Salute

Trapianti: madre salva la figlia donandole parte del fegato


CATEGORIE: Salute

bambino gesu
Ospedale pediatrico Bambino Gesù (Roma)

Una bimba di appena un anno e mezzo è salva grazie ad un trapianto di fegato da vivente: la madre, infatti, le ha donato parte del suo organo. La mamma 24enne ha offerto parte del suo fegato alla figlia affetta da cirrosi biliare, malattia terminale del fegato la cui unica soluzione terapeutica è la sostituzione dell'organo.

Primo del genere nel Lazio, l'intervento è stato eseguito il 5 ottobre scorso all'ospedale Bambino Gesù di Roma ed ha impegnato le equipe trapiantologiche per 10 ore. La madre ha donato il secondo e il terzo segmento (su otto di un fegato intero) corrispondenti al lobo epatico sinistro, quello più piccolo. Sia la madre che la piccola hanno superato senza problemi l'intervento e ora stanno bene.

Uno dei principali vantaggi del trapianto da vivente per la bimba è stato di non aver dovuto attendere in lista altri mesi, considerando che la sua condizione peggiorava giorno dopo giorno. Come spiega il Bambino Gesù, recenti studi epidemiologici hanno confermato da una parte la sicurezza della donazione da vivente, dall'altra la superiorità del trapianto da vivente, in termini di qualità funzionale e di sopravvivenza dell'organo a lungo termine, rispetto a quello da donatore non vivente. Anche la qualità e l'aspettativa di vita del donatore rimangono del tutto analoghe a quelle del resto della popolazione.

“Complimenti all'equipe e all'ospedale Bambino Gesù. Hanno fatto un lavoro di insieme di elevatissima qualità. Aumentare i trapianti da vivente è uno degli obiettivi della rete trapiantologica”. Questo il commento di Alessandro Nanni Costa, direttore del Centro nazionale trapianti (Cnt). “È un risultato particolarmente importante - ha aggiunto - in linea con gli sforzi della Rete nazionale trapianti. Riunire due eccellenze, quella del trapianto da vivente e quella del trapianto pediatrico, conferma la qualità del Bambino Gesù”.

Nanni Costa ha inoltre sottolineato che l'intervento di espianto di parte del fegato “è altrettanto impegnativo del trapianto”, “richiede grande cautela, di pari difficolà del trapianto, e va eseguito su un soggetto sano”.

In Italia i trapianti da vivente sono ancora una minoranza: se ne contano ogni anno 180 di rene e 25-30 di fegato, di cui “solo una quota ridotta, della misura di alcune unità, sono pediatrici. Il nostro obiettivo, appunto, è aumentarli”. “C'è una proposta di legge – conclude Nanni Costa - per rendere possibili, si tratterebbe comunque di poche unità, quelli di polmone, intestino e pancreas”.

“Voglio rivolgere il plauso mio e della Regione Lazio all'ospedale Bambino Gesù per il delicato intervento di trapianto di fegato da vivente effettuato su una bimba di un anno e mezzo grazie al generoso gesto di donazione della sua mamma”. Lo ha dichiarato la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini.

“Si tratta – ha ricordato Polverini - del primo intervento nel suo genere nel Lazio e dimostra ancora una volta come il Bambino Gesù rappresenti una eccellenza del servizio sanitario del Lazio e dell'intero Paese. Ringrazio l'equipe medica e tutto il personale dell'ospedale impegnato con professionalità e competenza in una operazione lunga e complessa. Alla mamma e alla sua bimba i nostri migliori auguri per una pronta guarigione”.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Alessia Ferla

Dal cioccolato alla barbabietola, dalla natura un valido aiuto contro le malattie 9 SET 2015 ALIMENTAZIONE
Kazakistan: il mistero dell'epidemia di sonno a Kalachi 27 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Non c'è posto in 3 ospedali di Catania. La neonata Nicole muore in ambulanza 13 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vitamina D: i consigli per fare il pieno in estate 6 GIU 2014 SALUTE
Torino: donna muore dopo aborto con Ru486. Si indaga sulle cause del decesso 11 APR 2014 ATTUALITà
Lazio: perché il parto in casa resta un miraggio? 31 MAR 2014 SALUTE
Sigarette: ecco le 40 malattie provocate dal fumo 24 GEN 2014 SALUTE
Erbe medicinali cinesi, un aiuto naturale contro il diabete 20 GEN 2014 SALUTE
Omeopatia, un valido aiuto contro ansia e disturbi del sonno 13 GEN 2014 OMEOPATIA
Sanità in tempi di crisi: gli italiani rinunciano a cure mediche e dentista 12 DIC 2013 SALUTE
7 Milioni di italiani saltano la colazione. Quali rischi per la salute? 5 DIC 2013 SALUTE
Epatite A: frutti di bosco surgelati sotto accusa 12 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Endometriosi e pesticidi, quale legame? 5 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Cavie umane in India, verso il blocco dei test sui farmaci 25 OTT 2013 DENUNCIA SANITARIA
Conflitto di interessi e sicurezza alimentare: Efsa sotto accusa 13 SET 2013 DENUNCIA SANITARIA
Ogm: il Senato approva la clausola di salvaguardia 23 MAG 2013 ALIMENTAZIONE
Multinazionali del cacao: Oxfam denuncia sfruttamento e discriminazione delle lavoratrici 5 APR 2013 ATTUALITà
Caro bebè, quanto mi costi? Ecco i modi per risparmiare 14 MAR 2013 INFANZIA
Scandali alimentari: si allarga il caso della carne di cavallo 19 FEB 2013 ALIMENTAZIONE
Romania: bimbi legati ai letti in ospedale pediatrico 6 FEB 2013 INFANZIA
Mare toscano: mercurio nel pesce 23 GEN 2013 DENUNCIA SANITARIA
Energy drink: in aumento i casi di emergenza 21 GEN 2013 DENUNCIA SANITARIA
Ginseng, l'alternativa naturale al Viagra 10 GEN 2013 SALUTE
Aflatossine nel latte: l'analisi di Altroconsumo 10 GEN 2013 SALUTE
Perché le diete falliscono? 8 GEN 2013 ALIMENTAZIONE
Abuso di analgesici: quali rischi? 12 DIC 2012 SALUTE
Sindrome di Quirra: riesumate altre salme 10 DIC 2012 DENUNCIA SANITARIA
Influenza: no all'abuso di antibiotici. Come prevenirla e curarla a tavola 22 NOV 2012 SALUTE
Fitness in piscina, toccasana per il cuore 16 NOV 2012 MEDICINA PREVENTIVA
Fukushima: alti livelli di radioattività nel pesce 13 NOV 2012 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Alessia Ferla







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione