Denuncia sanitaria

Sanità pubblica peggiorata e impoverita: i cittadini denunciano lunghe liste d'attesa e costi crescenti

Fonte: Il Sole 24 Ore


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

medici ospedale
Sanità pubblica peggiorata e impoverita: i cittadini denunciano lunghe liste d'attesa e costi crescenti

La sanità vista dai cittadini è una sanità che non funziona. Anzi, sta peggiorando, sotto i colpi di tagli imposti dal contenimento della spesa pubblica ma anche dalle inefficienze. Il 14esimo Rapporto Pit Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, presentato questa mattina a Roma, fornisce numeri e percentuali di una curva costantemente in ascesa, quella relativa ai disagi vissuti dai pazienti del Sistema Sanitario Nazionale rispetto ai tempi e alle liste d'attesa per visite e prestazioni.

Le segnalazioni raccolte sono state 23.524, fra il 1° gennaio e il 31 diocembre del 2010, e riguardano dieci aree di riferimento: malpractice e sicurezza delle strutture; liste d'attesa; informazione e documentazione; assistenza territoriale; invalidità ed handicap; accesso ai servizi; assistenza ospedaliera; umanizzazione delle cure; assistenza farmaceutica; patologie rare.

Dimuniscono le prestazioni, aumentano i costi
L'incremento più decisivo nelle segnalazioni si è registrato alla voce "accesso ai servizi", passato al 9,5% dal 5,5% del 2010, a causa di un generale ridimensionamento di servizi e prestazioni, all'aumento dei loro costi e al prolungarsi dell'attesa. Oltre che alla totale assenza del servizio, deteminata dalla chiusura di un reparto o di un'intera struttura. E se nel 2009 il 62,5% delle persone segnalava costi eccessivi per prestazioni diagnostiche e specialistiche, nel 2010 questa percentuale è aumentata di ben 11 punti.

Dalle malpractise ai prolungati tempi di attesa
Anche il perdurare di problemi storici come i presunti errori sanitari (è la prima voce con il 18,5% delle lamentele dei cittadini, +0,5% sul 2009) e i lunghi tempi di attesa (16%, nel 2010, 15% nel 2009) sono fra i punti più critici evidenziati dal rapporto. Ad aumentare sono le segnalazioni di malpractise (dal 18% del 2009 al 18,5% del 2010), come le disattenzioni del personale sanitario in testa, fra le quali ci sono il lasciare i farmaci sul comodino del paziente senaza verificare che vengano assunti e la mancata applicazione delle sbarre di protezione ai letti di malati non autosufficienti.

Errori medici soprattutto in oncologia e ortopedia
Per gli errori medici, quelli terapeutici sono segnalati in una percentuale maggiore di quelli diagnostici (55,3% contro 44,7%): ortopedia, chirurgia e oncologia sono le aree più a rischio in errori di terapia, mentre per la diagnosi i maggiori rischi si concentrano, ancora una volta, in oncologia, ortopedia e ginecologia/ostetricia.

Anche comunicare con il medico e il personale sanitario non è facile: si avverte una mancanza di tempo dedicato al paziente, in ambienti sempre più caotici. E avere le cartelle cliniche in versione informatizzata è ancora una chimera per molti. Sul capitolo liste di attesa, se nel 2009 le segnalazioni per questo problema erano state il 15% del totale, nel 2010 sono state il 16%. In generale, l'attesa è lunga soprattutto per gli esami diagnostici (52,6%, +2,1% rispetto al 2009), per le visite specialistiche 828,2%) e per gli interventi chirurgici (19,2%).

E nell'area oncologica, dove una diagnosi tempestiva è necessaria, gli esami sono paradossalmente quelli per i quali si attende di più. Fra i problemi più frequentemente segnalati, infine, c'è la mancanza di informazioni, o comunque la difficoltà a reperirle, mentre migliora l'assistenza territoriale, con segnalazioni calate all'11,5% nel 2010 rispetto al 12,7% del 2009. (Ch. B.)



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Merendine e bevande, ‘senza zucchero’ non significa senza problemi 24 APR 2019 ALIMENTAZIONE
Spese mediche: in difficoltà 1 italiano su 5 8 FEB 2019 DENUNCIA SANITARIA
Burioni, Grillo e Renzi firmano patto per scienza. “Colossale presa in giro” 11 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, D'Anna (Biologi): "Basta chiacchiere e petizioni, scienziati e istituzioni tirino fuori analisi farmacovigilanza" 3 GEN 2019 VACCINAZIONI
Un Natale sereno anche per gli animali 21 DIC 2018 ANIMALI
Anche Nature riporta la notizia delle analisi del Corvelva sui vaccini 17 DIC 2018 VACCINAZIONI
Vaccini: tutti i rapporti tra Ricciardi e le case farmaceutiche 10 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
In vaccino... veritas 7 DIC 2018 VACCINAZIONI
Vaccini pediatrici. La vittoria di Kennedy contro l’HHS 5 DIC 2018 VACCINAZIONI
La vita di Timothy Field Allen [Maestro dell'Omeopatia] 30 NOV 2018 OMEOPATIA
Omeopati: "Tra visite lampo e fake news medicina perde di vista l'uomo" 5 OTT 2018 OMEOPATIA
Vaccini: non basta l’efficacia, ci vuole anche la sicurezza 3 OTT 2018 VACCINAZIONI
Genova: medico minaccia di morte figli di genitori free-vax. Codacons lo denuncia in procura e all’ordine dei medici 13 AGO 2018 VACCINAZIONI
Vaccini: Codacons pronto a denunciare l'associazione nazionale presidi 13 AGO 2018 VACCINAZIONI
L'Omeopatia fa bene allo sport 27 LUG 2018 OMEOPATIA
Vaccini: Tribunale di Roma proscioglie Codacons e Carlo Rienzi da accuse di diffamazione mosse da Ricciardi 14 GIU 2018 VACCINAZIONI
Colpo di scena: Ricciardi apre all’Omeopatia istituendo un tavolo tecnico 1 GIU 2018 OMEOPATIA
Giornata Internazionale dedicata alla consapevolezza del danno da vaccino 1 GIU 2018 VACCINAZIONI
A chi fa tanto paura l’Omeopatia? 30 MAG 2018 OMEOPATIA
"L'omeopatia e le sue prime battaglie". Intervista al prof. Paolo Bellavite 18 MAG 2018 OMEOPATIA
Sospensione dell'obbligo vaccinale: la proposta di legge diventa realtà 16 MAG 2018 VACCINAZIONI
ADHD: “Aumento di diagnosi dovuto al marketing, non alla medicina” 27 APR 2018 INFANZIA
Il sindacato degli insegnanti prepara il ricorso contro il decreto Lorenzin 21 AGO 2017 VACCINAZIONI
Vaccini: istanza in caso di invito al centro vaccinale 21 AGO 2017 VACCINAZIONI
Le analisi delle fiale dei vaccini 21 LUG 2017 VACCINAZIONI
Un’alternativa all’attuale decreto vaccini? "Ecco la nostra proposta" 14 LUG 2017 VACCINAZIONI
Decreto vaccini: interviene Franco Berrino 3 LUG 2017 VACCINAZIONI
Codacons, "un dirigente Glaxo può firmare atti pubblici?" 12 GIU 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini: il Codacons sta per svelare i documenti segreti dell'AIFA sulle reazioni avverse 29 MAG 2017 VACCINAZIONI
AIFA: antidepressivi per minori inefficaci e pericolosi 24 MAG 2017 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione