Vaccinazioni

Vaccini obbligatori in Francia: dov’è finita la “libertè”?


CATEGORIE: Vaccinazioni

vaccini bambini
In un paese in cui liberté è uno dei tre pilastri del motto nazionale, la politica della mano pesante potrebbe avere un effetto che nessuno si augura'

In un paese in cui "liberté" è uno dei tre pilastri del motto nazionale, la politica della mano pesante potrebbe avere un effetto che nessuno si augura: alimentare ulteriormente la resistenza ai vaccini salvavita.

E' quanto conclude un editoriale pubblicato qualche giorno fa sull’autorevole rivista Nature in merito al dibattito accesosi in Francia in seguito all’approvazione del provvedimento che estende da tre a undici il numero delle vaccinazioni obbligatorie per l'ammissione dei bambini nella comunità scolastica (asilo nido e scuola dell'obbligo).

Si tratta di una misura necessaria?
"I dati sulla copertura vaccinale della maggior parte delle malattie in Francia – si legge su Nature - mostrano che la situazione è ora migliore di quanto lo sia stata negli anni passati. I tassi di copertura per alcuni nuovi vaccini sono troppo bassi, ma sono comunque aumentati; i tassi di vaccinazione contro la meningite C, ad esempio, sono aumentati costantemente da quando è stato introdotto dieci anni fa, dal 48% dei bambini di 2 anni alla fine del 2011 al 71% nel 2016. Ma la copertura vaccinale in Francia per la maggior parte delle malattie è nel complesso alta".

Nell’editoriale si fa poi riferimento ai dati sul richiamo del vaccino contro il morbillo: solo otto bambini su dieci ricevono il richiamo MMR (per parotite, morbillo e rosolia) a 18 mesi di età, un tasso inferiore rispetto a molti altri paesi. “Ciò – si legge nell’editoriale - ha indubbiamente contribuito ad una leggera recrudescenza del morbillo nel paese, con alcune dozzine o poche centinaia di casi all'anno - e in particolare a un'epidemia di diverse migliaia di casi nel 2010 e 2011.

Ma la reazione del governo francese è semplicistica e rinnega la maggiore responsabilità dell'amministrazione di lavorare pazientemente di pari passo con gli operatori sanitari e il pubblico per migliorare la copertura vaccinale, che è già alta. Diversi studi dimostrano che semplici promemoria per i vaccini ed i richiami possono avere un grande impatto sulla conformità e la copertura. Lo stesso vale per i sistemi informativi nazionali di vaccinazione elettronica per monitorare le vaccinazioni delle persone, un settore in cui resta ancora molto da fare”.

Il dibattito in Francia
La legge sull’obbligatorietà dei vaccini sta dividendo gli scienziati della sanità pubblica nel paese. Molti medici generici francesi sostengono che si tratta di una misura autoritaria e potrebbe ritorcersi contro, non da ultimo alienando i genitori e aumentando la diffidenza verso i vaccini in un paese in cui vari scandali sanitari hanno diffuso sfiducia nei confronti delle autorità sanitarie.

"In modo fuorviante – si legge nell’editoriale -  le autorità sembrano pensare che la nuova legge sia una risposta pertinente alle storie spaventose sulla sicurezza dei vaccini per l'infanzia, in particolare quelle raccontate dai gruppi anti-vaccino. Contrastare tale disinformazione è importante, ma non costituisce da sola la base per una politica coerente in materia di vaccini”.

“Trattare l'esitazione della società nei riguardi della vaccinazione come una semplice battaglia tra gruppi anti-vaccino e persone ignoranti da una parte, e la ragione scientifica e la salute pubblica dall'altra - come ha fatto il governo francese – genera una polemica improduttiva e sterile ed una semplificazione che oscura questioni complesse, come le molteplici cause di ‘esitazione dei vaccini’ nelle popolazioni”, continua Nature.

 



Hai un account google? clicca su:


Prodotti Consigliati
Le Vaccinazioni Pediatriche  Roberto Gava   Salus Infirmorum

Le Vaccinazioni Pediatriche

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.200 studi scientifici fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale

Roberto Gava

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.200 studi scientifici, fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale, sull'utilizzo personalizzato dei vaccini e sul loro rapporto rischio/beneficio alla luce delle attuali condizioni socio-sanitarie e ambientali   Le vaccinazioni pediatriche, da… Continua »
Pagine: 1056, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
33,92 € 39,90 € (-15%)
 
Vaccini. Come orientarsi  Henry Joyeux   Nuova Ipsa Editore

Vaccini. Come orientarsi

Una guida illuminante per tutti

Henry Joyeux

Vaccini per tutti? no! Risponde il professor Joyeux. Le recenti polemiche riguardo all'obbligo di vaccinazione contro 10 malattie in Italia (e 11 in Francia), quella contro l'influenza, quella che riguarda i bambini e le bambine di 9 anni contro i papillomavirus (responsabili dei tumori del collo dell'utero e ORL), la scomparsa… Continua »
Pagine: 224, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Nuova Ipsa Editore
17,00 € 20,00 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

A casa o a fare la spesa durante l'orario di lavoro: medici e infermieri denunciati 16 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Non solo sport: anche la sauna fa bene al cuore 14 GEN 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Perché non dovremmo mai farci mancare lo zenzero 14 GEN 2019 ALIMENTAZIONE
“Avvelenati noi ed i nostri figli”. La nuova denuncia delle mamme no PFAS 14 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
I cinque consigli dell'OMS per una dieta sana 11 GEN 2019 ALIMENTAZIONE
Venezia: cibo scaduto nelle mense dei bambini a scuola 9 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Si dimette per conflitto di interessi un oncologo di fama mondiale 7 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Paralizzata dopo il vaccino vince due cause contro il Ministero della Salute 7 GEN 2019 VACCINAZIONI
Possibile rischio cancro: ritirato dal mercato europeo un tipo di protesi al seno 21 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Bimbi e Natale: il decalogo dei pediatri 19 DIC 2018 INFANZIA
ISS: si dimette Ricciardi. Era stato accusato di conflitto d'interessi 19 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Mal di schiena? Un'epidemia. “La chiropratica può fare molto” 17 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Tumori: il 4% dei casi causati dal sovrappeso 13 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Rischio infarto con le carni rosse: ecco perché 13 DIC 2018 ALIMENTAZIONE
Incidenti stradali: killer principale di giovani e bambini 12 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Cassazione: "Le linee guida per i medici non sono assolute”. Anche per i vaccini? 12 DIC 2018 SALUTE
Le 20 regole per evitare il diabete 10 DIC 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Ridurre l'inquinamento può salvare un milione di vite 10 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
La Toscana aggiorna e potenzia la rete delle cure palliative 7 DIC 2018 SALUTE
Pubertà precoce: sotto accusa i cosmetici delle mamme 7 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Giulia Grillo ha revocato tutti i membri non di diritto del Consiglio superiore di Sanità 5 DIC 2018 SALUTE
Sanità, D’Anna (Biologi): “Fare luce su ipotesi conflitto interesse a carico di Walter Ricciardi” 5 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Insalate in busta contaminate da batteri resistenti agli antibiotici 3 DIC 2018 ALIMENTAZIONE
Asma: più a rischio i bambini in sovrappeso 30 NOV 2018 INFANZIA
Dieci allarmi alimentari al giorno nel 2018 30 NOV 2018 ALIMENTAZIONE
Sistema immunitario: conta soprattutto lo stile di vita 30 NOV 2018 SALUTE
Implant Files: giornalisti denunciano lo scandalo delle protesi killer 28 NOV 2018 DENUNCIA SANITARIA
Come affrontiamo lo stress: ecco cosa danneggia il cervello 28 NOV 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Morbillo, coperture vaccinali ed epidemie: cosa dicono veramente i dati? 26 NOV 2018 VACCINAZIONI
Gas serra, nuovo record e nessun segnale positivo 26 NOV 2018 ATTUALITà

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione