Ricette

[PASTA] Ravioloni al tuorlo fondente


CATEGORIE: Ricette

raviolo
Ravioloni al tuorlo fondente con ricotta e spinaci

"Oggi a pranzo ti faccio i ravioli" disse innocente l'infida mogliettina al marito amante della pasta fresca, prima di stenderlo con un solo, sontuoso raviolo gigante che lui avrebbe ricordato per sempre. Ne avevo fatto una montagna, tutti diversi, per studiare il raviolo perfetto. Poi li ho surgelati e regalati per giorni a chi passava di lì, perché mangiarne più d'uno è davvero un'impresa titanica. Mio fratello, buongustaio e pignolo come pochi, dopo averli guardati come se fossero delle astronavi ha votato la versione ricotta e asparagi (e uovo, imperdibile). Qua vi propongo quella ricotta e spinaci, un classico sempreverde reso, secondo me, perfetto dal tuorlo fondente: godurioso come pochi.

Difficoltà: 3
Cottura: 20'
Preparazione: 50' + 1h (riposo)
Dosi: 8 persone

Ingredienti
Per l'impasto
Farina: 300g
Sale: 2 pizzichi
Uova: 3 (grandi)

Per il ripieno
Burro: 30 g
Cipolle: 1/2
Noce moscata: 1/2 cucchiaino
Parmigiano reggiano: 40 g
Pecorino: 40 g
Pepe e sale: q.b.
Ricotta: 200 g
Spinaci: 200 g
Uova: 8 tuorli

Per il condimento
Burro: 150 g
Parmigiano reggiano: 160 g
Salvia: 1 mazzetto

Per prima cosa, preparate la pasta all'uovo: setacciate e disponete la farina a fontana sul piano di lavoro, formate un incavo al centro e rompetevi, una alla volta, le uova a temperatura ambiente. Aggiungete il sale. Cominciando dall'interno, mescolate le uova con una forchetta o un cucchiaio, prendendo man mano la farina dai bordi.

Quando l'uovo sarà abbastanza consistent, lavorate l'impasto con le mani, dall'esterno verso l'interno, amalgamando tutta la farina. Lavoratelo per circa 15 minuti, poi avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare per circa 1 ora in un luogo fresco e asciutto.
Nel frattempo mondate gli spinaci e lessateli in pochissima acqua salata; quando saranno cotti scolateli e strizzateli bene. In una padella fate appassire a fuoco basso mezza cipolla sbucciata e finemente tritata insieme al burro.

Quando sarà trasparente, unite gli spinaci e fateli saltare, quindi salate, pepate e lasciate intiepidire. In una ciotola capiente amalgamate gli spinaci tiepidi e la ricotta, poi unite la noce moscata, il pecorino e il parmigiano grattuggiati: mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Trascorso il tempo di riposo, tirate la pasta in una sfoglia sottile e con un coppapasta (andrà bene anche una ciotolina) ritagliate 16 cerchi del diametro di 18 cm l'uno.

Trasferite il ripieno in una sac à poche, quindi disegnate un cerchio con il bordo esterno rialzato su 8 dischi: all'interno di ognuno inserirete un tuorlo, facendo attenzione a non romperlo. L'albume avanzato vi servirà in parte per spennellare i bordi del disco, in modo da far aderire meglio la sfoglia con cui lo coprirete. Esercitate una lieve pressione con le dita per far fuoriuscire l'aria in eccesso e, se volete, rifilate il raviolo con una rotella taglia-pasta. Infine, sigillate la pasta premendo con i rebbi della forchetta (creerete un elemento decorativo assicurandovi al contempo che il ripieno sia al sicuro) e adagiatela su un canovaccio infarinato.

Portate a bollore abbondante acqua in una casseruola dai bordi alti e, in una padella, fate sciogliere 1/3 del burro con 1/3 della salvia. Quando l'acqua comincerà a bollire immergetevi delicatamente i ravioloni (non più di 2-3 per volta) e lasciateli cuocere per un paio di minuti, poi scolateli e saltateli in padella. Procedete così per tutti, consumando le dosi di burro e salvia. Cospargete il fondo di ogni piatto da portata con una cucchiaiata di parmigiano, poi adagiatevi un raviolone e completate guarnendolo ancora con parmigiano, burro fuso e salvia.

Ricetta tratta dal libro "Divertiti cucinando - Giallo Zafferano. 100 nuove ricette dal sito di cucina più famoso d'Italia"



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Sonia Peronaci

[DOLCI] Dita della strega 28 OTT 2013 RICETTE
La ricetta del pane alle olive 9 OTT 2013 RICETTE
Frittata al forno 2 OTT 2013 RICETTE
Fiori di zucca in pastella 23 APR 2013 RICETTE
Fagioli all'uccelletto 18 MAR 2013 RICETTE
Minestrone d'orzo 1 MAR 2013 RICETTE
[DOLCI] Sachertorte 9 GEN 2013 RICETTE
[PASTA] Mezzelune alla zucca 31 OTT 2012 RICETTE
[ANTIPASTI] Involtini di melanzane alla mediterranea 3 OTT 2012 RICETTE
[PASTA] Passatelli al pesto di zucchine 25 SET 2012 RICETTE






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione