Salute

Polmoniti: quasi il 50% contratto in ospedale


CATEGORIE: Salute

torace polmonite
In Italia quasi la metà di tutte le polmoniti si prende in ospedale

In Italia quasi la metà di tutte le polmoniti si prende in ospedale e si tratta anche della forma più grave, con un tasso di mortalità del 18% contro quello del 7% di chi si ammala fuori. I batteri che si sviluppano negli ambienti ospedalieri, infatti, si selezionano e divengono molto più resistenti agli antibiotici.

Chi prende la polmonite durante un ricovero, rileva lo studio, impiega inoltre più tempo per guarire: 19 giorni contro i 15 di chi contrae la malattia in condizioni ordinarie. È quanto emerge da uno studio sulle polmoniti presentato in occasione del 112/mo Congresso della Società di Medicina a Roma.

Secondo lo studio il 18% delle polmoniti contratte in Italia è 'nosocomiale', ovvero causato da un'infezione contratta in ospedale, mentre un altro 30% si prende in seguito a frequenti contatti con strutture sanitarie come day hospital, in cronicari o in istituti per la riabilitazione.

“La polmonite nosocomiale (Hap) e quella che insorge in comunità ma che è associata a procedure sanitarie (Hcap) sono le più gravi – ha spiegato Mario Venditti del dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive al Policlinico Umberto I e professore associato all'Università La Sapienza di Roma -, in quanto causate dagli stessi batteri che si sviluppano negli ambienti ospedalieri e si selezionano, diventando molto più resistenti agli antibiotici che qui vengono usati in dosi importanti”.

Secondo il prof. Francesco Violi, presidente SIMI, “dovremmo tutti in generale capire che rimanere in ospedale a lungo è pericoloso, perché è un ricettacolo di batteri. Vale per i visitatori, soprattutto per i bambini. Dovremo cercare di orientarci sempre più verso le cure domiciliari”.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Pesticidi in frutta e verdura: ecco la “Sporca Dozzina” 26 MAR 2019 ALIMENTAZIONE
Medici genovesi finanziati dalle case farmaceutiche: indaga la Corte dei Conti 26 MAR 2019 DENUNCIA SANITARIA
Autismo: rischio più alto per i bambini esposti a pesticidi 26 MAR 2019 AUTISMO
Il glifosato causa il cancro. Nuova condanna per Bayer-Monsanto 22 MAR 2019 DENUNCIA SANITARIA
Farmaci omeopatici: “Resta il principio attivo, anche se ultradiluiti” 22 MAR 2019 OMEOPATIA
Obesità: la prima minaccia per gli adolescenti 20 MAR 2019 SALUTE
Sperimentazioni cliniche: oltre 885 "deviazioni" dalle linee guida in 2 anni 20 MAR 2019 DENUNCIA SANITARIA
Allergeni in quasi tutti i farmaci 20 MAR 2019 DENUNCIA SANITARIA
Militari vaccinati contraggono la parotite: nave USA in quarantena 18 MAR 2019 VACCINAZIONI
Omeopatia, convegno SIOMI: "Esiste una sola Medicina" 18 MAR 2019 OMEOPATIA
Il glifosato danneggia il sistema riproduttivo 15 MAR 2019 DENUNCIA SANITARIA
Asma: tutti i danni del cortisone 15 MAR 2019 DENUNCIA SANITARIA
Militare contrae epatite dopo i vaccini: condannato il ministero della Salute 15 MAR 2019 VACCINAZIONI
Obbligo vaccinale: bimba di 3 anni respinta dall'asilo 13 MAR 2019 VACCINAZIONI
Diabete: la sedentarietà può uccidere 13 MAR 2019 SALUTE
Allergie in aumento. Come prevenirle con l'Omeopatia 11 MAR 2019 OMEOPATIA
Come ridurre il consumo di sale? 11 MAR 2019 ALIMENTAZIONE
Triptorelina: estesa prescrivibilità ad adolescenti. Quali effetti sulla salute? 8 MAR 2019 ATTUALITà
Gorga riconfermato presidente di Omeoimprese. E Boiron entra nel gruppo 8 MAR 2019 OMEOPATIA
Vaccini, Salvini scrive alla Grillo: “Un decreto per evitare traumi ai più piccoli” 6 MAR 2019 VACCINAZIONI
Acqua, quanto devono bere i bambini? 6 MAR 2019 INFANZIA
Gli inquinanti danneggiano i polmoni già prima della nascita 6 MAR 2019 INFANZIA
Omeopatia: cresce l'uso e sale la fiducia in medici e farmacisti 6 MAR 2019 OMEOPATIA
Dentifrici e antibiotico resistenza: quale legame? 4 MAR 2019 DENUNCIA SANITARIA
Italiani sempre più a rischio ansia e attacchi di panico 4 MAR 2019 SALUTE
Disabile a causa del vaccino: Ministero condannato a risarcire la famiglia 1 MAR 2019 VACCINAZIONI
Tumore del seno: l'attività fisica riduce del 24% il rischio di mortalità 27 FEB 2019 SALUTE
Celebriamo la lentezza, a partire dalla colazione 27 FEB 2019 SALUTE
Scopri tutti gli alimenti che mantengono la pelle giovane 25 FEB 2019 ALIMENTAZIONE
Influenza, il virus muta e il vaccino non basta: è allarme 25 FEB 2019 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione