Convegni

Seminario AMeC 19-20-21 ottobre 2012: i protocolli 'Banerji' nella patologia cronico degenerativa e neoplastica


CATEGORIE: Convegni

seminario amec
Seminario 'I protocolli 'Banerji' nella patologia cronico degenerativa e neoplastica - Uno sguardo su un approccio omeopatico molto pratico'

I protocolli 'Banerji' nella patologia cronico degenerativa e neoplastica
Uno sguardo su un approccio omeopatico molto pratico


19-20-21 ottobre 2012, dalle 9 alle 18
Spazio Rosa - Parco San Giovanni
Via Bottacin, 4 - Trieste

corso ECM accreditato
25 crediti per tutte le professioni

Il seminario si terrà in lingua inglese
sarà assicurato un servizio di traduzione consecutiva verso l’italiano

Argomenti:
- Descrizione della Fondazione per la Ricerca Omeopatica Dr. Prasanta Banerji -
Calcutta - India
- Risultati clinici nei tumori e altre patologie
- Casi clinici
- Come scegliere un rimedio nelle patologie neoplastiche, dinamizzazione,
ripetizione del rimedio, follow-up
- Casi clinici dal pubblico
- Valutazione critica secondo i criteri dell’Evidence Based Medicine.

Razionale scientifico
Abbiamo pensato di invitare Prasanta e Pratip Banerji perché condividiamo con loro il pieno coinvoglimento umano e scientifico che, attraverso un approccio nuovo dell'Omeopatia (Protocolli Banerji), ci consenta, quando possibile, di poter aiutare anche i malati di tumore.
I protocolli Banerji si distaccano completamente dall'omepatia classica. Infatti essi sono costruiti sul tipo istologico del tumore e non sui segni clinici o sulla costituzione del malato. In questo senso sono paragonabili ai protocolli dell'oncologia moderna e facilmente si adattano alle valutazioni scientifiche randomizzate.

I risultati clinici e sperimentali in vitro ottenuti sono di grande rilievo e per i medici occidentali rappresentano una grande sorpresa e anche uno spunto di larga riflessione, in particolare per quei casi clinici caratterizzati dalla non responsività alle cure oncologiche praticate.
N.B. Le associazioni che hanno organizzato l'evento vogliono ricordare che la medicina complementare non può sostituire in nessun modo una terapia convenzionale accreditata scientificamente e che qualsiasi approccio complementare deve essere accompagnato da prove di efficacia.

La Segreteria Scientifica

Dr. Prasanta Banerji: fondatore di PBHRF e noto per la cura con i “Protocolli Banerji”. Questi hanno fatto chiarezza e semplificato l’uso dei rimedi omeopatici diluiti. Ha reso questa terapia facile da imparare e praticare, consentendone la replicabilità scientifica e l’inserimento nelle cure praticate abitualmente. Si è formato all’Istituto di Omeopatia Scuola di Medicina e Ospedale (MIHMCH) Mihijam. Dirige un ambulatorio frequentato mediamente da 1000-1200 pazienti e coordina una squadra di medici che collaborano con lui. È stato Consigliere Onorario del Ministro della Salute e delle Politiche per la Famiglia del Governo Indiano e membro del Comitato per la Valutazione dei Programmi per il National Cancer Control Programme - NCCP del Ministero della Salute e delle Politiche per la Famiglia del Governo Indiano.

Dr. Pratip Banerji: ha frequentato la Scuola di Medicina e Chirurgia Omeopatica (Università di Calicut). Si è laureato presso il Medical College and Hospital di Calcutta qualificandosi secondo con lode in Patologia e Materia Medica. Dottorato in Ipnoterapia, si è diplomato come istruttore di docenti; dottore in Medicina (MD) presso l’università riconosciuta (Deemed University) JRN Rajasthan Vidyapeeth, Udaipur, India. Co-Fondatore e Vice-Direttore della PBHRF vi ha introdotto un approccio scientifico e standard internazionali che l’ha resa accettabile presso la comunità scientifica internazionale. La sua visione del futuro dei “Protocolli Banerji” ha favorito la collaborazione nella ricerca con importanti istituzioni scientifiche internazionali.

Moderatori
Maurizio Cannarozzo:
Alberto Laffranchi:
Medicoomeopata, Vice PresidenteAMeC,ResponsabileFIAMOFVG.
Medico specialista in radiologia,Responsabile Gruppo Me.Te.C.O.

La Fondazione per la RicercaOmeopatica Dr. Prasanta Banerji - Calcutta - India
Scopo della Fondazione è operare affinché l'omeopatia venga riconosciuta come metodo di cura scientifico ed efficace e si diffonda anche fra i pazientimenoabbienti.
La Fondazione raccoglie i dati relativi ai casi di malattie invalidanti e mortali (vari tipi di cancro, disfunzioni renali, sclerosi multipla, AIDS) che vengono curati con l'omeopatia; al momento sono registrati più di 20.000 casi con più di mezzo milione di visite. Il grande quantitativo di dati così raccolti la caratterizza e la rende interessante per la ricerca in tutto il mondo. Collabora con l'Istituto Nazionale dei Tumori di Bethesda, USA; con il Centro Tumori Anderson dell'Università del Texas, USA; con il Centro di Terapia Integrata dell'Università della Colombia, New York, USA; con l'Ospedale St. Luke di Kansas City, USA e molti altri. I “Protocolli Banerji”, quale metodo di cura innovativo, vengono insegnati e diffusi attraverso Seminari e Workshop in vari paesi. I casi di successo vengono presentati in varie conferenze internazionali e pubblicati su riviste scientifiche di fama internazionale. Al momento pazienti di più di 80 paesi seguono i protocolli Banerji chiedendo
supporto attraverso il sito web . La Fondazione è riconosciuta dal Ministero Indiano delle Finanze.

AMeC, Associazione Medicina e Complessità, è un'associazione medico-scientifica che ha come scopo l'ampliamento delle terapie complementari secondo le prospettive della complessità e privilegia la centralità della persona. Si occupa in particolare dell'indagine e della validazione scientifica nell'ambito delle Medicine non Convenzionali (MnC) e dell'integrazione di tali discipline con la Medicina convenzionale. Ha organizzato eventi e convegni raggiungendo l'obiettivo di collegare le tante realtà che, con finalità e interessi analoghi, sono nate nel campo delle Medicine non Convenzionali. Nel 2006 si è aggiudicata il Primo Premio Nazionale Tiziano Terzani per l'Umanizzazione della Medicina. Con il sostegno della Regione FVG, i medici diAMeCpossono offrire un sostegno e lavori di gruppo mirati ai pazienti oncologici e con malattie neurodegenerative.

Il Gruppo Me.Te.C.O., Medicine e Terapie Complementari in Oncologia, si occupa della valutazione della trasferibilità di esperienze di Medicina Complementare dalla Pratica Clinica alla Ricerca Scientifica e viceversa, con lo scopo di migliorare la qualità di vita del malato oncologico. Si tratta della prima esperienza del genere in Italia sviluppatasi a partire dal 6 Giugno 1998 all'interno di una struttura pubblica a carattere scientifico, la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, per volontà di un gruppo di medici specialisti dipendenti. Le Terapie Complementari nel loro complesso utilizzate dagli aderenti al Gruppo di Studio sono state: 1. Omeopatia; 2. Omotossicologia; 3. Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese; 4. Terapie fisiche, tra le quali l'elettromagnetismo e l'ultrasuonoterapia; 5. Dieta nel malato oncologico. Queste esperienze sono state sviluppate prevalentemente presso la Divisione di cure palliative, riabilitazione e Hospice.



Scarica allegato



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA
Medicina omeopatica: confermato il significativo ruolo sociale nella Salute Pubblica 25 FEB 2016 OMEOPATIA
Abbigliamento outdoor: “troppe sostanze chimiche” 25 GEN 2016 DENUNCIA SANITARIA
Assis: non partecipiamo alla battaglia dei vaccini, preferiamo ragionare 13 GEN 2016 VACCINAZIONI
Omeopatia per la cura del cancro 11 GEN 2016 OMEOPATIA
Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi" 14 DIC 2015 OMEOPATIA
I veleni dell'Ilva 2 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Recanati: "bambina di sei anni sviene dopo il vaccino" 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Psicofarmaco per bambini inefficace e pericoloso: “la GlaxoSmithKline ha alterato i dati” 28 OTT 2015 INFANZIA
“Vaccinazioni rischiose, l’ho provato con mio figlio” 23 OTT 2015 VACCINAZIONI
California: vaccini contenenti mercurio a bambini e donne in gravidanza? 12 OTT 2015 VACCINAZIONI
Lettera di una mamma con figlio – presunto – autistico 10 SET 2015 AUTISMO
Adulti iperattivi: “una nuova operazione di marketing farmaceutico” 19 GIU 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, Antitrust avvia un’indagine conoscitiva. 'Prezzi sono in aumento' 27 MAG 2015 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione