Alimentazione

Scuole, aziende e ospedali: ecco i decaloghi contro lo spreco alimentare


CATEGORIE: Alimentazione

ristorazione spreco alimentare

Ogni anno nell’Unione europea, in tutte le fasi della catena alimentare, dalla produzione al consumo, vengono sprecate circa 100 milioni di tonnellate  di cibo, di cui il 14% è attribuito alla ristorazione collettiva.

 

Ecco perché il Ministero della Salute ha diffuso tre decaloghi per limitare lo spreco alimentare nella ristorazione ospedaliera, scolastica e aziendale.  I decaloghi sono contenuti nelle “Linee di indirizzo rivolte agli  enti gestori di mense scolastiche, aziendali, ospedaliere, sociali e di comunità, al fine di prevenire e ridurre lo spreco connesso alla somministrazione degli alimenti” pubblicate online dal Ministero.

 

I decaloghi sono stati stilati con l'intento di prevenire, ridurre e gestire lo spreco alimentare, favorire il contatto fra gestori mensa, servizi sociali del comune ed enti caritevoli per recuperare le eccedenze e distribuirle a chi ne ha bisogno, avviare a riciclo quello che non è stato possibile recuperare. Ogni mensa ha poi delle peculiarità.

 

Per quanto riguarda la ristorazione ospedaliera il Ministero suggerisce di partire da una “attenta pianificazione dei pasti” e di “stabilire una procedura di prenotazione pasti individuale, semplificata e flessibile che, sulla base delle specifiche necessità, fabbisogni e scelte nutrizionali, garantisca la corrispondenza tra pasto prenotato e servito e consenta la possibilità di una variazione dell’ordinazione anche a breve distanza dalla distribuzione. E’ fondamentale che il paziente scelga il menu del proprio pasto aiutato da personale competente nell’ambito delle scelte consone alla propria patologia”.

 

Il decalogo chiede di pianificare il menu del vitto comune in base alle reali esigenze e con porzioni differenti, grandi e piccole, e “piatti fortificati” per i pazienti malnutriti. Si prevede inoltre di formare il personale di cucina sulla riduzione degli sprechi e rilevare i residui alimentari per ottimizzare la produzione dei pasti, tenendo conto delle scelte e delle necessità dei pazienti.

 

Nella ristorazione scolastica, il decalogo prevede di rilevare le eccedenze, formare gli insegnanti, promuovere la consapevolezza degli sprechi anche fra le famiglie e, quando possibile, avvicinare il centro cottura al luogo nel quale i pasti vengono dati, per migliorarne il gradimento. Fra le indicazioni del Ministero della Salute, vi è poi quella di prevedere la possibilità di una seconda razione di frutta, oggi servita solo a pranzo, e considerare la possibilità di usare per la merenda del giorno dopo frutta, pane e budini; portarli a casa se non è possibile conservarli a scuola. Viene chiesto inoltre di migliorare i refettori rendendoli più accoglienti.

 

Per quanto riguarda la ristorazione aziendale, il decalogo prevede fra l’altro di far lavorare a stretto contatto cuochi e dietisti per creare menu vari, equilibrati ed appetibili, e di promuovere i cosiddetti “second life menu”, ossia menu composti prevalentemente da cibi e ingredienti facilmente riutilizzabili in caso di eccedenze. Si chiede poi di promuovere una “cucina degli avanzi” che si gustosa, sana e sicura per riutilizzare le eventuali eccedenze alimentare e di prevedere l’offerta di porzioni diverse a seconda delle preferenze dei consumatori (come la mezza porzioni o un piatto dei primi più piccolo).



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Gli aromi delle sigarette elettroniche fanno male al cuore 18 GIU 2018 DENUNCIA SANITARIA
Psicofarmaci a bambini e adolescenti: troppe diagnosi e prescrizioni 18 GIU 2018 INFANZIA
USA: a 2 anni i bambini assumono zuccheri aggiunti oltre i limiti per gli adulti 15 GIU 2018 INFANZIA
Chernobyl: latte radioattivo 30 anni dopo il disastro nucleare 15 GIU 2018 DENUNCIA SANITARIA
In viaggio aumenta l'abuso di antibiotici 15 GIU 2018 DENUNCIA SANITARIA
Depressione e suicidio: 200 farmaci di uso comune aumentano il rischio 14 GIU 2018 DENUNCIA SANITARIA
Inquinamento: nei siti contaminati tumori in aumento per bambini e ragazzi 14 GIU 2018 INFANZIA
Sette milioni di italiani fanno debiti per le cure mediche 14 GIU 2018 DENUNCIA SANITARIA
Sei alimenti che proteggono dalle malattie: i risultati delle ultime ricerche 12 GIU 2018 ALIMENTAZIONE
Mango: un aiuto contro i sintomi dell'intestino pigro 12 GIU 2018 ALIMENTAZIONE
In Francia nasce un villaggio per i malati di Alzheimer 8 GIU 2018 SALUTE
Un manifesto in viaggio per la libertà di scelta vaccinale 6 GIU 2018 VACCINAZIONI
Correre: ecco i benefici fisici e mentali 4 GIU 2018 SALUTE
Cancro al seno in fase iniziale: la chemioterapia non serve nel 70% dei casi 4 GIU 2018 SALUTE
La carne ha un impatto ambientale devastante. L'ennesima conferma 4 GIU 2018 ALIMENTAZIONE
Greenpeace: “Dietro il sushi vi sono gravi violazioni di diritti umani” 1 GIU 2018 DENUNCIA SANITARIA
Dieci raccomandazioni per prevenire il cancro 30 MAG 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Infarto under 60: il rischio di decesso per le donne è doppio rispetto agli uomini 28 MAG 2018 SALUTE
Online la prima banca dati italiana di omeopatia 28 MAG 2018 OMEOPATIA
Il buon umore mantiene giovani 28 MAG 2018 SALUTE
Sovrappeso e glicemia: ecco come ridurli 25 MAG 2018 ALIMENTAZIONE
Borotalco cancerogeno: nuova condanna per la Johnson&Johnson 25 MAG 2018 DENUNCIA SANITARIA
La salsa di pomodoro fa bene all'intestino 23 MAG 2018 ALIMENTAZIONE
Il 22% della popolazione mondiale nel 2045 sarà obesa 23 MAG 2018 DENUNCIA SANITARIA
Perché stare svegli e lavorare di notte fa male alla salute 23 MAG 2018 SALUTE
I residui di antibiotici contaminano il terreno e le acque 21 MAG 2018 DENUNCIA SANITARIA
Depressione: in Italia cure fai da te con psicofarmaci 21 MAG 2018 DENUNCIA SANITARIA
Corruzione: rinviato a giudizio il colosso Novartis 21 MAG 2018 DENUNCIA SANITARIA
Musicisti e bilingue? Hanno un cervello più efficiente 18 MAG 2018 SALUTE
Aifa: i farmaci scaduti possono essere mortali 18 MAG 2018 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione