Vaccinazioni

Vaccini. Bellavite in Senato: “No all'obbligo, sì alla farmacovigilanza”


CATEGORIE: Vaccinazioni

vaccini

“I vaccini sono utilissimi alla protezione individuale; alcuni – ma non tutti – anche alla protezione collettiva; ma l’obbligo vaccinale, ostacola il rapporto medico-paziente, quindi il consenso informato, e facilmente fa bypassare un punto fondamentale della medicina, cioè il rapporto tra benefici e rischi”. È quanto ha affermato il dottor Paolo Bellavite, medico chirurgo e specialista in ematologia nel suo intervento in commissione Sanità del Senato dove si è tenuto ieri il dibattito sul ddl in materia di prevenzione vaccinale presentato dalla maggioranza giallo-verde.

 

“Nessuna emergenza”

“Nel 2017 – prosegue il professor Bellavite – il morbillo ha presentato un picco che è stato chiamato in causa per sostenere l’obbligo, ma dobbiamo sdrammatizzare il problema”. Secondo il dottor Bellavite, infatti, “non vi è alcuna emergenza, nel senso di grave pericolo epidemico, per nessuna malattia” e “non vi sono evidenze che la situazione del morbillo del 2017 sia correlabile con un piccolo calo di coperture”. “In Veneto con la raccomandazione abbiamo avuto ottimi risultati”.

 

“I vaccini non sono i farmaci più sicuri”

Il dottor Bellavite ha poi affrontato il tema della sicurezza dei vaccini. “Se guardiamo i dati Aifa, vediamo che i farmaci convenzionali hanno più segnalazioni ed effetti avversi dei vaccini. Se però andiamo a guardare le segnalazioni nella fascia pediatrica, vediamo come i vaccini danno molte più segnalazioni di casi avversi rispetto ai farmaci normali”. “Pertanto – ha concluso – non è corretta l’opinione di chi sostiene che i vaccini sono i farmaci più sicuri. Bisogna che la valutazione venga fatta standardizzando per età”.

 

“L'obbligo vaccinale, così imposto, non è giustificato”

“I vaccini come l’antitetanico, l’antidifterico, l’antipertosse, l’antiepatite B e il polio iniettivo – ha continuato Bellavite - conferiscono una protezione individuale ma non possono sviluppare l’immunità di gregge dal punto di vista tecnico. Quindi almeno per questi vaccini non è giustificato nessun obbligo ai sensi dell’articolo 32 della Costituzione”.

 

E negli altri casi? “Un eventuale obbligo vaccinale andrebbe imposto temporaneamente in rapporto alle soglie di immunità di gregge specifiche: quel famoso 95% di soglia non ha un valore scientifico, perché per molti vaccini (non per tutti, di certo) sarebbe sufficiente una copertura molto più bassa”. “Soprattutto – ha continuato – bisognerebbe che nella legge fosse menzionata la possibilità di valutare il rischio epidemico non solo sulla base delle coperture vaccinali, ma su quella del rischio epidemiologico reale, che può essere identificato tramite indicatori, come le statistiche sulle incidenze delle varie malattie”.

 

Inoltre, continua Bellavite, “non vi sono segnali che un’abolizione dell’obbligo vaccinale, sostituito con una strategia basata sulla raccomandazione, possa comportare problemi alla salute pubblica, soprattutto per le malattie gravi (polio, difterite)”.

 

“L’eventuale obbligo vaccinale nei casi straordinari andrebbe imposto a tutti i soggetti suscettibili (tranne gli esonerati) e non solo a quelli in età scolare”.

 

“Sì a programmi di farmacovigilanza attiva”
Secondo il dottor Bellavite è necessario prevedere la realizzazione di programmi di farmacovigilanza attiva. “Ci sono già delle disposizioni di legge, che avevano dato origine a rapporti di collaborazione tra Aifa e Regioni: questo va richiamato nella legge, altrimenti rischia di restare una mera ipotesi senza risvolti pratici”.





Prodotto Consigliato
Le Vaccinazioni Pediatriche  Roberto Gava   Salus Infirmorum

Le Vaccinazioni Pediatriche

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.200 studi scientifici fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale

Roberto Gava

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.200 studi scientifici, fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale, sull'utilizzo personalizzato dei vaccini e sul loro rapporto rischio/beneficio alla luce delle attuali condizioni socio-sanitarie e ambientali   Le vaccinazioni pediatriche, da… Continua »
Pagine: 1056, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
33,92 € 39,90 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Troppi zuccheri negli alimenti per bambini sotto i sei mesi 2 AGO 2019 ALIMENTAZIONE
Pesticidi: “Il nuovo piano di azione non è ambizioso” 2 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Muore bimbo di tre anni: l'ospedale lo aveva dimesso 2 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Alimentazione: molti ospedali ignorano le linee guida contro il cancro 31 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Epatiti: il Ministero della Salute scagiona gli integratori di curcuma 31 LUG 2019 SALUTE
Protesi al seno: ritiro mondiale per rischio tumori 29 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Oms: “Le sigarette elettroniche sono indubbiamente dannose” 29 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
12-13 ottobre e 23-24 novembre: Le droghe in Omeopatia (Milano) 26 LUG 2019 OMEOPATIA
Denutrizione e obesità aumentano nel mondo 26 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Vaccino anti-influenzale e danno permanente: riconosciuto il nesso causale 26 LUG 2019 VACCINAZIONI
Padova: duecento morti ogni anno per infezioni ospedaliere 26 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Così l'Omeopatia accompagna la vita delle donne 24 LUG 2019 OMEOPATIA
Tumori al colon: il 10% dovuto a dieta errata 24 LUG 2019 SALUTE
Nuovi studi sul glifosato, il pesticida che sta mettendo in ginocchio Bayer-Monsanto 24 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come riconoscere e affrontare gli effetti del caldo sulla salute 22 LUG 2019 SALUTE
Dalle carie ai tumori: perché dovremmo smettere di mangiare troppo zucchero 22 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Menopausa: uno studio conferma l'efficacia dell'Omeopatia 22 LUG 2019 OMEOPATIA
Troppi farmaci: 10 sostanze diverse per 1 anziano su 5 19 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Caso Avastin-Lucentis: Regioni e Ministero della Salute chiedono maxi risarcimento 19 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'allattamento esclusivo al seno eviterebbe 820.000 decessi 17 LUG 2019 INFANZIA
Così i social media aumentano la depressione degli adolescenti 17 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cartello sui farmaci: il Consiglio di Stato conferma la condanna a Roche e Novartis 17 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Alzheimer: dipende dai geni o dallo stile vita? 15 LUG 2019 SALUTE
Dieci consigli per combattere la stanchezza estiva 15 LUG 2019 SALUTE
Pfas: dirigenti della Miteni rinviati a giudizio per disastro e avvelenamento 12 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il Dna dei centenari può ringiovanire il cuore 12 LUG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Le bevande zuccherate possono aumentare il rischio tumori 12 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Alcuni cibi aumentano il rischio di scottature 10 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Da oggi in Europa solo pesce d'importazione 10 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Infarto? Ogni minuto conta 8 LUG 2019 SALUTE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione