Denuncia sanitaria

Polmone da svapo: negli USA le sigarette elettroniche stanno provocando un'epidemia


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

sigarette elettroniche

Otto decessi (in California, Kansas, Illinois, Indiana, Minnesota, Oregone Missouri) e oltre 900 casi (495 confermati, 413 sospetti). Si aggrava negli Usa la casistica del cosiddetto “polmone da svapo”, patologia che secondo gli esperti sta acquisendo proporzioni epidemiche e che si manifesta nei giovani utilizzatori di sigarette elettroniche che si recano in pronto soccorso per dispnea acuta, tosse, dolore toracico e sintomi gastro-intestinali (nausea, vomito, diarrea e dolori addominali).

 

Le cause del fenomeno non sono ancora note, sebbene siano state avanzate alcune ipotesi. I medici hanno invitato alla cautela, non avendo ancora individuato una particolare sostanza responsabile degli specifici danni ai polmoni.

 

I National Institutes of Health lanciano l’allarme sull’attrazione degli adolescenti per lo svapo, confermata dai risultati del Monitoring the Future Survey relativi ai teenager che dimostrano un tasso allarmante di impiego delle e-cig rispetto allo scorso anno; la percentuale degli utilizzatori in questa fascia d’età è infatti raddoppiata in due anni. Nel 2019, la prevalenza dello svapo di liquidi a base di nicotina è stata di 1 su 4 tra gli studenti di 16-17 anni, di 1 su 5 tra quelli di 15-16 anni e di 1 su 11 tra quelli di 14 anni.

 

“L’uso di questi device è diventato una crisi di salute pubblica – ha affermato Nora D. Volkow, direttore del NIDA (National Institute on Drug Abuse) - Questi prodotti introducono i ragazzi e i loro cervelli in fase di sviluppo alla nicotina, che crea moltissima dipendenza; temo che abbiamo appena iniziato a scoprire i possibili rischi per la salute che questo comporta per i ragazzi”.

 

Dopo il Michigan, anche lo stato di New York questa settimana ha messo al bando le sigarette elettroniche dietro proposta del governatore Andrew Cuomo. Secondo quanto stabilito, entro due settimane le e-cig dovranno essere rimosse dagli scaffali. Le uniche a salvarsi dovrebbero essere quelle aromatizzate al tabacco e al mentolo.

 

Intanto il colosso della grande distribuzione Walmart ha deciso che smetterà di vendere sigarette elettroniche nei suoi negozi statunitensi in seguito alle enormi incertezze sui reali danni per la salute che la e-cigarette può provocare. “Date le crescenti incertezze che circondano la regolamentazione delle sigarette elettroniche a livello federale, statale e locale, smetteremo di vendere prodotti elettronici contenenti nicotina”, ha riferito un portavoce.










Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Alessandra Profilio

A Treviso il primo ristorante per diabetici d'Italia 16 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Singapore vieta le pubblicità di bevande zuccherate 14 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Il latte materno contiene un potente antibiotico naturale 11 OTT 2019 SALUTE
Il Consiglio d'Europa si impegna contro la violenza ostetrica e ginecologica 9 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Così i cambiamenti climatici peggiorano la salute nel mondo 7 OTT 2019 SALUTE
Si apre il processo sul caso Mediator, il farmaco accusato della morte di 2000 persone 2 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Franco Berrino: “Vivere e morire senza malattie è possibile” 30 SET 2019 MEDICINA PREVENTIVA
#BastaTacere: dai social alla proposta di legge contro la violenza in sala parto 9 MAG 2016 DENUNCIA SANITARIA
Cosa succede se una coppia affronta un rapporto sessuale nelle stesse condizioni in cui una donna affronta il travaglio? 11 DIC 2015 DENUNCIA SANITARIA
Farmaco passa da 13 a 750 dollari. Hillary Clinton contro Big Pharma 23 SET 2015 DENUNCIA SANITARIA
Ebola spaventa il mondo. Cosa sapere dell'epidemia? 15 OTT 2014 SALUTE
Irlanda: bimbi usati come cavie per i vaccini 18 GIU 2014 DENUNCIA SANITARIA
Traffico di virus per il business delle epidemie 7 APR 2014 DENUNCIA SANITARIA
Rifiuti tossici: 'moriranno tutti di tumore'. L'allarme dei pediatri conferma la 'profezia' di Schiavone 22 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Germania, 50mila pazienti cavie umane nella Ddr 14 MAG 2013 DENUNCIA SANITARIA
Leggere? Molto più che un piacevole passatempo 29 AGO 2012 SALUTE
Introducing, una dolcissima attesa racchiusa in 90 secondi 15 MAR 2012 INFANZIA
Amianto killer: sentenza storica chiude il maxi-processo 13 FEB 2012 DENUNCIA SANITARIA
Troppi parti cesarei: partono i controlli dei Nas 10 FEB 2012 SALUTE
La vigoressia, o complesso di Adone 22 NOV 2011 SALUTE
Allucinazioni, incubi e rapimenti alieni: all'origine un disturbo del sonno 15 NOV 2011 SALUTE
Inghilterra: lo scandalo dei combattimenti in gabbia tra bambini 22 SET 2011 INFANZIA
Pannolini lavabili: perché sceglierli? 19 SET 2011 INFANZIA
Bebè a costo zero 16 SET 2011 INFANZIA
Depressione: donne più a rischio rispetto agli uomini 9 SET 2011 SALUTE
Lazio: acqua all'arsenico per i detenuti nelle carceri 9 SET 2011 DENUNCIA SANITARIA
Batterio killer, germogli di soia nel mirino 6 GIU 2011 DENUNCIA SANITARIA
Batterio killer, ancora ignota l'origine. Fazio: “nessun rischio in Italia” 3 GIU 2011 DENUNCIA SANITARIA
Batterio killer: nessuna prova contro i cetrioli spagnoli. Resta ignota l'origine dell'epidemia 1 GIU 2011 DENUNCIA SANITARIA
Batterio killer: sale il bilancio delle vittime. Dubbi sull'origine dell'epidemia 31 MAG 2011 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Alessandra Profilio







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione