Salute

Quando togliere le tonsille? Dagli Usa le linee guida


CATEGORIE: Salute

tonsille
La tonsillectomia costituisce negli Usa una delle procedure chirurgiche più frequenti

Con oltre 530.000 operazioni annue eseguite su bambini e ragazzi al di sotto dei 15 anni, la tonsillectomia costituisce negli Stati Uniti una delle procedure chirurgiche più frequenti. Gli Usa hanno deciso dunque di intervenire per limitare il numero degli interventi (in molti casi superflui e inappropriati) e fornire un'informazione completa circa l'asportazione delle tonsille.

A tal fine sul numero di gennaio di Otolaryngology, Head and Neck Surgery, il magazine scientifico ufficiale dell'Accademia americana di otorinolaringoiatria, sono state pubblicate le linee guida per gestire la tonsillectomia da uno a 18 anni e per ridurre il numero degli interventi eseguiti ogni anno negli Stati Uniti. Come ha spiegato Richard M. Rosenfeld, redattore della rivista, “queste linee guida vogliono essere uno strumento utile per medici e per genitori. Vere e proprie raccomandazioni per migliorare la riuscita dell'intervento chirurgico e per guarire quei piccoli che soffrono di tonsille di grandi dimensioni o infette”.

La rivista, che rappresenta più di 12mila medici, spiega innanzitutto che l'asportazione è consigliata solo se gli episodi di tonsillite si ripetono più di sette volte l'anno. È necessario dunque individuare quei bambini per cui l'intervento sia davvero necessario. In tal modo la tonsillectomia potrà essere utilizzata per ridurre le infezioni della gola e l'uso di antibiotici, migliorando le condizioni di salute del bambino. La maggior parte dei bambini con frequenti infezioni alla gola guariscono infatti da soli.

Il magazine specifica inoltre che le infezioni sono da considerarsi gravi quando comportano febbre al di sopra dei 38°, le ghiandole del collo si mostrano gonfie o il soggetto risulta positivo un test allo streptococco.

L’intervento può essere utile anche in casi meno frequenti di infezioni alla gola se i bambini risultano allergici agli antibiotici, sono soggetti alle placche o alla sindrome PFAPA (febbre periodica, stomatite aftosa, faringite e adenite).

I genitori dovrebbero poi prestare attenzione alla qualità del sonno dei propri figli: le tonsille di grandi dimensioni possono ostacolare la respirazione durante la notte, provocando sonno disturbato (SDB), russamento, respirazione con la bocca, apnee notturne. I medici dovrebbero verificare nei bambini con SDB se ci sono anche ritardi della crescita, scarso rendimento scolastico, problemi di incontinenza notturna o comportamentali. In questi casi la tonsillectomia può essere utile perché migliora la qualità della vita. Va detto però che per i bimbi obesi o per quelli con sindromi che interessano la testa e il collo sono richiesti ulteriori interventi.

Le linee guida fanno anche riferimento alla fase post-operatoria. È importante che dopo l'operazione i bambini bevano molti liquidi e vengano stimolati a segnalare eventuale episodi di dolore.

Infine, i medici non devono prescrivere antibiotici per migliorare il recupero dopo l'intervento di tonsillectomia: oltre a non apportare benefici possono determinare effetti collaterali le cui conseguenze si manifestano con la crescita.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Alessia Ferla

Dal cioccolato alla barbabietola, dalla natura un valido aiuto contro le malattie 9 SET 2015 ALIMENTAZIONE
Kazakistan: il mistero dell'epidemia di sonno a Kalachi 27 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Non c'è posto in 3 ospedali di Catania. La neonata Nicole muore in ambulanza 13 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vitamina D: i consigli per fare il pieno in estate 6 GIU 2014 SALUTE
Torino: donna muore dopo aborto con Ru486. Si indaga sulle cause del decesso 11 APR 2014 ATTUALITà
Lazio: perché il parto in casa resta un miraggio? 31 MAR 2014 SALUTE
Sigarette: ecco le 40 malattie provocate dal fumo 24 GEN 2014 SALUTE
Erbe medicinali cinesi, un aiuto naturale contro il diabete 20 GEN 2014 SALUTE
Omeopatia, un valido aiuto contro ansia e disturbi del sonno 13 GEN 2014 OMEOPATIA
Sanità in tempi di crisi: gli italiani rinunciano a cure mediche e dentista 12 DIC 2013 SALUTE
7 Milioni di italiani saltano la colazione. Quali rischi per la salute? 5 DIC 2013 SALUTE
Epatite A: frutti di bosco surgelati sotto accusa 12 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Endometriosi e pesticidi, quale legame? 5 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Cavie umane in India, verso il blocco dei test sui farmaci 25 OTT 2013 DENUNCIA SANITARIA
Conflitto di interessi e sicurezza alimentare: Efsa sotto accusa 13 SET 2013 DENUNCIA SANITARIA
Ogm: il Senato approva la clausola di salvaguardia 23 MAG 2013 ALIMENTAZIONE
Multinazionali del cacao: Oxfam denuncia sfruttamento e discriminazione delle lavoratrici 5 APR 2013 ATTUALITà
Caro bebè, quanto mi costi? Ecco i modi per risparmiare 14 MAR 2013 INFANZIA
Scandali alimentari: si allarga il caso della carne di cavallo 19 FEB 2013 ALIMENTAZIONE
Romania: bimbi legati ai letti in ospedale pediatrico 6 FEB 2013 INFANZIA
Mare toscano: mercurio nel pesce 23 GEN 2013 DENUNCIA SANITARIA
Energy drink: in aumento i casi di emergenza 21 GEN 2013 DENUNCIA SANITARIA
Ginseng, l'alternativa naturale al Viagra 10 GEN 2013 SALUTE
Aflatossine nel latte: l'analisi di Altroconsumo 10 GEN 2013 SALUTE
Perché le diete falliscono? 8 GEN 2013 ALIMENTAZIONE
Abuso di analgesici: quali rischi? 12 DIC 2012 SALUTE
Sindrome di Quirra: riesumate altre salme 10 DIC 2012 DENUNCIA SANITARIA
Influenza: no all'abuso di antibiotici. Come prevenirla e curarla a tavola 22 NOV 2012 SALUTE
Fitness in piscina, toccasana per il cuore 16 NOV 2012 MEDICINA PREVENTIVA
Fukushima: alti livelli di radioattività nel pesce 13 NOV 2012 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Alessia Ferla







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione