Denuncia sanitaria

San Camillo di Roma: degrado al pronto soccorso


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

san camillo
San Camillo di Roma: degrado al pronto soccorso

Stanze sovraffollate, massaggi cardiaci sul pavimento, malati su materassi in terra. Alcune foto scattate al Pronto Soccorso del San Camillo mostrano le condizioni di degrado in cui versa il reparto  dell'ospedale romano.

“La situazione ha superato il limite della vergogna”, ha commentato Massimo Magnanti, segretario del Sindacato professionisti emergenza sanitaria (Spes), che lancia l'allarme sul sovraffollamento nei pronto soccorso capitolini.

“Da anni – afferma Magnanti - denunciamo il sovraffollamento dei dipartimenti d'emergenza di Roma e provincia. Dove in media ogni giorno ci sono circa 100 pazienti parcheggiati sulle barelle in attesa di un ricovero. E possono rimanerci anche da molte ore a diversi giorni”.

“Oggi assistiamo - avverte Magnanti - alla trasformazione dei dipartimenti d'emergenza (Dea) in veri reparti di degenza. Una situazione che blocca tutto il servizio, allunga i tempi d'attesa per i cittadini e non garantisce un servizio all'altezza per il cittadino”.

“Dare assistenza a chi ne ha bisogno in ogni situazione è il dovere del medico - spiega Magnanti, commentando le foto dei medici che assistono un paziente per terra adagiato su un materasso - ma quelle immagini parlano di una situazione al collasso purtroppo comune in molte strutture. Soprattutto quelle più grandi come l'Umberto I, il San Giovanni e il policlinico Gemelli. Sarebbe meglio che la politica non strumentalizzasse queste problematiche. Perché c'erano e sono state ampiamente denunciate anche prima dell'attuale amministrazione regionale”.

Secondo Magnanti, per scongiurare il ripetersi di simili situazioni di degrado “andrebbero seguite le indicazioni internazionali previste per la medicina d'emergenza, rivista la dotazione dei posti letto a livello Regionale e anticipate le dimissioni dai reparti dell'ospedale dal pomeriggio al mattino. Così da accelerare un nuovo ricovero. E va favorita nelle strutture la presenza del 'bed manager', ovvero un manager dei posti letto in grado di trovare una sistemazione nel reparto per il paziente in attesa di un ricovero anche quando sembra una missione impossibile”.

A farsi portavoce dell'allarme lanciato dai medici del San Camillo è stato il consigliere della Regione Lazio e senatore del Pd, Esterino Montino. “Oggi - ha spiegato - ho incontrato i medici della struttura, in agitazione da giorni per denunciare condizioni intollerabili in cui da mesi sono costretti ad operare, pericolose per la salute dei pazienti. Mi hanno comunicato che, se non saranno presi provvedimenti immediati, presenteranno a breve una denuncia alla Procura della Repubblica per interruzione di servizio pubblico d'emergenza, omissione di atti d'ufficio e disastro colposo”.

“I malati vengono curati su materassi in terra. Addirittura si fanno i massaggi cardiaci con i pazienti stesi sul pavimento. A questo livello di degrado e abbandono la sanità del Lazio non era mai arrivata”.

Simili situazioni si sono però verificate di recente anche in altre strutture italiane. Al pronto soccorso dell'ospedale 'Cardarelli' di Napoli per mancanza di barelli i malati, urgenze comprese, vengono trasportati all'interno su delle sedie da ufficio, fornite dagli impiegati della struttura.

Ciò si verifica almeno tre o quattro volte al mese quando, per via del grande afflusso di pazienti e della mancanza di letti, le barelle sono insufficienti poiché occupate dai degenti in reparto e da chi attende di essere visitato. Il problema è la mancanza dei posti e la riduzione delle risorse a causa dei tagli.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

I cibi "light" fanno ingrassare? 28 APR 2017 ALIMENTAZIONE
Latte artificiale: nuova inchiesta per prescrizioni indebite 26 APR 2017 DENUNCIA SANITARIA
Cellulari e tumori: il Codacons lancia una class action 26 APR 2017 DENUNCIA SANITARIA
Radiazione del dottor Gava: torna l’Inquisizione in Italia (#iostocongava) 24 APR 2017 DENUNCIA SANITARIA
Tribunale di Ivrea: l'uso scorretto del cellulare causa di tumore 21 APR 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini gonfiati per intascare i bonus: Procura di Trieste indaga per falso e truffa 19 APR 2017 VACCINAZIONI
Vaccini, caso Report. Garattini: “Serve trasparenza” 19 APR 2017 VACCINAZIONI
Ictus: ecco come l'attività fisica influisce sulla qualità della vita 14 APR 2017 MEDICINA PREVENTIVA
I pesticidi uccidono 200.000 persone ogni anno 13 APR 2017 DENUNCIA SANITARIA
Anziani: il magnesio protegge dalle fratture 13 APR 2017 ALIMENTAZIONE
Avocado, sai perché fa bene? 13 APR 2017 ALIMENTAZIONE
Vaccini: Demicheli lascia la sanità piemontese 13 APR 2017 VACCINAZIONI
Il Dr. Roberto Gava invia una segnalazione alla Commissione Centrale dei Medici 12 APR 2017 VACCINAZIONI
Grecia: Novartis avrebbe corrotto migliaia di persone 10 APR 2017 DENUNCIA SANITARIA
Depressione in aumento: “la malattia più invalidante al mondo” 7 APR 2017 SALUTE
Vuoi dormire bene? Ecco cosa mangiare a cena 7 APR 2017 ALIMENTAZIONE
Alcol fuori pasto: consumo in crescita 7 APR 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini obbligatori: il Tar dell'Emilia Romagna chiede chiarezza al Ministero della Salute 5 APR 2017 VACCINAZIONI
Alzheimer: scoperta l'origine della “malattia del secolo” 5 APR 2017 SALUTE
“Vaccini? Deve esserci una scelta”. Le voci della manifestazione nazionale 3 APR 2017 VACCINAZIONI
Gravidanza: in Italia troppi cesarei e controlli inutili 3 APR 2017 SALUTE
Così gli allevamenti intensivi distruggono la biodiversità 3 APR 2017 ALIMENTAZIONE
Autismo: diagnosi solo per 1 bambino su 2 3 APR 2017 AUTISMO
La vitamina D previene raffreddore e influenza 31 MAR 2017 SALUTE
Bambini esposti al piombo: quali effetti sul cervello? 31 MAR 2017 INFANZIA
Banche del latte: al via una nuova tecnica per preservarlo 31 MAR 2017 INFANZIA
Sai perché lo sport fa bene alla salute? 31 MAR 2017 SALUTE
Il Regno Unito verso una tassa sulle bevande zuccherate 29 MAR 2017 SALUTE
Qual è la migliore cura dopo un infarto o ictus? 29 MAR 2017 SALUTE
Medici e infermieri: 1 su 3 teme gli effetti avversi dei vaccini 29 MAR 2017 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione