Denuncia sanitaria

Pesticidi in frutta e verdura: dalla Francia un report allarmante


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

pesticidi

Il 72% della frutta e il 43% degli ortaggi in Francia contiene residui di pesticidi. Il 2,9% del campione della frutta analizzata supera il limite di legge che nella verdura sale al 3,4%. È quanto emerge dal report pubblicato oggi dalla Ong Générations Futures.

 

Il report è stato stilato integrando i dati dei piani di monitoraggio 2012-2017 della DGCCRF (Direzione generale della concorrenza, del consumo e del controllo delle frodi), uno studio durato 6 anni. Inoltre sono state prese in esame solo le piante analizzate almeno 5 anni su 6 e in un numero significativo di campioni. Il risultato è un rapporto esclusivo basato su oltre 13.000 analisi che hanno riguardato, complessivamente, 18 tipi di frutta e 32 verdure.

 

Tra la frutta i principali prodotti contaminati sono risultati:  ciliegia (89% dei campioni), clementina / mandarino (88,1%), uva (87,3%), pompelmo (86,3%), nettarine / pesche (83%), le fragole (82,9%) e le arance (81,2%). Questi frutti sono in cima alla classifica per la presenza di residui quantificati di pesticidi nei campioni analizzati per frode tra il 2012 e il 2017. I frutti che sono meno colpiti da questa presenza di residui di pesticidi sono prugne / mirabelle (50,8%) seguite da avocado (27,8%) e kiwi (25,8%).

 

Tra le verdure invece: sedano (84,9%), il sedano rapa (82,5%), le erbe fresche (69,3%), le indivie (67,2%) o lattuga (66,5%), che si trova in cima alla classifica per la presenza di residui quantificati di pesticidi in questo periodo. Alla fine della classifica, per questa presenza di residui di pesticidi, troviamo: barbabietole (6,9%), madera / igname (3,7%), asparagi (2,1%) e infine mais dolce (0,8%).

 

I prodotti che hanno riportato sforamenti dei limiti di legge sono stati tra i frutti ananas(9,6% dei campioni), seguita da ciliegie (5,2%), kiwi (4,2%), pompelmi (4,2%) e clementine / mandarini (3%), mentre tra le verdure, sono le erbe fresche che nel 21,5% dei casi presentano concentrazioni superiore ai limiti di legge, seguito dal sedano (15,7%) e dalle rape (8,8%).

 

“Oltre a costituire un’utile fonte di informazioni per il consumatore nelle sue scelte – spiega François Veillerette direttore di Générations Futures – ci auguriamo che questo rapporto permetterà a tutti noi di diventare consapevoli della necessità di cambiare le pratiche agricole eliminando la dipendenza da questi inquinanti, alcuni dei quali rappresentare un pericolo per la nostra salute e il nostro ambiente”.





Prodotto Consigliato
L'Alimentazione che può prevenire e curare le nostre malattie  Roberto Gava   Salus Infirmorum

L'Alimentazione che può prevenire e curare le nostre malattie

L'obiettivo di questo libro è fornire le conoscenze necessarie affinché ognuno possa personalizzare la propria alimentazione e crearsi la propria dieta

Roberto Gava

Sono convinto che non esista una dieta universale valida sempre e per tutti, ma esistono invece alcune regole alimentari generali che, una volta compresi i fondamenti su cui si basano, permettono a ciascuna persona di costruirsi la propria dieta personalizzata. La vera dieta, quella che fa bene alla persona, deve essere adattata… Continua »
Pagine: 312, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
14,37 € 16,90 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Troppi zuccheri negli alimenti per bambini sotto i sei mesi 2 AGO 2019 ALIMENTAZIONE
Pesticidi: “Il nuovo piano di azione non è ambizioso” 2 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Muore bimbo di tre anni: l'ospedale lo aveva dimesso 2 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Alimentazione: molti ospedali ignorano le linee guida contro il cancro 31 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Epatiti: il Ministero della Salute scagiona gli integratori di curcuma 31 LUG 2019 SALUTE
Protesi al seno: ritiro mondiale per rischio tumori 29 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Oms: “Le sigarette elettroniche sono indubbiamente dannose” 29 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
12-13 ottobre e 23-24 novembre: Le droghe in Omeopatia (Milano) 26 LUG 2019 OMEOPATIA
Denutrizione e obesità aumentano nel mondo 26 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Vaccino anti-influenzale e danno permanente: riconosciuto il nesso causale 26 LUG 2019 VACCINAZIONI
Padova: duecento morti ogni anno per infezioni ospedaliere 26 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Così l'Omeopatia accompagna la vita delle donne 24 LUG 2019 OMEOPATIA
Tumori al colon: il 10% dovuto a dieta errata 24 LUG 2019 SALUTE
Nuovi studi sul glifosato, il pesticida che sta mettendo in ginocchio Bayer-Monsanto 24 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come riconoscere e affrontare gli effetti del caldo sulla salute 22 LUG 2019 SALUTE
Dalle carie ai tumori: perché dovremmo smettere di mangiare troppo zucchero 22 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Menopausa: uno studio conferma l'efficacia dell'Omeopatia 22 LUG 2019 OMEOPATIA
Troppi farmaci: 10 sostanze diverse per 1 anziano su 5 19 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Caso Avastin-Lucentis: Regioni e Ministero della Salute chiedono maxi risarcimento 19 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'allattamento esclusivo al seno eviterebbe 820.000 decessi 17 LUG 2019 INFANZIA
Così i social media aumentano la depressione degli adolescenti 17 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cartello sui farmaci: il Consiglio di Stato conferma la condanna a Roche e Novartis 17 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Alzheimer: dipende dai geni o dallo stile vita? 15 LUG 2019 SALUTE
Dieci consigli per combattere la stanchezza estiva 15 LUG 2019 SALUTE
Pfas: dirigenti della Miteni rinviati a giudizio per disastro e avvelenamento 12 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il Dna dei centenari può ringiovanire il cuore 12 LUG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Le bevande zuccherate possono aumentare il rischio tumori 12 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Alcuni cibi aumentano il rischio di scottature 10 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Da oggi in Europa solo pesce d'importazione 10 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Infarto? Ogni minuto conta 8 LUG 2019 SALUTE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione