Omeopatia

Nonostante le polemiche, il regno unito mantiene la propria posizione sull’omeopatia


CATEGORIE: Omeopatia

L’Omeopatia è sotto attacco da mesi in Inghilterra, ma il Governo interviene con un documento che precisa alcuni punti fermi: se i medici ritengono che un trattamento omeopatico sia il più idoneo, il Servizio Sanitario deve fornirlo al paziente, è fondamentale la difesa del diritto del paziente ad essere informato e a compiere una libera scelta, e Il Regno Unito come tutti gli stati membri deve rispettare le direttive UE sull’omeopatia.

Il 26 luglio 2010 il Ministro della Salute britannico (Secretary of State for Health) ha illustrato al Parlamento del Regno Unito la posizione del Governo in risposta al report “Evidence Check 2: Homeopathy” 1 , con cui il STC - Science and Technology Committee (una commissione parlamentare non composta da medici, ndr) aveva paragonato i prodotti omeopatici ai comuni placebo, chiedendone la rimozione dalla copertura della sanità pubblica.

In un articolato documento 2 il Governo risponde punto per punto al report del STC, e – pur sottolineando la necessità di procedere nella validazione degli strumenti terapeutici solo in base alle evidenze scientifiche - afferma di voler mantenere immutata la propria posizione in merito al ruolo dell’omeopatia nel National Health Service (Sistema Sanitario Nazionale).

Tra le principali motivazioni addotte emergono la necessità di offrire sempre un’informazione adeguata sulle medicine complementari, la necessità di tutelare il paziente, di garantire il diritto a compiere una scelta consapevole e soprattutto di rispettare le regolamentazioni dell’Unione Europea, che con una propria Direttiva vincolante del 2004 ha parificato i farmaci omeopatici a quelli di sintesi chimica.

Il Governo britannico crede che il metodo più efficacie per assicurare esiti di qualità, soddisfazione del paziente e un utilizzo appropriato dei fondi del NHS sia garantire un’informazione adeguata. Inoltre, la regolamentazione dei prodotti omeopatici consente alla MHRA (Medicines and Healthcare products Regulatory Agency) di tutelare il pubblico da prodotti pericolosi e non garantitinel trattamento di patologie gravi.

È convinzione del Governo che i pazienti vadano messi nella condizione di compiere scelte informate sui propri trattamenti, così come i medici debbano essere in grado di prescrivere il trattamento che ritengono più appropriato per ogni circostanza. Il Ministero della Sanità (Department of Health) si aspetta che, a livello locale, i medici e le altre figure chiamate a provvedere direttamente alla salute considerino ogni trattamento, incluse le terapie complementari e alternative, tenendo conto della sicurezza,dell’efficacia clinica, dei costi e della disponibilità di medici idonei.

Ne consegue che non l’amministrazione di Governo bensì le emanazioni locali del NHS e i medici risultano essere i più idonei a decidere e valutare quali siano i trattamenti più appropriati per i propri pazienti, omeopatia inclusa. Di conseguenza, hanno anche l’obbligo di fornire i suddetti trattamenti.

Il Governo inglese ricorda inoltre come l’omeopatia abbia una lunga tradizione in Europa e sia riconosciuta e ampiamente utilizzata nei paesi membri. Secondo questo punto di vista, se lemedicine omeopatiche non fossero soggette ad alcuna regolamentazione o controllo, i consumatori non avrebbero accesso a tali informazioni o garanzie. Ciò limiterebbe la scelta e, cosa ancor piùimportante, per soddisfare la domanda dei consumatori si rischierebbe l’introduzione sul mercato diprodotti non regolamentati, di scarsa qualità o potenzialmente pericolosi. Il diritto del paziente ad essere informato – ribadisce il Governo - è inoltre importante esattamente come l’obbligo per il NHS a rispettare la normative UE.

La regolamentazione in materia di farmaci, inclusi i provvedimenti specifici e le definizioni per i prodotti omeopatici, è stabilita per lo più a livello Europeo. Il Regno Unito quindi, come ogni altro stato membro dell’Unione, èchiamato a rispettare tali direttive.A proposito del documento, il Prof. Leonello Milani, medico, Vicepresidente A.I.O.T. e Vicepresidente dell'Accademia Internazionale di Medicina Fisiologica di Regolazione, ha sottolineato: «Quanto emerge dal documento presentato dal Governo Britannico non può che sottolineare la grande distanza culturale e politica rispetto all’Italia, dove l’inerzia delle istituzionipubbliche - a fronte di un vero e proprio obbligo legislativo a procedere in attuazione della Direttiva Europea recepita nel 2006, che parifica a tutti gli effetti i prodotti omeopatici ai farmaci di sintesi chimica - lede significativamente l’interesse di medici e pazienti che vedono la propria libertà di scelta terapeutica fortemente limitata».

A proposito di A.I.O.T. L' A.I.O.T. - Associazione Medica Italiana di Omotossicologia - fondata nel 1983 a Milano, èattualmente l'Associazione Medica più importante a livello nazionale nel campo della Medicina Omeopatica. Impegnata in particolare nella ricerca e la formazione nel campo della Medicina Biologica, sino ad oggi ha contribuito alla formazione di oltre 15.000 Medici e 5.000 Farmacisti Italiani.

(1) http://www.dh.gov.uk/en/AdvanceSearchResult/index.htm?searchTerms=homeopathy
(2) http://www.dh.gov.uk/en/Publicationsandstatistics/Publications/PublicationsPolicyAndGuidance/DH_117810



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA
Medicina omeopatica: confermato il significativo ruolo sociale nella Salute Pubblica 25 FEB 2016 OMEOPATIA
Abbigliamento outdoor: “troppe sostanze chimiche” 25 GEN 2016 DENUNCIA SANITARIA
Assis: non partecipiamo alla battaglia dei vaccini, preferiamo ragionare 13 GEN 2016 VACCINAZIONI
Omeopatia per la cura del cancro 11 GEN 2016 OMEOPATIA
Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi" 14 DIC 2015 OMEOPATIA
I veleni dell'Ilva 2 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Recanati: "bambina di sei anni sviene dopo il vaccino" 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Psicofarmaco per bambini inefficace e pericoloso: “la GlaxoSmithKline ha alterato i dati” 28 OTT 2015 INFANZIA
“Vaccinazioni rischiose, l’ho provato con mio figlio” 23 OTT 2015 VACCINAZIONI
California: vaccini contenenti mercurio a bambini e donne in gravidanza? 12 OTT 2015 VACCINAZIONI
Lettera di una mamma con figlio – presunto – autistico 10 SET 2015 AUTISMO
Adulti iperattivi: “una nuova operazione di marketing farmaceutico” 19 GIU 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, Antitrust avvia un’indagine conoscitiva. 'Prezzi sono in aumento' 27 MAG 2015 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione