Vaccinazioni

Il sindacato degli insegnanti prepara il ricorso contro il decreto Lorenzin

Fonte: giornalettismo.it


CATEGORIE: Vaccinazioni

Ricorso contro il decreto Lorenzin
Il sindacato degli insegnanti prepara il ricorso contro il decreto Lorenzin

Anief, l'Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori, contro il decreto attuativo della ddl Lorenzin che introduce l'obbligo vaccinale per l'iscrizione scolastica e valuta azioni per impugnarlo. «Attraverso le due circolari esplicative si è riusciti nell'impresa di fare peggio della norma-madre: sono state imposte rigide disposizioni che precludono la possibilità di far frequentare la scuola agli alunni fino a 6 anni non in regola, minando il diritto allo studio previsto dalla Costituzione italiana, e si conferisce ai presidi una responsabilità, con tutte le incombenze che comporta, che per ovvi motivi non può essere a carico dell'istruzione pubblica ma rimane di carattere puramente medico-sanitario», fa sapere il sindacato in una nota.

 

ANIEF: LO STATO DOVEVA CONFRONTARSI PRIMA CON LA SCUOLA

Per Marcello Pacififico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, «serviva un dibattito e un adeguato confronto con le parti sociali» prima dell'approvazione dei decreti attuativi del ddl Lorenzin sui vaccini. «Lo Stato si è spinto oltre le proprie competenze dimenticando di attivare un adeguato raccordo con la scuola, che non può continuare a fungere da 'imbuto' dove infilare i problemi». Anief ricorda che nelle segreterie scolastiche negli ultimi anni sono stati cancellati 50mila posti di lavoro negli ultimi anni e anche per questo la scuola in questo momento non si può sobbarcare il peso delle verifiche sull'obbligo vaccinale.

 

ANIEF: LA SCELTA SE VACCINARE SPETTA AI GENITORI, NON ALLO STATO

Il presidente nazionale di Anief Marcello Pacifici si spinge anche a dare un giudizio di merito sul ddl Lorenzin: «Lo Stato non può spingersi oltre le proprie competenze: quella di praticare o meno la vaccinazione a un bambino, più delle basilari, rimane una scelta discrezionale della famiglia. Lo Stato può indicare la strada migliore, fornire consigli adeguati, ma l'ultima parola dovrebbe rimanere a chi detiene la patria potestà del minore».

 

ANIEF PREPARA IL RICORSO AL DECRETO LORENZIN

Anief chiede in prima battuta l'immediata sospensione delle circolari attuative del ddl Lorenzin, per «inapplicabilità» e rinviare la sua applicazione di almeno un anno. Altrimenti - minaccia il sindacato - ricorerrerà contro il decreto sui vaccini. Il sindacato si chiede anche come mai l'obbligo vaccinale sia stato previsto solo per la scuola. «Perché, ad esempio, non si è previsto lo stesso obbligo per tutti coloro che fanno una visita o si ricoverano in ospedale? In altri luoghi di affollamento, se i vaccini sono così rilevanti per la salute pubblica, per quali motivi non è stato adottato lo stesso criterio di indispensabilità delle certificazioni per l'accesso?»

 

La nostra associazione sindacale - continua Pacifico - chiede alle istituzioni di prendere atto dei forti dubbi attuativi della norma e rinviare di almeno un anno l'applicazione del decreto approvato in estate con la fiducia delle Camere. È il minimo che si possa fare, se si vuole evitare il caos. Perché manca l'adeguato raccordo con la scuola. Qualora ciò non avvenga, il nostro studio legale sta già approfondendo i contenuti delle circolari applicative del decreto, per verificare se vi sono i presupposti giuridici per bloccarne gli effetti pratici e anche per ricorrere contro lo stesso decreto. Nel contempo, l'organizzazione a tutela dei lavoratori della scuola e pubblici sta valutando se ci sono i presupposti per avviare delle azioni legali finalizzate a impugnare il decreto vaccini obbligatori, soprattutto sul versante dei principi costituzionali lesi.



Hai un account google? clicca su:


Prodotto Consigliato
Vaccini e Bambini. La prova evidente del danno  David Kirby   Macro Edizioni

Vaccini e Bambini. La prova evidente del danno

Gli effetti dei metalli pesanti sulla salute dei più piccoli

David Kirby

Sono davvero pericolosi i vaccini per i nostri bambini? Quali sono gli effetti dei metalli pesanti sulla loro salute? Negli anni Novanta i casi di autismo registrati tra i bambini americani hanno avuto un'impennata, passando da uno ogni 10.000 nel 1987 alla scioccante incidenza, oggi, di uno ogni 100. Questo trend coincide con… Continua »
Pagine: 472, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Macro Edizioni
9,78 € 11,50 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o o o o  | Votazioni (1)

Articoli di Redazione

Vaccini: istanza in caso di invito al centro vaccinale 21 AGO 2017 VACCINAZIONI
Le analisi delle fiale dei vaccini 21 LUG 2017 VACCINAZIONI
Un’alternativa all’attuale decreto vaccini? "Ecco la nostra proposta" 14 LUG 2017 VACCINAZIONI
Decreto vaccini: interviene Franco Berrino 3 LUG 2017 VACCINAZIONI
Codacons, "un dirigente Glaxo può firmare atti pubblici?" 12 GIU 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini: il Codacons sta per svelare i documenti segreti dell'AIFA sulle reazioni avverse 29 MAG 2017 VACCINAZIONI
AIFA: antidepressivi per minori inefficaci e pericolosi 24 MAG 2017 DENUNCIA SANITARIA
Obbligo vaccini a scuola. Codacons: "ricorso a Corte Europea dei diritti dell'uomo" 12 MAG 2017 VACCINAZIONI
Vaccini, le famiglie a Rossi: "Chiarezza e libertà per i bambini altrimenti rinunceremo agli asili" 1 MAR 2017 VACCINAZIONI
Marzo e aprile 2017 - Seminari “Prevenzione e Cura delle patologie primaverili con: omeopatia, oligoterapia, fitoembrioterapia” 24 FEB 2017 CONVEGNI
22 Marzo 2017 – Convegno “Homeopathy in cancer treatment” 22 FEB 2017 CONVEGNI
La medicina non convenzionale fa risparmiare la Toscana 17 FEB 2017 OMEOPATIA
Come scegliere il miglior medicinale a base di erbe in commercio 15 FEB 2017 SALUTE
Bimbo con meningite in Toscana, la prova del caos vaccini? 19 DIC 2016 VACCINAZIONI
Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione