Vaccinazioni

Vaccini obbligatori in Francia: dov’è finita la “libertè”?


CATEGORIE: Vaccinazioni

vaccini bambini
In un paese in cui liberté è uno dei tre pilastri del motto nazionale, la politica della mano pesante potrebbe avere un effetto che nessuno si augura'

In un paese in cui "liberté" è uno dei tre pilastri del motto nazionale, la politica della mano pesante potrebbe avere un effetto che nessuno si augura: alimentare ulteriormente la resistenza ai vaccini salvavita.

E' quanto conclude un editoriale pubblicato qualche giorno fa sull’autorevole rivista Nature in merito al dibattito accesosi in Francia in seguito all’approvazione del provvedimento che estende da tre a undici il numero delle vaccinazioni obbligatorie per l'ammissione dei bambini nella comunità scolastica (asilo nido e scuola dell'obbligo).

Si tratta di una misura necessaria?
"I dati sulla copertura vaccinale della maggior parte delle malattie in Francia – si legge su Nature - mostrano che la situazione è ora migliore di quanto lo sia stata negli anni passati. I tassi di copertura per alcuni nuovi vaccini sono troppo bassi, ma sono comunque aumentati; i tassi di vaccinazione contro la meningite C, ad esempio, sono aumentati costantemente da quando è stato introdotto dieci anni fa, dal 48% dei bambini di 2 anni alla fine del 2011 al 71% nel 2016. Ma la copertura vaccinale in Francia per la maggior parte delle malattie è nel complesso alta".

Nell’editoriale si fa poi riferimento ai dati sul richiamo del vaccino contro il morbillo: solo otto bambini su dieci ricevono il richiamo MMR (per parotite, morbillo e rosolia) a 18 mesi di età, un tasso inferiore rispetto a molti altri paesi. “Ciò – si legge nell’editoriale - ha indubbiamente contribuito ad una leggera recrudescenza del morbillo nel paese, con alcune dozzine o poche centinaia di casi all'anno - e in particolare a un'epidemia di diverse migliaia di casi nel 2010 e 2011.

Ma la reazione del governo francese è semplicistica e rinnega la maggiore responsabilità dell'amministrazione di lavorare pazientemente di pari passo con gli operatori sanitari e il pubblico per migliorare la copertura vaccinale, che è già alta. Diversi studi dimostrano che semplici promemoria per i vaccini ed i richiami possono avere un grande impatto sulla conformità e la copertura. Lo stesso vale per i sistemi informativi nazionali di vaccinazione elettronica per monitorare le vaccinazioni delle persone, un settore in cui resta ancora molto da fare”.

Il dibattito in Francia
La legge sull’obbligatorietà dei vaccini sta dividendo gli scienziati della sanità pubblica nel paese. Molti medici generici francesi sostengono che si tratta di una misura autoritaria e potrebbe ritorcersi contro, non da ultimo alienando i genitori e aumentando la diffidenza verso i vaccini in un paese in cui vari scandali sanitari hanno diffuso sfiducia nei confronti delle autorità sanitarie.

"In modo fuorviante – si legge nell’editoriale -  le autorità sembrano pensare che la nuova legge sia una risposta pertinente alle storie spaventose sulla sicurezza dei vaccini per l'infanzia, in particolare quelle raccontate dai gruppi anti-vaccino. Contrastare tale disinformazione è importante, ma non costituisce da sola la base per una politica coerente in materia di vaccini”.

“Trattare l'esitazione della società nei riguardi della vaccinazione come una semplice battaglia tra gruppi anti-vaccino e persone ignoranti da una parte, e la ragione scientifica e la salute pubblica dall'altra - come ha fatto il governo francese – genera una polemica improduttiva e sterile ed una semplificazione che oscura questioni complesse, come le molteplici cause di ‘esitazione dei vaccini’ nelle popolazioni”, continua Nature.

 



Hai un account google? clicca su:


Prodotto Consigliato
Vaccini. Come orientarsi  Henry Joyeux   Nuova Ipsa Editore

Vaccini. Come orientarsi

Una guida illuminante per tutti

Henry Joyeux

Vaccini per tutti? no! Risponde il professor Joyeux. Le recenti polemiche riguardo all'obbligo di vaccinazione contro 10 malattie in Italia (e 11 in Francia), quella contro l'influenza, quella che riguarda i bambini e le bambine di 9 anni contro i papillomavirus (responsabili dei tumori del collo dell'utero e ORL), la scomparsa… Continua »
Pagine: 224, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Nuova Ipsa Editore
17,00 € 20,00 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Continua la corsa del biologico 21 FEB 2018 ALIMENTAZIONE
Chemioterapia: causa di morte per 1 malato di cancro su 3 21 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Autoironia: ecco il segreto della felicità! 21 FEB 2018 SALUTE
Infertilità maschile: l’inquinamento è la prima causa 21 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Troppa medicalizzazione nei parti. Oms: “si aiutino le donne a partorire naturalmente” 19 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini ai militari: le conclusioni della Commissione d’inchiesta sull’uranio 19 FEB 2018 VACCINAZIONI
Smog: emergenza sanitaria in Lazio 19 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Bambini non vaccinati: a Cuneo presentati 13 ricorsi 16 FEB 2018 VACCINAZIONI
Attività fisica: insufficiente per 8 ragazzi su 10 14 FEB 2018 SALUTE
Vaccini: a Bolzano niente multe dopo la scadenza 14 FEB 2018 VACCINAZIONI
Vaccini e conflitto di interessi: il Tribunale di Roma dà ragione al Codacons 12 FEB 2018 VACCINAZIONI
Antinfiammatori: il 15% di chi li assume supera le dosi massime 12 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Ictus e infarto: l’emicrania è un importante fattore di rischio 9 FEB 2018 SALUTE
Trasporti marittimi: le emissioni causano 400.000 morti premature 9 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Ibuprofene e paracetamolo: gli effetti psicologici degli antidolorifici 7 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Il potere antinfiammatorio della curcuma contro demenza e depressione 7 FEB 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Tumori: malattie croniche responsabili del 20% dei nuovi casi 5 FEB 2018 SALUTE
Una corsia preferenziale in ospedale per le donne vittime di violenza 2 FEB 2018 SALUTE
Quasi tre milioni di italiani soffrono di depressione 31 GEN 2018 SALUTE
Tribunale di Milano: se i figli sono immuni il genitore può opporsi alle vaccinazioni 31 GEN 2018 VACCINAZIONI
Roma: “restino a scuola i bambini non vaccinati” 31 GEN 2018 VACCINAZIONI
Dieselgate: “cavie umane per testare i gas di scarico” 29 GEN 2018 DENUNCIA SANITARIA
Le sigarette elettroniche aiutano a smettere di fumare? 26 GEN 2018 SALUTE
Gravidanza: i farmaci per la tiroide aumentano il rischio di malformazioni del bambino 26 GEN 2018 DENUNCIA SANITARIA
Salerno: vaccino scaduto ad un bimbo di 8 mesi 24 GEN 2018 VACCINAZIONI
Vaccini, Travaglio: “Che ho detto di scandaloso?” 22 GEN 2018 VACCINAZIONI
Etichette alimentari e allergeni: le nuove direttive Ue 19 GEN 2018 ALIMENTAZIONE
Disturbi del sonno? Un “trucco” per addormentarsi 17 GEN 2018 SALUTE
Bisfenolo A: Ue impone limiti più stringenti 15 GEN 2018 SALUTE
Sospeso bambino non vaccinato: il Tar lo riporta a scuola 15 GEN 2018 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione