Vaccinazioni

La verità sugli studi sul vaccino antinfluenzale



La verità sugli studi sul vaccino antinfluenzale
Efficacia e sicurezza della vaccinazione antinfluenzale

La sindrome influenzale che si manifesta dall'autunno alla fine dell'inverno è causata da molti virus e solo l'8-9% di queste infezioni è causata dal vero virus influenzale. Quindi il vaccino antinfluenzale, se anche fosse efficace al 100%, potrebbe proteggere solo l'8-9% dei vaccinati. In realtà, la sua efficacia è molto inferiore (40-60%) e quindi si pensa che protegga solo il 3-6% dei vaccinati (quando va bene e quando il virus che causa l'epidemia è tra quelli che sono stati scelti per dare origine al vaccino, cosa che non è assolutamente avvenuta nell'inverno 2014-2015 quando l'efficacia del vaccino antinfluenzale è stata del 23%) (1).

 

Eppure ogni autunno siamo sottoposti ad una forte pressione mediatica a vaccinarci, perché ci viene promesso che il nuovo vaccino di quest'inverno sarà molto efficace e che è essenziale immunizzarsi (2-4).

 

Alla luce di queste insistenti pressioni, credo possa essere utile riflettere anche su uno studio (5) pubblicato sul British Medical Journal nel febbraio 2009 (ma sempre più valido tanto più si esaspera la battaglia pro-vaccini) in cui Tom Jefferson, uno dei più famosi esperti in campo vaccinale e membro dell'autorevole Cochrane Vaccines Field, fa delle affermazioni tanto chiare e decise quanto sbalorditive, dato che l'intervista è stata pubblicata sul Bollettino d'Informazione sui Farmaci (6) ed è tuttora leggibile dal sito dell'AIFA (7).

 

Jefferson afferma chiaramente che il movente principale dello studio è stata la curiosità di "cercare di capire come mai a fronte di prove di efficacia scarse o assenti e una valutazione di sicurezza deficitaria, i vaccini influenzali sono diventati una specie di 'vacca sacra' nel giro di una decade. Anche in relazione al crollo completo della mortalità – non per influenza – ma della mortalità relativa all'influenza (ad esempio broncopolmonite) osservato dal 1945 a oggi in America. È un argomento che ci affascina perché́, come i Lettori sapranno, noi abbiamo fatto diverse revisioni Cochrane su questo argomento avendole successivamente aggiornate: e nonostante questi dubbi sulla validità̀ delle prove scientifiche su questi vaccini, perplessità che ora stanno diventando crescenti nella comunità̀ scientifica, governi, media, key opinion leaders (vale a dire quindi quei 'personaggi' che si vedono e si sentono sui media e che disertano sull'argomento) continuano tranquillamente a raccomandare l'uso di questi vaccini senza neanche chiedersi come è possibile farlo in assenza di prove scientifiche. Ci saranno dei motivi? Nel Cochrane Vaccines Field disponiamo di una banca dati di studi di tutte le indagini sul vaccino influenzale dal 1948 ad oggi".

 

Ebbene, le conclusioni dello studio del gruppo di Jefferson sono state le seguenti:

- Gli studi condotti sull'efficacia del vaccino antinfluenzale sono stati "nel 96% dei casi studi di bassa o infima qualità e per noi non è stata una sorpresa, perché li avevamo quasi già letti tutti in precedenza".

- "Nella maggior parte di questi studi c'era una relazione tra bassa qualità metodologica dei lavori e positività dei risultati nei confronti dei vaccini (in altre parole: più lo studio è scadente, migliori sono i risultati per i vaccini)".

- Proprio "secondo le previsioni, c'era una relazione anche tra conclusioni trionfalistiche e il fatto che gli studi fossero finanziati dall'industria … tutte cose che erano già state viste in altre aree dello scibile biomedico".

- "La vera sorpresa ha riguardato il fattore di impatto e il fattore di citazione: a parità di numerosità campionaria e a parità di qualità metodologica, gli studi finanziati dall'industria erano pubblicati su riviste che avevano un impact factor significativamente più alto di quelli non finanziati dall'industria. Questo dato era costante anche dopo aver tolto di mezzo il 24% degli studi che non aveva dichiarazioni di finanziamento. Quindi è una relazione fortissima. Per la citazione è lo stesso: più alto è il fattore di impatto, più alta è la citazione, quindi anche la citazione è determinata soprattutto da chi paga la ricerca e non dalla sua qualità".

 

In genere, i medici che leggono uno studio scientifico non leggono tutto lo studio, ma si limitano a individuare ciò che interessa leggere soltanto sulla base del titolo e poi leggono il riassunto (abstract), magari non tutto ma solo la parte finale.

Ebbene, ci ricorda Jefferson: "ricordatevi che qualcun altro ha già tenuto conto di queste vostre abitudini. 'Qualcun altro' ha già capito che voi andate a leggere soltanto le conclusioni di un articolo e ha sovvertito, sta sovvertendo sistematicamente la letteratura biomedica internazionale per indurvi a conclusioni sbagliate".


Pertanto, "c'è una relazione tra chi finanzia la ricerca e dove questa viene pubblicata, e naturalmente una relazione anche fra le stime di effetto".

Con questo Jefferson non vuole mettere in dubbio la credibilità delle più autorevoli riviste di Medicina, ma vuole solo dire che "le riviste di Medicina più famose e a più alto fattore di impatto sono nel contempo vittime, perché sono i target di questa sovversione dovuta a pressioni economiche e commerciali". Cioè, queste riviste sono molto corteggiate dalle industrie farmaceutiche perché tanto maggiore è la loro visibilità tanto più promettente è il risultato, ovvero l'esito di una pubblicazione sulle loro pagine. Il passo successivo è quello "dell'informatore farmaceutico che porta in giro gli estratti che l'azienda si fa fare: un milione di estratti in tante lingue che vengono pagati in maniera molto profumata dall'industria. Sono servizi esplicitamente pubblicizzati sui siti web delle multinazionali dell'editoria scientifica".

Tom Jefferson, pertanto, termina la sua intervista con queste parole: state attenti alle bufale.

 

Può essere interessante ricordare che il Bollettino d'Informazione sui Farmaci, chiamato BIF, era un'ottima rivista stampata dal Poligrafico dello Stato e inviata gratuitamente a tutti i medici italiani fino al 2009: poco dopo la pubblicazione di questa intervista a Jefferson, il BIF è stato soppresso, certamente non per questa intervista, ma comunque è stato soppresso!

Altre considerazioni sui vaccini antinfluenzali e su come cercare di evitare l'influenza utilizzando approcci non farmaceutici possono essere trovate nel mio libro La sindrome influenzale in Bambini e Adulti.

 

 

Bibliografia

1 - http://www.newsweek.com/2015-flu-vaccine-will-work-better-last-years-cdc-says-373828

2 - http://www.who.int/influenza/vaccines/virus/recommendations
/201502_qanda_vaccineeffectiveness.pdf

3 - http://www.sanita.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Redazionale_P&childpagename=DG_Sanita%2FDetail&cid=1213370431966
&pagename=DG_SANWrapper

4 - http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=30877

5 - Jefferson T, Di Pietrantonj C, Debalini MG, Rivetti A, Demicheli V. Relation of study quality, concordance, take home message, funding, and impact in studies of influenza vaccines: systematic review. BMJ 2009; 338: b354

6 – Intervista a Ton Jefferson. Studi sui vaccini influenzali e finanziamenti. Bollettino d'Informazione sui Farmaci 2009; XVI (1): 18-19

7 – http://www.agenziafarmaco.gov.it/allegati/bif1_09_vaccini.pdf



Hai un account google? clicca su:


Prodotto Consigliato
La Sindrome Influenzale in Bambini e Adulti  Roberto Gava   Salus Infirmorum

La Sindrome Influenzale in Bambini e Adulti

Inefficacia e danni della vaccinazione - Prevenzione e cura con rimedi naturali e omeopatici

Roberto Gava

La sindrome influenzale è una patologia ormai comune e con la quale siamo abituati a confrontarci quasi ogni inverno. Proprio per la sua diffusione, per la sua frequenza e per il fatto di avere all'origine dei virus sempre diversi, l'Industria Farmaceutica ha imparato a sfruttare così bene questa malattia che ogni autunno ci… Continua »
Pagine: 136, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
8,50 € 10,00 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Roberto Gava

3 consigli per prevenire le malattie invernali dei bambini 7 DIC 2016 INFANZIA
Alcune cose che forse non sapevi sulle allergie 14 OTT 2016 INFANZIA
Quanto è importante il sonno per la salute di tuo figlio? 10 OTT 2016 SALUTE
Acido folico: la vitamina che devi assumere in gravidanza 4 OTT 2016 INFANZIA
Vaccini pediatrici: la Federazione Nazionale dei Medici dimentica i bambini danneggiati 30 LUG 2016 VACCINAZIONI
Raccomandazioni per migliorare le vaccinazioni pediatriche. La storia di Manuel 26 LUG 2016 VACCINAZIONI
Ipertensione arteriosa: come prevenirla e affrontarla? 17 GIU 2016 SALUTE
Come sospettare e correggere una debolezza immunitaria dei nostri figli 24 MAG 2016 INFANZIA
Obesità e cancro: le conseguenze della cattiva alimentazione 16 FEB 2016 ALIMENTAZIONE
Mangiare la carne fa bene o male alla salute? 12 FEB 2016 ALIMENTAZIONE
Educazione alimentare per una corretta Igiene di Vita 8 FEB 2016 ALIMENTAZIONE
SOS Alimentazione Pediatrica: dobbiamo cambiare l’alimentazione dei nostri bambini 11 DIC 2015 ALIMENTAZIONE
Le falsità sull'AIDS: un altro inganno della nostra "Scienza Moderna"? 4 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccinazioni Pediatriche: Lettera aperta al Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità 20 OTT 2015 VACCINAZIONI
Raccomandazioni per la Somministrazione di Diete Vegetali e Integrali nella Ristorazione Scolastica e Ospedaliera 17 OTT 2015 ALIMENTAZIONE
Perché voglio ammalarmi? 2 OTT 2015 MEDICINA PREVENTIVA
Importante riconoscimento alla Dr.ssa Patrizia Gentilini, oncologa e studiosa dei danni dell’inquinamento ambientale 30 SET 2015 SALUTE
Il vaccino Morbillo Parotite Rosolia in una ragazza di 30 anni 16 SET 2015 VACCINAZIONI
Solo la prevenzione può aiutarci contro le malattie cardiache e il cancro 11 SET 2015 SALUTE
Conoscere e prevenire le patologie cardiovascolari e il cancro: una proposta di cammino insieme 29 LUG 2015 SALUTE
Vaccini, non c'è una verità 10 LUG 2015 VACCINAZIONI
Vaccino anti-papillomavirus: lanciato un appello per la sospensione 8 GIU 2015 VACCINAZIONI
Il vaccino contro il morbillo: ecco in cosa dissento dal Prof. Garattini 3 GIU 2015 VACCINAZIONI
Ecco come la malattia ci insegna a vincere lo stress che l’aveva causata 30 MAR 2015 SALUTE
Prevenzione e terapia dello stress 25 MAR 2015 SALUTE
Prevenzione delle patologie pediatriche (parte seconda): importanza dell'ambiente per la maturazione del sistema immunitario infantile 18 FEB 2015 INFANZIA
Prevenzione delle patologie pediatriche (parte prima): permettiamo al sistema immunitario del neonato di maturare 16 FEB 2015 INFANZIA
Un augurio per l'anno nuovo: ridurre gli psicofarmaci pediatrici 1 GEN 2015 DENUNCIA SANITARIA
Alcune riflessioni sull'influenza, sul vaccino e sulla loro mortalità 7 DIC 2014 VACCINAZIONI
L'Alimentazione che può prevenire e curare le tue malattie 15 OTT 2014 ALIMENTAZIONE

Tutti gli articoli di Roberto Gava







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione