Omeopatia

Cos'è Zincum Metallicum?


CATEGORIE: Omeopatia

Cos'è Zincum Metallicum? - Rimedi Omeopatici
Zincum Metallicum

DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
- Nome Latino: Zincum Metallicum
- Composizione chimica: è un metallo pesante e condivide alcune proprietà con gli altri metalli pesanti.

DESCRIZIONE: è un metallo grigio, lamellare e duttile.

DISTRIBUZIONE: è piuttosto diffuso in natura ed è presente nei suoi minerali in forma combinata con lo zolfo e con il silicio.

PREPARAZIONE: La preparazione omeopatica di Zincum utilizza la polvere di zinco e si ottiene per triturazione.

AZIONE GENERALE SPERIMENTALE E TERAPEUTICA
- Stato generale: aumento della forza muscolare, astenia, dimagrimento, scarsa capacità reattiva.
- Sistema nervoso: iperestesia cutanea, aumento dei riflessi, spasmi clonici, tremori; ipoestesia cutanea, disturbi della coordinazione muscolare, movimenti involontari delle gambe e dei piedi, ipotonia muscolare.
- Cute: eczemi, desquamazioni, ragadi, ulcere.
- Mucose: manifestazioni infiammatorie; interessano in particolare quelle dell’apparato genitale, respiratorio e digerente.

INDICAZIONI GENERALI
E’ indicato: nei casi acuti e cronici; nei bambini; negli anziani; nelle donne; nelle malattie esantematiche caratterizzate da manifestazioni neurologiche e mancata comparsa dell’esantema; nelle tossicosi secondarie ad abuso di tranquillanti, analgesici o alcolici; nelle affezioni neurologiche o psichiatriche caratterizzate da disturbi della psicomotricità; nei soggetti ipersensibili ai rimedi omeopatici, irrequieti, irritabili e labili di umore.

QUADRO CLINICO
Si può osservare: in corso di malattie esantematiche quando l’esantema non compare o scompare precocemente; dopo vaccinazione antimorbillosa; nelle malattie eruttive quando l’eruzione cutanea non compare o scompare lasciando una zona di anestesia o di iperestesia; in caso di disturbi nervosi correlati a ritardo del menarca o amenorrea; nelle malattie neurologiche o psichiatriche come epilessia, corea, Parkinson, tabe, idrocefalo, meningite con abolizione dei riflessi, psiconevrosi isterica, stati maniacali, depressivi o deliranti con o senza base organica dimostrabile.
E’ caratterizzato da: disturbi della sensibilità, nevralgie, tremori, spasmi, convulsioni, indebolimento o abolizione dei riflessi, atassia, irrequietezza degli arti inferiori, paralisi, alterazioni dello stato di coscienza, fenomeni allucinatori e deliranti.




CARATTERISTICHE CLINICHE ESSENZIALI
- Scarsa capacità reattiva e insorgenza di disturbi neurologici in corso di malattie esantematiche.
- Irrequietezza e movimenti continui degli arti inferiori e dei piedi in particolare.
- Tremori e incoordinazione dei movimenti.
- Spasmi muscolari.
- Ipersensibilità sensoriale, psicologica e ai rimedi omeopatici.
- Aggravamento generale dopo assunzione di vino e stimolanti.
- Miglioramento generale con la comparsa del mestruo, di un’eruzione cutanea o di una scarica eliminatoria.

PRINCIPALI INDICAZIONI CLINICHE
1 - Soggetti cachettici, emaciati, crollati davanti agli stress della vita, privi di vitalità, con turbe circolatorie; esaurimento nervoso da surmenage intellettuale e fisico.
2 - Stato mentale soporoso; il bambino ripete tutto quello che gli viene detto.
3 - Ipersensibilità agli stimoli esterni.
4 - Tremore generale ass. a malattie croniche; debolezza e tremore spec. degli arti inferiori: le gambe e i piedi sono estremamente agitati (le mani: Kali-br.); stati varicosi (Puls.).
5 - Disturbi cerebrali incipienti, specialmente dopo eruzioni soppresse; improvvisi sintomi preoccupanti seguono la scomparsa delle eruzioni cutanee.
6 - Difficile comparsa di secrezioni ed eruzioni a causa della debolezza del paziente, ma se compaiono recano sempre un miglioramento; il flusso mestruale migliora tutti i sintomi (p. e. la nevralgia dell’ovaio sinistro).
7 - Convulsioni con pallore, senza febbre (l’opposto di Bell.), con movimenti muscolari automatici, contrazioni involontarie e sussulti, specialmente di notte durante il sonno; il bambino gira la testa di qua e di là.
8 - Patologie spinali, con senso di bruciore lungo tutta la spina dorsale e anche mal di schiena con dolore sordo, nettamente peggiore sedendosi.
9 - Fame vorace, specialmente alle 11 di mattina, con senso di vuoto allo stomaco (Sulph.) e grande ingordigia nel mangiare.
10 - Modalità:
a) peggioramento dal freddo, di sera; dallo sforzo fisico e mentale; dal vino e da altri stimolanti forti (e il paziente lo sa); dal latte; dallo zucchero;
b) miglioramento dalla canfora.

TESSUTI PIU' COMUNI
- Tessuti e/o le regioni del corpo verso cui il rimedio in questione ha una particolare affinità:
 CERVELLO e NERVI [occipite; colonna vertebrale; regione orbitale]. Radice del naso. Sangue. Canto interno.
- Lateralità del rimedio: Lato sinistro. Lato destro.

EZIOLOGIA
Mancata comparsa o rapida scomparsa di esantemi; soppressione di eruzioni cutanee, della sudorazione o della galattopoiesi; congelamento; interventi chirugici; intossicazioni; abuso di ferro, di mercurio, di tranquillanti o di analgesici; masturbazione ed eccessi sessuali; affaticamento eccessivo; veglie notturne; emozioni.

SINTOMI MENTALI PIU' COMUNI
Gli aspetti più caratteristici della sua personalità sono: una compromissione della volontà, l’irrequietezza, l’ipersensibilità, la labilità emotiva, l’irritabilità e i deficit prestazionali. La scarsa capacità decisionale, l’irrequietezza e l’instabilità comportamentale, rivelano disturbi della motricità o della psicomotricità e quindi, una compromissione della volontà, della capacità di esprimersi e di «incontrare gli altri».
L’ipersensibilità lo rende estremamente reattivo, comporta un’abnorme risonanza affettiva, anche a stimoli e situazioni di scarsa entità, fluttuazioni del tono dell’umore e un’estrema vulnerabilità agli stress psicofisici. Le intense sollecitazioni emotive, l’assunzione di alcool o di sostanze tossiche, la mancata comparsa o la soppressione di esantemi o manifestazioni cutanee, i processi infettivi o alcune patologie organiche, possono accentuare i disturbi della psicomotricità e comportare turbe intellettive, alterazioni dello stato di coscienza, sonnambulismo o fenomeni allucinatori.

MODALITA'
• Peggioramento

AFFATICAMENTO: mentale o fisico. Rumore. Contatto. Vino. Dopo essersi accaldato. Eruzioni, mestruazioni, secrezioni soppresse. Alimenti dolci. Latte. Dopo aver mangiato.
• Miglioramento
Movimento. Pressione forte. Aria aperta e calda. SECREZIONI LIBERE: mestruo, ecc. Sfregamento, grattandosi. Mangiando.


BIBLIOGRAFIA:
- "Studio di Materia Medica Omeopatica" di Lucia Gasparini
- "Decacordi e Pentacordi" di Gladstone Clarke
- "Materia Medica e Repertorio essenziale dei medicamenti omeopatici" di Shankar Phatak
- "Materia Medica Omeopatica Sinottica - 1° vol." di Frans Vermeulen



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di L'Omeopata di Informasalus.it

Cos'è Antimonium Crudum? 11 APR 2014 OMEOPATIA
Cos'è Graphites? 24 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Digitalis Purpurea? 18 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Nux Moschata? 14 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Causticum? 12 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Cicuta virosa? 2 DIC 2013 OMEOPATIA
Cos'è Ignatia Amara? 28 AGO 2013 OMEOPATIA
Cos'è Medorrhinum? 8 MAR 2013 OMEOPATIA
Cos'è Chamomilla Matricaria? 22 FEB 2013 OMEOPATIA
Cos'è Calendula Officinalis? 11 FEB 2013 OMEOPATIA
Cos'è Staphysagria? 14 DIC 2012 OMEOPATIA
Cos'è Calcarea Phosphorica? 7 DIC 2012 OMEOPATIA
Cos'è Sepia Officinalis? 26 NOV 2012 OMEOPATIA
Cos'è Tuberculinum? 12 OTT 2012 OMEOPATIA
Cos'è Magnesia Phosphorica? 8 GIU 2012 OMEOPATIA
Cos'è Iodum? 2 GIU 2012 OMEOPATIA
Cos'è Stramonium? 27 APR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Alumina? 10 APR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Aurum Metallicum? 21 MAR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Carbo Vegetabilis? 8 MAR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Psorinum? 20 FEB 2012 OMEOPATIA
Cos'è Silicea? 11 FEB 2012 OMEOPATIA
Cos'è Kali Carbonicum? 21 GEN 2012 OMEOPATIA
Cos'è Cuprum Metallicum? 15 GEN 2012 OMEOPATIA
Cos'è Apis Mellifica? 30 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Baryta Carbonica? 26 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Natrum Carbonicum? 21 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Dulcamara? 15 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Phosphoricum Acidum? 27 NOV 2011 OMEOPATIA
Cos'è Veratrum Album? 22 NOV 2011 OMEOPATIA

Tutti gli articoli di L'Omeopata di Informasalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione