Autismo

[Sentenza] Nesso causale tra vaccino antipolio e autismo: la sentenza del tribunale di Busto Arsizio


CATEGORIE: Autismo , Vaccinazioni

vaccini-autismo
La Corte d’Appello di Milano ha respinto l'appello contro la sentenza che riconosce un legame tra il vaccino antipolio e l'autismo

Con la Sentenza N. 413/09, confermata in Appello dalla Sentenza N. 488/10 (causa seguita dallo studio Legale Avv. Saverio Crea del foro di Firenze).

La Corte d’Appello di Milano, Sezione Lavoro, con udienza del 28.03.2012, nella causa promossa dal Ministero della Salute contro ASL Provincia di Varese (motivazione: la titolarità del lato passivo per le istanze proposte ai sensi della L. 210/92 spetta al Ministero della Salute e riconoscimento del nesso causale fra vaccinazioni e insorgere della patologia autistica), respinge l’Appello avverso la sentenza N. 413/09 (sussistenza a percepire l’indennizzo di cui alla L. 210/92 per patologia di 1a categoria Tab. A allegata al DPR 834/81 e condanna del Ministero della Salute a pagare in favore dei ricorrenti indennizzo previsto all’art. 2 comma 1 L. 210/92 e indennità integrativa speciale di cui alla L. 324/59 e s.m. con rivalutazi9ne e interessi legali).

La sentenza N. 413/09 si riferisce alla sussistenza del nesso di causalità fra la vaccinazione antipolio somministrata alla minore e l’infermità sopraggiunta (Autismo).

I cardini che sostengono questa sentenza possono essere riassunti nei seguenti punti:
1 - Richiamandosi alle precedenti sentenze della Corte di Cassazione n. 1476 del 21.04.77 e n. 3013 del 13.05.1982 l’individuazione di un rapporto di causalità che attiene ad un evento lesivo collegato all’esecuzione di terapie mediche o interventi chirurgici deve essere effettuato non solo con criteri giuridici ma anche tenendo conto delle nozioni di patologia medica e della medicina legale (…) in campo biopatologico è estremamente difficile raggiungere un grado di certezza assoluta e, pertanto, la sussistenza del nesso causale fra un determinato antecedente e un evento dannoso ben può essere affermata in base ad un serio e ragionevole criterio di probabilità scientifica, soprattutto quando manca la prova della preesistenza, della concomitanza e della sopravvenienza di altri fattori determinanti;
2 - Il nesso è stato valutato rispettando i dati obiettivi, i dati casistici, i dati statistico-epidemiologici e i dati sperimentali;
3 - La malattia ha esordito immediatamente dopo la somministrazione dei vaccini.

Queste sentenze rappresentano un punto di riferimento fondamentale per tutti i dibattimenti che affrontiamo nelle pratiche di indennizzo ai senso della L. 210/92. In particolare il criterio della “ragionevole probabilità scientifica” stabilisce una chiara linea procedurale che dovrebbe essere sempre seguita in questi dibattimenti, quando manca la prova della preesistenza, della concomitanza e della sopravvenienza di altri fattori determinanti.

Purtroppo dobbiamo registrare che questa interpretazione illuminata trova ancora molto poco spazio nei giudizi espressi dai giudici italiani.

ALLEGATI:
Sentenza del Tribunale di Busto Arsizio, N. 413/09
Sentenza della Corte d'appello di Milano N. 488/10



Hai un account google? clicca su:




Prodotto Consigliato
Le Vaccinazioni Pediatriche  Roberto Gava   Salus Infirmorum

Le Vaccinazioni Pediatriche

Revisione delle conoscenze scientifiche

Roberto Gava

Le nostre attuali condizioni di vita (alimentari, ambientali, sociali, economiche e culturali) hanno profondamente modificato il rischio non solo di contrarre certe patologie infettive, ma anche di subire le loro complicazioni.Pertanto, quello che una volta era un rapporto rischio/beneficio basso per i vaccini, e quindi più a… Continua »
Pagine: 824, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
28,05 € 33,00 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Associazione COMILVA Onlus

“Il no alle vaccinazioni non è egoismo”: Comilva scrive al ministro Lorenzin 23 MAG 2016 VACCINAZIONI
Vaccini obbligatori: niente asilo nido per i trasgressori. Comilva risponde 10 MAG 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: Comilva commenta la trasmissione Presa Diretta 12 GEN 2016 VACCINAZIONI
Precisazioni del Comilva sul contributo della Regione Friuli ricevuto per l'evento sulle vaccinazioni 11 DIC 2015 VACCINAZIONI
Vaccinazioni: “camici e pigiami... a righe!” 9 NOV 2015 VACCINAZIONI
Vaccinazioni: a rischio la libertà di scelta 30 SET 2015 VACCINAZIONI
L'invito dei pediatri a vaccinare contro il morbillo. La risposta di Comilva 3 GIU 2015 VACCINAZIONI
Le reazioni avverse alle vaccinazioni 15 MAG 2015 VACCINAZIONI
Premi e incentivi ai pediatri: obiettivi di salute o di profitto? 12 MAG 2015 VACCINAZIONI
Vaccini e autismo: Comilva commenta "la sentenza riparatrice" 13 MAR 2015 VACCINAZIONI
VacciniAmo le Scuole con la Disinformazione 3 MAR 2015 VACCINAZIONI
Vaccinazioni antinfluenzali e pediatriche: "una reale emergenza sanitaria" 1 DIC 2014 VACCINAZIONI
Vaccinazioni. Vittoria storica a Trieste: accolto ricorso avverso sanzione amministrativa 22 GEN 2014 VACCINAZIONI
[SENTENZA] Riconoscimento del nesso causale fra vaccinazioni pediatriche e diabete 3 OTT 2013 VACCINAZIONI
[SENTENZA] Vaccino esavalente e morte in culla: tribunale di Pesaro riconosce nesso causale 23 SET 2013 VACCINAZIONI
Il Ministero della Salute Giapponese ritira la raccomandazione per la vaccinazione contro il papilloma virus (HPV) 15 SET 2013 VACCINAZIONI
[Sentenza] Nesso causale tra vaccino e ritardo psicomotorio 14 FEB 2013 VACCINAZIONI
Vaccino esavalente: 'il ministro Balduzzi disponga il ritiro immediato' 22 OTT 2012 VACCINAZIONI
Vaccini e compensi ai pediatri 27 GIU 2012 VACCINAZIONI






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione