Vaccinazioni

Vaccino Infarix HEXA e morte improvvisa dei bambini: quale legame?


CATEGORIE: Vaccinazioni

vaccini

“Ci sono stati diverse segnalazioni spontanee di morte improvvisa ed inaspettata subito dopo la somministrazione di Infanrix hexa (difterite, tetano, pertosse acellulare, epatite B, poliomielite inattivata e vaccino Haemophilus influenza). Il produttore, GlaxoSmithKline (GSK), presenta i rapporti informativi periodici di aggiornamento sulla sicurezza (PSURs) su Infanrix hexa presso l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA). L’ultimo è il PSUR 19. Ogni PSUR contiene un’analisi delle morti improvvise osservate/previste, che dimostra che il numero di morti osservate subito dopo l’immunizzazione è inferiore a quello previsto per caso.

 

Questo commento si concentra su quell’aspetto del PSUR che ha un effetto sulle decisioni politiche. Abbiamo analizzato i dati forniti nei PSUR. È evidente che le morti riconosciute nel PSUR 16 sono state cancellate dal PSUR 19. Il numero di morti osservate subito dopo la vaccinazione tra i bambini di età superiore a un anno è stato significativamente superiore a quello previsto per caso una volta che le morti cancellate sono state ripristinate e incluse nell’analisi”.

 

È quanto si legge nell'introduzione del documento “Infanrix hexa e morte improvvisa: una revisione dei rapporti periodici di aggiornamento sulla sicurezza presentati all'Agenzia europea per i medicinali”.

 

“La maggior parte dei decessi verificatisi nel periodo post-neonatale – spiega il rapporto - è dovuta a infezioni, difetti congeniti, tumori maligni o incidenti. Raramente i bambini muoiono senza alcuna causa evidente e tali morti sono classificate come (i) sindrome da morte improvvisa infantile (SIDS), definita nel PSUR come morte che si verifica nel primo anno di vita e rimane inspiegabile dopo l'autopsia, o (ii) improvvisa morte inattesa (SUD), definita come morte che si verifica nei primi due anni di vita e che rimane inspiegata dopo la storia clinica e finale degli eventi, ma senza l'autopsia. Insieme, questi due sono considerati morte improvvisa (SD) nel PSUR 15”.

 

“Un numero di vaccini viene somministrato in un dato giorno a bambini di età inferiore ai 2 anni; il numero di bambini vaccinati in tutto il mondo è molto grande. È possibile che, casualmente, alcuni bambini vaccinati possano morire di SIDS / SUD casuali, eventi che potrebbero essersi verificati anche se questi bambini non fossero stati vaccinati in quel giorno. Per accertare se tale morte sia stata causata dalla vaccinazione o sia stato un evento casuale, viene eseguita un'analisi osservata / prevista della SD. L'analisi stima se il numero di morti osservati dopo la vaccinazione supera quello che ci si può aspettare per caso”, spiegano gli autori dello studio.

 

“I decessi cumulativi riportati sono inferiori nel PSUR 19 rispetto allo PSUR 16. Per quanto riguarda i bambini di età superiore ad un anno, lo PSUR 19 registra il verificarsi di soli 5 decessi nei primi 19 giorni dopo la vaccinazione, mentre lo PSUR 16 riporta 8. I numeri non sono coerenti tra loro. Ci chiediamo perché sia ​​così”.

 

“La nostra analisi – si legge ancora nello studio - mostra che i decessi riconosciuti nel PSUR 16 sono stati cancellati dal PSUR 19. I decessi osservati sono segnalati spontaneamente a GSK e probabilmente saranno sottostimati. Aggiungendo i decessi cancellati dal PSUR 16, vi è un aumento statisticamente significativo del rischio di morte nei primi quattro giorni dopo la vaccinazione, rispetto ai decessi attesi. I produttori dovranno spiegare perché questi decessi non sono stati inclusi nel PSUR 19. L'aumento del rischio di morte non è stato comunicato alle autorità di regolamentazione o al personale sanitario che somministra questo vaccino”.

 

“Considerato quanto sopra – scrivono i ricercatori - è difficile capire come l'EMA abbia accettato il PSUR 19 al valore nominale. Si potrebbe sostenere che non è stata esercitata la dovuta diligenza, in conseguenza della quale numerosi bambini sono stati esposti senza necessità al rischio di morte”.



Hai un account google? clicca su:


Prodotto Consigliato
Vaccini. Come orientarsi  Henry Joyeux   Nuova Ipsa Editore

Vaccini. Come orientarsi

Una guida illuminante per tutti

Henry Joyeux

Vaccini per tutti? no! Risponde il professor Joyeux. Le recenti polemiche riguardo all'obbligo di vaccinazione contro 10 malattie in Italia (e 11 in Francia), quella contro l'influenza, quella che riguarda i bambini e le bambine di 9 anni contro i papillomavirus (responsabili dei tumori del collo dell'utero e ORL), la scomparsa… Continua »
Pagine: 224, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Nuova Ipsa Editore
17,00 € 20,00 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Tumori e mortalità: si conferma il divario tra nord e sud 20 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Pfas in Veneto: ipotesi di disastro ambientale 20 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Verso una legge per inserire le telecamere nei macelli? 20 APR 2018 ANIMALI
Smartphone: così le notifiche creano dipendenza 18 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Cuore: la frutta secca protegge dalla fibrillazione atriale 18 APR 2018 ALIMENTAZIONE
Inghilterra: ricoveri per obesità raddoppiati in 4 anni 16 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Cosa succede al cervello se stiamo troppo tempo seduti? 16 APR 2018 SALUTE
Emilia Romagna: centri sportivi vietati ai bambini non vaccinati? 16 APR 2018 VACCINAZIONI
Farmaci illegali sul web: come riconoscerli? 13 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Il borotalco ha causato il cancro. Johnson&Johnson pagherà maxi risarcimento 13 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Basta pesticidi: ecco l'appello degli scienziati 13 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Quella sporca dozzina: ecco la frutta e verdura con più pesticidi 11 APR 2018 ALIMENTAZIONE
Alcol: aumenta il consumo tra i giovani. Parte il progetto "I love me" 11 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini: la richiesta di informazioni sui rischi sospende l'obbligo 11 APR 2018 VACCINAZIONI
Giornata dell'omeopatia, una medicina efficace anche sugli animali 10 APR 2018 ANIMALI
Smartphone: a 6 anni 1 bambino su 4 ne ha già uno 10 APR 2018 INFANZIA
Corruzione: sei arresti a Milano per tangenti in ospedale 10 APR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Ipertensione: come ridurla con le tecniche di rilassamento 6 APR 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Torino: bimba non vaccinata allontanata da scuola dai vigili 6 APR 2018 VACCINAZIONI
Etichette: obbligatorio indicare lo stabilimento di produzione 4 APR 2018 ALIMENTAZIONE
Antibiotici: quali effetti sui bimbi? 4 APR 2018 INFANZIA
Vaccini, violazione della privacy e rischio bullismo 4 APR 2018 VACCINAZIONI
De Magistris: “Grave impedire ai bambini non vaccinati di andare a scuola” 4 APR 2018 VACCINAZIONI
Ftalati: dove sono e perché sono pericolosi per la salute 30 MAR 2018 SALUTE
Appendino: “Non mando i vigili a impedire l’accesso dei bambini non vaccinati a scuola” 30 MAR 2018 VACCINAZIONI
Sospesi 300 farmaci generici 28 MAR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Pfas in Veneto: livelli sopra la norma per 1 cittadino su 2 28 MAR 2018 DENUNCIA SANITARIA
Così nasce l'Alzheimer: aperta la strada per una possibile rivoluzione 28 MAR 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Perché è importante che i bambini si sporchino? 26 MAR 2018 INFANZIA
Non solo antibiotici, anche altri farmaci colpevoli della resistenza 26 MAR 2018 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione