Vaccinazioni

Vaccini: niente multe per chi non è in regola. E si aspetta la nuova legge


CATEGORIE: Vaccinazioni

vaccini

Niente multe per chi non è in regola con i vaccini. È quanto ha deciso la Regione Piemonte che  ha congelato le sanzioni nei confronti delle famiglie inadempienti all’obbligo vaccinale disposto dalla legge Lorenzin. La prima tranche prevedeva l’invio di 2500 verbali. La Regione ha però deciso di soprassedere sull’invio delle multe da 166 euro, incassate dalle Asl e poi girate alla Tesoreria dello Stato, evitando così di mettere in moto un meccanismo dai tempi comunque lunghi (60 giorni per pagare, un mese a disposizione per presentare uno “scritto difensivo”), a rischio ricorsi e con la possibilità di essere smentiti.

 

In sostanza, si è deciso di sospendere ogni azione in attesa di conoscere le intenzioni dell'esecutivo che potrebbe, con un nuovo provvedimento, “rottamare” la tanto discussa legge Lorenzin sull'obbligo vaccinale per la frequenza scolastica, che definisce l'obbligatorietà per 10 vaccinazioni. Anche nel resto d'Italia, precisa la Regione Piemonte, le sanzioni non sono ancora partite.

 

Intanto, già nelle scorse settimane, Pierpaolo Sileri, presidente della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, e Marialucia Lorefice, presidente Commissione Affari Sociali della Camera hanno indicato le linee guide del disegno di legge al quale sta lavorando il Movimento 5 Stelle per modificare il decreto Lorenzin.

 

"Obbligo di alcune vaccinazioni e una forte raccomandazione per altre in base alle necessità dei territori e ai dati": è quanto prevederà il provvedimento.

 

È “fondamentale - chiarisce Sileri - partire dai dati e muoversi in base a quelli a livello regionale. Iniziando da una corretta informazione, che sui vaccini non è mai stata fatta, e analizzando i dati, si potrebbe dunque decidere per l'obbligo di un vaccino in un determinato territorio o, in caso di ottima copertura, procedere solamente con una forte raccomandazione. Insomma, un percorso fluido, tempestivo e in continuo mutamento a seconda delle necessità. Senza dover intervenire nell'emergenza, ma con un lavoro costante di studio in tempo reale su quanto avviene nei territori”.

 

“Per fare questo – avverte - la base di partenza deve essere l'anagrafe vaccinale nazionale informatizzata. E poi tanta informazione: la corretta informazione in sanità è il primo passo per aiutare i cittadini e restare loro sempre accanto fugando dubbi, paure e chiarendo incomprensioni”.

 

IL ministro della Salute Giulia Grillo, presentando la circolare che introduce l'autocertificazione sui vaccini effettuati ai fini della frequenza a scuola a settembre, aveva annunciato una proposta di legge parlamentare "a breve" per la modifica dell'obbligo vaccinale. “L'obbligatorietà del vaccino – ha spiegato - si può graduare: nell'intensità, nel tempo e anche a livello territoriale perché ci sono Regioni che hanno coperture vaccinali altissime e altre in cui sono molto più basse”. “Quindi magari prevedere degli interventi mirati: questo è il razionale di buon senso - ha proseguito - non fare un decreto che all'improvviso mette dieci vaccini obbligatori quando il giorno prima ce n'erano quattro e neanche erano obbligatori”.

 



Hai un account google? clicca su:


Prodotto Consigliato
Le Vaccinazioni Pediatriche  Roberto Gava   Salus Infirmorum

Le Vaccinazioni Pediatriche

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.200 studi scientifici fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale

Roberto Gava

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.200 studi scientifici, fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale, sull'utilizzo personalizzato dei vaccini e sul loro rapporto rischio/beneficio alla luce delle attuali condizioni socio-sanitarie e ambientali   Le vaccinazioni pediatriche, da… Continua »
Pagine: 1056, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
33,92 € 39,90 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Come l'ipermedicalizzazione fa male alla salute 19 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Infezioni resistenti: in viaggio le contraggono 500mila italiani! 19 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il cibo contaminato provoca 200 malattie e 420mila morti ogni anno 19 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Esame di maturità: cosa mangiare per affrontarlo al meglio 17 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Vent'anni di condanne a GlaxoSmithKline negli Usa 17 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Fosfati negli alimenti: EFSA fissa dei limiti per tutelare i giovani 17 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Cibi scaduti e scarsa igiene: la metà dei ristoranti etnici è irregolare 14 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
La strategia per ridurre il consumo di bevande zuccherate 14 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Il nostro Servizio Sanitario Nazionale cade a pezzi 12 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Aumentano le morti correlate agli oppioidi. Aziende di farmaci nel mirino 12 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quanti sono i morti per la malasanità? Migliaia, ma non fanno notizia se non c'entra l'Omeopatia 11 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
I bimbi prematuri sono più a rischio di malattie cardiache 10 GIU 2019 INFANZIA
È lecito ed etico che le aziende del tabacco siano sponsor e relatori nei congressi medici? 10 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Pesticidi in frutta e verdura: dalla Francia un report allarmante 10 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Gli oli essenziali: la menta piperita 7 GIU 2019 SALUTE
Colesterolo: c'è differenza tra carne rossa e bianca? 7 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Un milione e mezzo di bambini esposti a sostanze tossiche 7 GIU 2019 INFANZIA
Respiri e ingerisci oltre 50.000 particelle di plastica all'anno senza accorgerti 6 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Una dieta con pochi grassi combatte il cancro al seno 6 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Chi sono i medici in conflitto di interesse? Corvelva pubblica i dati di tutte le province venete 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Amianto nelle scuole: a rischio la salute di alunni e docenti 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Taranto, ex Ilva: 600 bimbi sono nati malformati 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Studiare fa bene al cuore: riduce rischio di infarto e ictus 31 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Cuore: la prevenzione parte dall'infanzia 31 MAG 2019 INFANZIA
Abuso di farmaci oppioidi: Johnson & Johnson accusata per epidemia di morti 31 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
La dipendenza da videogiochi è ufficialmente una malattia 29 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Martin Gore: il famoso scienziato è morto per una reazione avversa al vaccino 29 MAG 2019 VACCINAZIONI
Ecco gli esami diagnostici più richiesti al mondo 27 MAG 2019 SALUTE
Frutta e verdura migliorano la fertilità maschile 27 MAG 2019 ALIMENTAZIONE
Antibiotici nei fiumi di tutto il mondo: 300 volte oltre i limiti 27 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione