Omeopatia

Il Dr. Eugenio Serravalle risponde a Maurizio Crozza sull'Omeopatia

Fonte: ASSIS - Associazione di Studi e Informazione sulla Salute


CATEGORIE: Omeopatia

Il Dr. Eugenio Serravalle risponde a Maurizio Crozza sull'Omeopatia
Risposta del Dr. Eugenio Serravalle a Maurizio Crozza in merito alle sue dichiarazioni sull'Omeopatia

Caro Crozza,

nell’ultima puntata del suo spettacolo, il suo sarcasmo e le sue taglienti battute si sono concentrate sull'Omeopatia. Oltre che suoi spettatori e simpatizzanti, siamo un gruppo di medici che praticano l'Omeopatia. Abbiamo una regolare laurea in medicina, abbiamo per anni praticato la medicina ufficiale, e se abbiamo adottato la terapia omeopatica è perché, evidentemente, ne abbiamo sperimentato l'efficacia.

 

Il mestiere del comico ha una cosa in comune con quello del medico: basta poco a capire se sei bravo o no. Nel suo mestiere, o fai ridere o non sai fare il tuo lavoro. Nel nostro, o guarisci la gente, o la gente ti manda a spasso. Non puoi darla a bere, tanto più che noi non curiamo con l'Omeopatia malati terminali cui dare un'estrema speranza cui appigliarsi, poco importa se efficace o meno. Non si può essere venditori di fumo quando si curano pazienti affetti da malattie tali per cui il paziente se ne accorge subito se la terapia è efficace o se deve ricorrere comunque ai farmaci tradizionali. E tra questi pazienti sono numerosi i bambini e gli animali che non sono influenzabili dall’effetto placebo.

Inoltre, tirare in ballo il business dell'Omeopatia richiede poco senso del rigore, al pari di chi pensasse che la sua è una trasmissione prezzolata perché finanziata da Cairo Editore, e che lei sia asservito alle idee del suo datore di lavoro, visto che ne pubblicizza le riviste. Sospetto naturalmente assurdo, ma che avrebbe almeno qualche apparenza di fondamento dal momento che Cairo Editore possiede riviste e reti televisive, mentre l'Omeopatia non si avvicina neppure lontanamente al giro di affari di un' impresa economica del genere, e tanto meno a quello, di molto superiore a qualsiasi proprietario di reti televisive, costituito dalle case farmaceutiche.

 

Molti dei soggetti su cui lei appunta la sua ironia, signor Crozza, possiedono un potere, vuoi economico, vuoi politico, o lo rappresentano, o ne sono appoggiati. Sparare a zero su una branca della medicina che cerca di affrancare la scienza medica non dalle terapie farmacologiche ufficiali, quando utili e necessarie, ma dall'inutile, costoso, ossessivo ricorso ai farmaci artificiali per patologie che possono trovare terapie alternative altrettanto efficaci significa prendersela con Davide, e non torcere un capello a Golia. Ma la forza del giullare è sempre stata sbeffeggiare il ricco, non il povero, il potente, non chi possiede nulla. Altrimenti non è satira, è solo una divertente dimostrazione di asservimento a chi comanda. L'Omeopatia non ha mai fatto massicce campagne mediatiche per convincere la gente a ricorrervi. Lei dice che l'Omeopatia propone farmaci senza valore e senza efficacia, ma lo sa che secondo i dati ufficiali dei Centers for Disease Control in USA, i vaccini influenzali dello scorso anno avevano praticamente efficacia nulla? Ma, le chiedo, erano altrettanto innocui?

Se anche lei pensasse di sì, diciamo che quanto meno per essere acqua fresca i vaccini contro l'influenza hanno messo in moto un giro di milioni incomparabile con quello dei prodotti omeopatici. E che dire di quei farmaci ritirati dal commercio per aver causato centinaia di migliaia, milioni di gravi patologie e di morti, dalla talidomide al Vioxx? O del fenomeno dell’invenzione delle malattie per cui ogni aspetto della vita degli individui è medicalizzato, in modo da poter proporre un farmaco? Sono davvero tanti gli esempi di questo tipo che si potrebbero citare ripercorrendo gli ultimi decenni: ricorda la pubblicità sul Tamiflu, farmaco dall'efficacia nulla, inquadrato dai telegiornali perché non ne sfuggisse il nome agli spettatori e corressero a comprarlo come rimedio contro l'aviaria? Non crede che questi esempi ed altri analoghi farebbero più bella figura nella vetrina delle truffe mediatiche su cui lei giustamente satireggia, piuttosto che un settore come l'Omeopatia, che vanta molti sostenitori ed altrettanti detrattori, ma nessun morto o danneggiato?



Hai un account google? clicca su:


Prodotto Consigliato
Introduzione all'Omeopatia  Associazione Lycopodium   Salus Infirmorum

Introduzione all'Omeopatia

Associazione Lycopodium

L’originalità di questa opera risiede nello sviluppo di interessanti connessioni tra i vari temi che compongono la struttura della Medicina Omeopatica e che in genere non vengono comunemente divulgati.Gli Autori, dopo una sintetica trattazione storica che parte dalla biografia di Hahnemann per poi passare ad illustrare lo sviluppo e la diffusione dell’Omeopatia in molti Paesi del mondo, affrontano… Continua »
Pagine: 160, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
11,82 € 13,90 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o o o o  | Votazioni (1)

Articoli di Eugenio Serravalle

Vaccinazioni Pediatriche: Lettera aperta al Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità 20 OTT 2015 VACCINAZIONI
AsSIS: l'Associazione di Studi e Informazione sulla Salute 15 MAG 2015 SALUTE
Vaccini: Dr. Eugenio Serravalle scrive al presidente di Emergency 16 FEB 2015 VACCINAZIONI
Vaccinazioni: alla ricerca del rischio minore 17 SET 2014 RECENSIONI
'Costruiamo una nuova salute': il 4 ottobre a Padova il convegno dell'Assis 25 AGO 2014 CONVEGNI
Riflessione Personale sui Vaccini 4 GIU 2014 VACCINAZIONI
I magistrati si occupano di vaccini? Medici e istituzioni sanitarie facciano un esame di coscienza 4 APR 2014 VACCINAZIONI
Legame vaccini-autismo: ecco perché è giusto indagare 27 MAR 2014 VACCINAZIONI
Vaccinazioni pediatriche: chi rifiuta è una “cattiva madre?” 3 MAR 2014 VACCINAZIONI
Vaccinazioni e 'talebani': chi sono i veri nemici della salute? 17 FEB 2014 VACCINAZIONI
Quando le multinazionali del farmaco mostrano i muscoli 5 FEB 2014 DENUNCIA SANITARIA
La vittoria dell'igiene 27 GEN 2014 SALUTE
Vaccino anti-epatite B, Big Pharma e conflitti di interesse 10 GEN 2014 VACCINAZIONI
Siamo davvero influenzati 13 DIC 2013 VACCINAZIONI
Vaccinazioni pediatriche. La calunnia è un venticello... 22 NOV 2013 VACCINAZIONI
Allarme polio: i conti non tornano. Cinquanta medici scrivono all’Oms 21 NOV 2013 VACCINAZIONI
Il gregge ha una sua immunità 14 NOV 2013 VACCINAZIONI
5 Ottobre - Le Vaccinazioni di Massa (Ingresso Gratuito) 20 AGO 2013 CONVEGNI
Vaccinazioni. Fatti e misfatti nel Galles 7 MAG 2013 VACCINAZIONI
Mamma, mi compri l’Iphone? 8 MAR 2013 INFANZIA
Ancora antibiotici 7 GEN 2013 SALUTE
L'olio di Calci 10 DIC 2012 ALIMENTAZIONE
Estathé, una montagna di zucchero 25 OTT 2012 ALIMENTAZIONE
Salute e salari 10 OTT 2012 DENUNCIA SANITARIA
Vaccinare contro l’epatite B tutti i neonati: perché? 28 AGO 2012 VACCINAZIONI
Vaccini: perché sei se gli obbligatori sono quattro? 16 LUG 2012 VACCINAZIONI
Niente vaccino? Vai in prigione (e che ti serva la lezione!) 8 MAR 2012 DENUNCIA SANITARIA
Conflitti di interesse e ricerca scientifica 23 SET 2011 DENUNCIA SANITARIA
Influenza stagionale 2010 e propaganda per le vaccinazioni 5 NOV 2010 VACCINAZIONI
Caro Topo Gigio 7 GEN 2010 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Eugenio Serravalle







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione