Vaccinazioni

INFLUENZA A: Snami, Fazio chiarisca su enorme spreco vaccini


CATEGORIE: Vaccinazioni

Roma, 11 gen. - "Possiamo discutere su tutto, ma sullo spreco di milioni di euro e sopra i nomi di chi ha favorito tale spreco non vi sono dubbi, vogliamo chiarezza. Il neo Ministro ci faccia sapere se cifre e nomi che si leggono sui giornali sono attendibili e ci faccia sapere che provvedimenti intende prendere". Sono le parole di Angelo Testa, neo Presidente Nazionale dello SNAMI, in merito alle polemiche sui vaccini per l'influenza A. "Ogni anno - attacca Testa - primavera-estate, viene fuori una nuova influenza con il logo di qualche animale. Quest'anno, 2010, vedremo se sara' la volta di un mammifero o di un volatile. Mai come per la "suina" i media sono stati sollecitati in tal modo, mai un ministro o chi per lui ha emanato tanti decreti ministeriali. Mi domando, dice Testa, a cosa e' servito questo grande spiegamento di forze e spreco indicibile di risorse quando poi tutta la campagna vaccinale e' stata degna del personaggio che si e' adottato come logo, ovvero Topo Gigio. E' stata una vera gigionata costata purtroppo decine di milioni. Adesso si vuole correre ai ripari, come? Svendendo le dosi di vaccino conservate nei refrigeratori delle Aziende territoriali o del ministero? Vaccinando urbi et orbi? Oppure scaricando la responsabilita' del misfatto addosso ai medici di famiglia?". Il Presidente Testa teme che "l'opzione di scaricare al medico di famiglia la responsabilita' sembrerebbe la piu' accreditata, anche perche' si muovono in tal senso figure istituzionali che dovrebbero agire diversamente"



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione