Alimentazione

Pomodoro dalla Cina: boom di importazioni. A rischio il made in Italy


CATEGORIE: Alimentazione

pomodoro
È boom di importazioni di concentrato di pomodoro cinese

È boom di importazioni di concentrato di pomodoro cinese che mettono a rischio uno dei settori simbolo del made in Italy. A lanciare l'allarme è la Coldiretti che, sulla base dei dati Istat relativi ai primi undici mesi del 2015, riferisce che le importazioni di concentrato di pomodoro dalla Cina sono aumentate del 680%. Il rischio concreto è che venga spacciato come made in Italy sui mercati nazionali ed esteri per la mancanza dell’obbligo di indicare in etichetta la provenienza.

Come sottolinea la Coldiretti, dalla Cina si sta assistendo a un crescendo di navi che sbarcano fusti di oltre 200 chili di peso con concentrato di pomodoro da rilavorare e confezionare come italiano poiché nei contenitori al dettaglio è obbligatorio indicare solo il luogo di confezionamento, ma non quello di coltivazione del pomodoro.

Un commercio che va reso trasparente con l’obbligo di indicare in etichetta l’origine degli alimenti che attualmente vale in Italia solo per la passata di pomodoro ma non per il concentrato o per i sughi pronti.

Peraltro, come precisa la Coldiretti, l’84% degli italiani ritiene che sia molto importante che l’etichetta riporti la provenienza della materia prima impiegata per la frutta e verdura trasformata come i derivati del pomodoro, secondo la consultazione pubblica online sull'etichettatura dei prodotti agroalimentari condotta dal ministero delle Politiche Agricole (Mipaaf), che ha coinvolto 26.547 partecipanti sul sito del Mipaaf dal novembre 2014 a marzo 2015.

Aumento record delle importazioni, riduzioni dei prezzi pagati agli agricoltori e taglio delle superfici - continua la Coldiretti - prefigurano uno scenario preoccupante per il prodotto simbolo della dieta mediterranea messo a rischio a causa della concorrenza sleale del prodotto importato.




Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Antibiotici: gli italiani sono poco informati 1 LUG 2016 DENUNCIA SANITARIA
Vacanze sicure? Ecco i rimedi omeopatici per i bambini 1 LUG 2016 INFANZIA
Contro depressione e pressione alta mezz'ora di natura a settimana 1 LUG 2016 MEDICINA PREVENTIVA
Il Cile contro l'obesità: al bando l'Happy Meal di McDonald's 29 GIU 2016 SALUTE
Invecchiamento? Ecco i cibi alleati delle donne 29 GIU 2016 MEDICINA PREVENTIVA
Musica classica? Abbassa la pressione e fa bene al cuore 27 GIU 2016 SALUTE
Vitamina D: l'esposizione (cauta) al sole allunga la vita 27 GIU 2016 MEDICINA PREVENTIVA
Arsenico e contaminanti negli alimenti: Efsa mapperà i rischi per gli europei 23 GIU 2016 ALIMENTAZIONE
Zenzero, limone e mille virtù 23 GIU 2016 ALIMENTAZIONE
Farmaci: cresce la spesa. Ancora troppi antibiotici 23 GIU 2016 DENUNCIA SANITARIA
TTIP: quali rischi per la salute e l'agricoltura europea? 22 GIU 2016 DENUNCIA SANITARIA
Alimenti per neonati: il 10% contiene Ogm 22 GIU 2016 ALIMENTAZIONE
Mense scolastiche: chiuse 37 nell'ultimo anno 20 GIU 2016 INFANZIA
Ridere fa bene: uno studio conferma i benefici della clownterapia 20 GIU 2016 INFANZIA
Inteferenti endocrini: “Ue difende le lobby a danno della salute” 20 GIU 2016 DENUNCIA SANITARIA
Trasparenza: online i finanziamenti delle aziende farmaceutiche ai medici 17 GIU 2016 SALUTE
Bambini: forma fisica e vita attiva tengono lontano il dolore 17 GIU 2016 INFANZIA
L'allattamento al seno fa bene al cuore dei neonati prematuri 15 GIU 2016 INFANZIA
Sonno di bambini e adolescenti: le nuove linee guida per in genitori 15 GIU 2016 INFANZIA
Anziani malati di farmaci: come ridurre il consumo? 15 GIU 2016 SALUTE
Ictus: stili di vita responsabili in 3 casi su 4 14 GIU 2016 MEDICINA PREVENTIVA
Tatuaggi: rischio infezioni e allergie in 1 caso su 10 14 GIU 2016 DENUNCIA SANITARIA
Antibiotico-resistenza: i soggetti più a rischio sono i neonati 10 GIU 2016 INFANZIA
Adolescenti: antidepressivi pericolosi e inefficaci 10 GIU 2016 DENUNCIA SANITARIA
Smog e crisi d'asma sono collegati: lo studio a Milano 10 GIU 2016 SALUTE
Esami di maturità: come affrontare lo stress con l'omeopatia 8 GIU 2016 OMEOPATIA
Sonno: dormire poco fa male al cuore 8 GIU 2016 SALUTE
Ipertensione: lo smog aumenta il rischio 6 GIU 2016 DENUNCIA SANITARIA
Il cervello si protegge a tavola: i cibi che aiutano la memoria 6 GIU 2016 ALIMENTAZIONE
Omeopatia: “fatturati in crescita, ma serve una legge” 31 MAG 2016 OMEOPATIA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione