Vaccinazioni

La verità sui vaccini - parte 3

Fonte: The truth about vaccines


CATEGORIE: Vaccinazioni

Vaccinazioni
"Ogni intervento medico ha un rapporto rischio-beneficio che si valuta ma quando si parla di vaccini non vogliono che questo rapporto venga valutato. Non vogliono che le persone pensino razionalmente, scientificamente"

Prima di iniziare a leggere, trovi la seconda parte qui

Reazioni avverse: il VAERS, la coincidenza.

Abbiamo lavorato per avere disposizioni sulla sicurezza all'interno di questa legge sui danni da vaccino e ogni medico è tenuto ad annotare in modo permanente il lotto del vaccino usato ed è tenuto ad annotare in modo permanente qualunque reazione avversa, qualunque effetto, qualunque ospedalizzazione del bambino e riportarlo al VAERS (Vaccine Adverse Events Reporting System, sistema di vigilanza sugli effetti collaterali da vaccino)
(Barbara Loe Fisher)

Il VAERS è previsto all'interno di questa legge ed è gestito dalla FDA e dai CDC

Vi dico perché il sistema di vigilanza VAERS non funziona. Sono un pediatra. Se chiedete a un pediatra quante reazioni avverse ha visto risponderà poche, forse qualche rossore o qualche febbre. Forse non sappiamo "cosa" dobbiamo cercare. I bambini possono avere convulsioni dopo il vaccino, diremo che è normale, perché ci è stato insegnato che le "convulsioni febbrili" sono normali (lo sono? verifichiamo confrontando vaccinati e non vaccinati); SIDS, mi è stato insegnato che è normale, non si sa cosa causi la morte in culla, ma è normale (verifichiamo anche qui fra vaccinati e non vaccinati per vedere se hanno gli stessi casi di Sids); danni neurologici, autismo, che è solo la punta dell'iceberg, dove mettiamo la ADD, la ADHD, ansia, depressione che stiamo vedendo; senza parlare di tutte le malattie auto-immuni che vediamo crescere dal diabete di tipo 1, allergie ed eczemi, sempre più persone costrette andare in giro con l'adrenalina in tasca per l'allergia alle arachidi. Sarebbe lo stesso nel gruppo dei non vaccinati? Lo stesso numero di malattie croniche che vediamo nei bambini vaccinati? Questo è lo studio che si dovrebbe fare.
(Dr. Thomas)

Credo ci sia una collusione fra industria e governo per promuovere i vaccini. Il conflitto di interesse è tale per cui lo stesso Congresso ammette che il governo da un lato si fa promotore dei vaccini, dall'altro non rende noti i rischi connessi né l'esistenza del programma di risarcimento. Tutti, soprattutto i medici, dovrebbero sapere della sua esistenza, i medici dovrebbero saper riconoscere i danni da vaccino, rispettarli e riportarli al Vaccine Injury Compensation Act in modo che si possa monitorare la situazione. Ma questo non sta accadendo.
(R'Bert Krak'w, avvocato specializzato in danni da vaccino)

I VAERS dicono che un evento avverso è 1 su 1000. Io dico 1 su 10. Sono un pediatra, ho lavorato a lungo in un team in un pronto soccorso pediatrico e nessuno di noi sapeva che esistessero i danni da vaccino da riportare, vedevamo moltissimi casi subito dopo la vaccinazione ma nessuno ci diceva che dovevamo riportarli al VAERS. Né durante l'università, né durante il tirocinio, né durante la pratica medica in urgenza.
(Dr. Tony Bark)

Ai medici non viene insegnato come riconoscere una reazione avversa da vaccino. Infatti, quando un genitore chiama il pediatra e dice "dottore mio figlio è stato vaccinato e non riesco a svegliarlo, si sveglia solo per succhiare il latte, dorme da due giorni, etc" gli viene risposto che è "normale" e se il genitore chiede se possa avere a che fare con la vaccinazione, visto che il bambino non ha mai fatto così prima, la risposta è "No, è solo una coincidenza"
Ebbene quel bambino ha subito un danno cerebrale! Un neonato che dorme da due giorni, che si sveglia solo per mangiare, ha subito un danno cerebrale, una infiammazione cerebrale, è un evento neurologico. Non è normale. Deriva dalla iniezione di materiale che penetra nel cervello.
(Dr. Palevsky)

Il 1989 fu l'anno in cui cominciò questa epidemia di malattie nei bambini. Autismo, ASD, ADD, ADHD, ritardi nel linguaggio, tic, qualcosa chiamato "disturbo dell'infelicità" che non avevo mai sentito prima, sindrome di Tourette ed epidemie di altri danni neurologici come Sids, narcolessia, convulsioni che cominciarono a comparire e anche asma e allergie. Tutto questo cominciò nel 1989. Ora possediamo sufficiente letteratura su queste malattie che afferma che sono causate dai sali di mercurio (thimerosal) e da adiuvanti a base di alluminio o squalene.
(Robert F. Kennedy)

Qualcosa sta succedendo ai cervelli dei nostri bambini qualcosa che interferisce con la normale sequenza di sviluppo neurologico. Alla nascita i bambini non hanno sviluppo neurologico, hanno più cellule nervose di quelle che servono, è attraverso l'esperienza della vita che vengono tracciati i percorsi per creare la corretta sequenza: dallo sviluppo muscolare, allo sviluppo del linguaggio, sviluppo cognitivo e sviluppo emotivo. Qualcosa sta interferendo e nessuno si chiede perché così tanti bambini hanno interferenze con la normale sequenza di sviluppo? Perché a gennaio 2016 1 bambino su 20 sotto i 5 anni ha problemi di convulsioni?
(Palevsky)

Il mio viaggio nei vaccini è stato molto personale, una spirale a partire da un'asma bronchiale e da altri problemi di salute sui quali ho voluto indagare. Dopo aver studiato per oltre 10 anni la letteratura ho appurato che c'erano oltre 200 effetti collaterali da vaccino documentati.
(Sayer JI)

Quando parlavo ai miei colleghi moltissimi non sapevano neppure che esistesse un ente per risarcire i danni da vaccino, questo significa ovviamente che possono fare male. Quante persone continueranno ad essere danneggiate prima che ci sia una vera indagine una ricerca?
(Dr Rachael Ross)

La dottoressa Rachael Ross ci sta dicendo che la maggior parte dei medici che conosce non sa dell'esistenza dl VAERS. Il nome stesso implica che i vaccini non sono totalmente sicuri.

Un piccolo cavillo consentiva di citare il produttore per danno vaccinale se si fosse riuscito a dimostrare che il produttore avrebbe potuto creare un vaccino più sicuro. Nel 2011 il caso Bruesewitz contro Wyeth fu portato alla Corte Suprema, un caso di danno da DTP e le industrie farmaceutiche riuscirono a convincere la Corte e il governo che non poteva esserci responsabilità per i vaccini che sono dichiarati sicuri ed efficaci dalla FDA: fatta eccezione per due membri, la Corte dichiarò: I vaccini sono inevitabilmente insicuri e non ci dovranno esser più azioni legali contro nessuna industria di vaccini.
Quindi se il tuo bambino è danneggiato o muore a causa di un vaccino oggi non puoi più chiederne conto a nessuno in un tribunale civile: né chi lo produce, né chi lo regolamenta, né chi fa politiche per promuoverlo, né chi lo rende obbligatorio, né chi lo somministra. L'unico che resta solo con tutta la responsabilità e le conseguenze è il genitore.
(Barbara Loe Fisher)

Mio figlio ha avuto un danno cerebrale permanente ed è una grande lotta interna. Vedere tuo figlio che combatte per fare cose elementari per gli altri bambini come imparare a parlare, a dire i colori, comprendere cose più complesse... Certo hai una colpa, che è di aver accettato innocentemente ciò che ti è stato detto sarebbe stata la cosa migliore per tuo figlio, capisci però che non puoi buttarti giù per sempre.
(Edda West, fondatrice di Vaccine Choice Canada)

Durante i miei viaggi ho intervistato molti genitori fra cui molti avvocati che mi hanno testimoniato personalmente che la sentenza della Corte Suprema del 2011 che affermava che i vaccini sono "inevitabilmente insicuri" non era uno scherzo e che quello che è successo al loro bambino ne era la prova. Sentite il senatore Bill Posey, membro del Congresso per la Florida, quando afferma che ogni membro del congresso dovrebbe co-finanziare studi che accertino la sicurezza dei vaccini che vengono dati ai nostri bambini.

Molti dei miei colleghi sono medici e chiedevo loro: di cosa avete paura? No, sei impazzito - rispondevano - ci sono decine e decine di studi che lo provano già. Quando chiedo: quanti ne avete letti? Quello che conoscete davvero è solo un informatore farmaceutico con gli occhi azzurri che vi regala i biglietti del Super Bowl mentre vi racconta delle "decine e decine di studi" che affermano questo ma non è vero.
(Senatore Bill Posey)

Quando mi sono resa conto che Ryan era stato gravemente danneggiato mi sono detta io devo parlare non posso permettere che questo accada ad altri bambini ed io ero solo una dei tanti e ho cominciato scrivendo una lettera di 5 pagine alla nostra ex pediatra, quella che lo aveva vaccinato, chiedendole anche perché era irraggiungibile quando mio figlio è quasi morto a causa del vaccino. E quando sono riuscita a parlarle al telefono per chiederle cosa la rendesse così sicura che i vaccini non possano fare del male la sua riposta è stata: Perché l'informatore farmaceutico mi dice che sono sicuri.

Le stesse persone che traggono profitti dai vaccini ne dichiarano la sicurezza. Sono gli unici cui è consentito condurre i propri studi da fornire alla FDA dicendo: "ecco un altro vaccino sicuro vogliamo che voi lo approviate".

Quando aveva due anni, una domenica mattina che non scorderò mai, mi sono alzata e una scritta al neon mi è accesa in testa: AUTISMO. Credo fosse una sorta di intervento divino. Avevo appena avuto il mio terzo figli , tre settimane e mezzo prima, e mi sono resa conto che c'era qualcosa di sbagliato nel mio bambino di due anni che infatti fu poi diagnosticato come autistico. Che è solo il termine con cui le società farmaceutiche cercano di distogliere da sè le loro colpe. In realtà ha una encefalopatia, un danno cerebrale catastrofico da vaccino e anche danni immunitari. E' stato sottopoto a test e produce anticorpi contro la propria base proteica mielinica che riveste ogni nervo del corpo: il suo corpo attacca la guaina mielinica di ogni cellula nervosa, il sistema nervoso ovviamente non funziona, ha tossicità ai metalli. Mio figlio è stato gravemente danneggiato dalle 'vaccinazioni di routine', mi rifiuto di chiamarle "immunizzazione" perché non è vero.

Ora ha 22 anni, un bambino in un corpo da adulto, ha il livello cognitivo di un bambino di 5 anni, deve essere accudito 24 ore al giorno sette giorni su sette e cosi sta diventando una pratica diffusa nel nostro paese assumere una babysitter per un uomo di 22 anni ad esempio per stare con lui mentre parlo con te in questa intervista. Non può lavorare, non potrà mai uscire con una ragazza, non potrà sposarsi né avere figli, è stato derubato della vita che avrebbe avuto se non lo avessimo vaccinato, Come madre è molto doloroso...se potessi solo tornare indietro non vaccinerei nessuno dei miei figli.
(Laura Hayes, madre di un bambino danneggiato, speaker e attivista)

Quando ho iniziato a lottare per mio figlio danneggiato da vaccino nel 2002 molti genitori si rivolgevano a me chiedendomi aiuto e nessuno sapeva dell'esistenza del Vaccine Injury Compensationa Act. Questo ha cambiato il focus della mia pratica di avvocato. Il sistema è tale per cui diventa impossibile ottenere la verità. E' un problema culturale, sociale.
(Avvocato Robert Krakow)

Prove circostanziali, correlazione e causalità
Noi eravamo inizialmente a favore dei vaccini e non contro. Come pubblico ministero io parlo di prove circostanziali e cerco i moventi. Quello che abbiano fatto e che ha iniziato una tempesta nella nostra comunità è stato condividere la nostra testimonianza e dire le nostre opinioni. La testimonianza è il viaggio con il nostro bambino, simile a quello di moltissime altre famiglie. Come loro abbiamo le foto e i video che dimostrano uno sviluppo normale che poi si è interrotto, qualcosa è successo: non è caduto, non ha avuto un incidente stradale, non è stato esposto a sostanze chimiche tranne i vaccini e quella era l'unica causa immediata.

Abbiamo quattro figli di cui i primi due vaccinati, anche Mya aveva avuto una reazione con una orticaria forte, gli altri due non sono vaccinati e lo sviluppo è stato totalmente diverso! Siamo finiti in uno studio non intenzionale fra vaccinati e non vaccinati: i primi due hanno seguito il piano vaccinale, gli altri due no. Per Mya addirittura avevano insinuato che fosse allergica al latte materno il che è una cosa stupida. Siamo andati avanti con i vaccini, non sapevamo nulla, non abbiamo neanche pensato che fossero i vaccini, nonostante fosse successo subito dopo il vaccino. Ha continuato ad avere gravi allergie anche ora che ha 8 anni. La cosa peggiore è quando cercano di convicerti che tuo figlio è nato così che sei stupido ma io ho una testa di avvocato: mi parlano di correlazione e non causalità?
(Nico a Davi Lahood dal Texas genitori di bambino danneggiato)

Ciò che tutti i genitori in questo hotel vogliono sentirsi dire è questo: non hai buttato per terra o scosso tuo figlio, questo non ha nulla a che vedere con il tuo essere genitore, è una forza esterna che è intervenuta. Non hai colpe.
E' importante ricordare, se sei genitore di un bambino danneggiato da vaccino, che non hai fatto nulla di male hai solo cercato di proteggere tuo figlio.

Il caso Hanna Poling
Le corti hanno sempre rifiutato che i vaccini potessero causare una costellazione di danni fra cui autismo.
Hanna Poling dopo aver ricevuto 5 vaccini in un giorno diventò autistica. Il padre di Hanna è un medico neurologo che si è formato ad Harvard e nel 2008 denunciò che i vaccini avevano causato autismo a sua figlia. La cosa interessante è che prima di allora Hanna era entrata a far parte di uno studio su bambini dallo sviluppo normale ed aveva fatto una avanzatissima tecnica di imaging messa a punto dall'università di Harvard. Perciò il padre di Hanna fu in grado di dimostrare con prove ineccepibili che la reazione al vaccino fosse la causa del suo autismo e la Corte dovette ammettere che il vaccino aveva causato un danno mitocondriale che aveva portato a danno cerebrale noto come autismo. Da dove veniva quindi il risarcimento enorme ottenuto dai Poling? Veniva dal Vaccine Injury Trust Fund (noto anche come NVICP) raccolto su ogni singolo vaccino dato ai bambini negli USA ogni giorno.

Ogni intervento medico ha un rapporto rischio-beneficio che si valuta ma quando si parla di vaccini non vogliono che questo rapporto venga valutato. Non vogliono che le persone pensino razionalmente, scientificamente.
(Mike Adams, fondatore di Naturalnews, autore e fondatore di un laboratorio indipendente)

Ogni volta che parlo di sicurezza dei vaccini mi viene detto "ma il vaiolo? ma la polio?". Il fatto che i vaccini siano intoccabili è derivato dal successo che pensiamo abbiano avuto con il vaiolo e la polio ma stiamo parlando di sicurezza non di benefici sono due cose totalmente diverse.
(Dr Andrew Wakefield)

Ero in un gruppo di pediatri e vidi il mio primo caso di bambino che avevo fra i miei pazienti che era normalissimo mentre a 2 anni cominciò a perdere contatto visivo, ad avere gravi sofferenze, ma leggevo che non c'era alcun legame. Ogni settimana ricevevo come tutti una copia di questa rivista Journal of Infectious Diseases finanziato da Big Pharma ma molto ben fatto molto attraente con copertina luccicante e arriva ogni settimana sulle scrivanie di ogni pediatra e quasi ogni settimana c'era un articolo che denigrava Wakefield e la sua presunta frode e che difendeva a spada tratta i vaccini, un po' come le armi di distruzione di massa, lo ripetono all'infinito e alla fine entra in testa. Ma l'anno dopo ebbi un secondo caso di un bambino che conoscevo bene che dopo il vaccino è regredito nello spettro. Ho circa 100-150 pazienti all'anno solo nel mio studio, quindi il rapporto è circa uno su 100. Quando facevo il tirocinio nel 1985 non ne ho visto neppure uno.

E quindi vero che l'autismo è davvero impennato non puoi sostenere che era già cosi non è possibile non accorgersi di un bambino che non ha contatto visivo e sfarfalla. Questo è una cosa nuova. Ebbi il mio quarto caso di bambino regredito nell'autismo a 2 anni. E' stata l'ultima goccia. Ho cominciato a studiare il mercurio presente e l'alluminio etc, una cosa criminale!
(Dr Thomas)



Hai un account google? clicca su:




Prodotto Consigliato
Vaccini: si o no?  Stefano Montanari Antonietta M. Gatti  Macro Edizioni

Vaccini: si o no?

In esclusiva per la prima volta le analisi e le foto di laboratorio con il microscopio elettronico delle sostanze presenti nei vaccini

Stefano Montanari, Antonietta M. Gatti

In esclusiva per la prima volta le analisi e le foto di laboratorio con il microscopio elettronico delle sostanze presenti nei vaccini Vaccini sì o vaccini no? Fare una scelta consapevole oggi è molto difficile. Ricevi quotidianamente innumerevoli informazioni dai giornali, nazionali e locali, dalle radio, dalla televisione e… Continua »
Pagine: 96, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Macro Edizioni
6,72 € 7,90 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Emanuela Lorenzi

Vaccini: Italia capofila della sperimentazione... e della resistenza 5 LUG 2017 VACCINAZIONI
Il Governo dichiara guerra ai bambini 10 GIU 2017 VACCINAZIONI
Vaccini: Vaxxed come Fahrenheit 451 17 MAG 2017 VACCINAZIONI
Le vaccinazioni forzate sono già realtà 3 MAG 2017 VACCINAZIONI
Omeoprofilassi, vaccinazioni e libertà di scelta 28 APR 2017 VACCINAZIONI
La verità sui vaccini - parte 4 26 APR 2017 VACCINAZIONI
La verità sui vaccini - parte 2 21 APR 2017 VACCINAZIONI
La verità sui vaccini - parte 1 14 APR 2017 VACCINAZIONI
Kennedy Jr. e De Niro: “dimostrateci che il mercurio è sicuro” 17 FEB 2017 VACCINAZIONI






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione