convenzionali. I ricercatori hanno inoltre riscontrato che l’agricoltura biologica ha una maggiore efficienza energetica anche se, in media, esibisce rendimenti inferiori e quindi una ridotta produttività rispetto a quella convenzionale, fornendo comunque altri importanti vantaggi ambientali quali il bando dell’uso di prodotti chimici nocivi per l’ambiente ed i consumatori.

La ricerca mostra come l’agricoltura biologica sia un sistema che migliora la fertilità del terreno massimizzando l’uso delle risorse locali, evitando l’impiego di prodotti chimici di sintesi ed in genere migliora la biodiversità e diminuisce l’impatto ambientale.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su