Denuncia sanitaria

Pesticidi killer delle api: 'serve uno stop definitivo'

Fonte: Legambiente


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

ape
Pesticidi killer delle api: 'serve uno stop definitivo'

Fermare la moria delle api significa dire per sempre basta all’uso di pesticidi sistemici, utilizzati soprattutto per difendere il mais dai parassiti. “Prendendo atto dei risultati di numerosi studi e ricerche sugli effetti letali che queste sostanze hanno sulle api, i ministeri competenti devono procedere alla loro sospensione definitiva”. Lo sostengono Legambiente e Unaapi, che da anni portano avanti questa battaglia. Una richiesta ferma e decisa che le due associazioni rivolgono al ministero della salute e ai dicasteri competenti, che entro il 30 giugno dovranno esprimersi sulla sospensione dell'autorizzazione dei concianti del mais, contenenti le sostanze clothianidina, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil.

“Per ben cinque volte i ministeri hanno dato stop temporanei all’uso dei pesticidi in questione – dichiara Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente -. Ora serve un divieto definitivo, perché ad essere in gioco, oltre alla salute dell’ambiente, è l’intero settore agricolo. I ministeri dispongono di dati che dimostrano come il periodo di sospensione di queste sostanze, abbia avuto risultati positivi con il conseguente ripopolamento degli alveari, l’aumento della produzione di miele unita ad una ripresa di salute e di produttività degli allevamenti apistici italiani. Senza uno stop definitivo, si rischia di vanificare tutti i buoni risultati ottenuti fino ad ora mettendo nuovamente in pericolo le api, l’ambiente e il settore dell’apicoltura”.

"Il declino delle api, eccezionali sensori ambientali, dimostra come e quanto gli insetticidi sistemici distruggano le forme vitali naturali indispensabili alla fertilità di agricoltura e ambiente – spiega Francesco Panella, presidente Unaapi - La scienza ha oramai accertato che il pervasivo utilizzo dei micidiali insetticidi è un enorme rischio: è l’ora di vietarli per il mais e di rivalutare gli altri metodi agricoli. Si afferma di voler convertire la produzione agricola a metodi più ecologici ma poi, anche di fronte a prove oramai inconfutabili, non si è in grado di assumere come in questo caso piccole, ma urgenti, decisioni”.

Gran parte della produzione agricola dipende dall’impollinazione delle api. Se ci fosse una riduzione di questi impollinatori, si avrebbe una riduzione della resa di circa il 90%. Impedire per sempre l’uso dei neonicotinoidi è dunque una scelta fondamentale per tutelare l’apicoltura italiana, ma soprattutto per far compiere all’agricoltura un passo in avanti a favore dell’innovazione e della sicurezza alimentare.

Adottare tecniche agronomiche come la rotazione culturale, senza ricorrere all’uso di concianti sistemici, permette di tutelare efficacemente le produzioni maidicole. Nel 2010, cambiando periodicamente la coltivazione, c’è stata, infatti, una riduzione sostanziale della presenza del parassita del mais e solo una piccolissima parte dell’intera superficie coltivata ha subito i danni provocati dal coleottero americano, con conseguente produzione eccezionale di mais nel 2011 in Italia.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (2)

Articoli di Redazione

Merendine e bevande, ‘senza zucchero’ non significa senza problemi 24 APR 2019 ALIMENTAZIONE
Spese mediche: in difficoltà 1 italiano su 5 8 FEB 2019 DENUNCIA SANITARIA
Burioni, Grillo e Renzi firmano patto per scienza. “Colossale presa in giro” 11 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, D'Anna (Biologi): "Basta chiacchiere e petizioni, scienziati e istituzioni tirino fuori analisi farmacovigilanza" 3 GEN 2019 VACCINAZIONI
Un Natale sereno anche per gli animali 21 DIC 2018 ANIMALI
Anche Nature riporta la notizia delle analisi del Corvelva sui vaccini 17 DIC 2018 VACCINAZIONI
Vaccini: tutti i rapporti tra Ricciardi e le case farmaceutiche 10 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
In vaccino... veritas 7 DIC 2018 VACCINAZIONI
Vaccini pediatrici. La vittoria di Kennedy contro l’HHS 5 DIC 2018 VACCINAZIONI
La vita di Timothy Field Allen [Maestro dell'Omeopatia] 30 NOV 2018 OMEOPATIA
Omeopati: "Tra visite lampo e fake news medicina perde di vista l'uomo" 5 OTT 2018 OMEOPATIA
Vaccini: non basta l’efficacia, ci vuole anche la sicurezza 3 OTT 2018 VACCINAZIONI
Genova: medico minaccia di morte figli di genitori free-vax. Codacons lo denuncia in procura e all’ordine dei medici 13 AGO 2018 VACCINAZIONI
Vaccini: Codacons pronto a denunciare l'associazione nazionale presidi 13 AGO 2018 VACCINAZIONI
L'Omeopatia fa bene allo sport 27 LUG 2018 OMEOPATIA
Vaccini: Tribunale di Roma proscioglie Codacons e Carlo Rienzi da accuse di diffamazione mosse da Ricciardi 14 GIU 2018 VACCINAZIONI
Colpo di scena: Ricciardi apre all’Omeopatia istituendo un tavolo tecnico 1 GIU 2018 OMEOPATIA
Giornata Internazionale dedicata alla consapevolezza del danno da vaccino 1 GIU 2018 VACCINAZIONI
A chi fa tanto paura l’Omeopatia? 30 MAG 2018 OMEOPATIA
"L'omeopatia e le sue prime battaglie". Intervista al prof. Paolo Bellavite 18 MAG 2018 OMEOPATIA
Sospensione dell'obbligo vaccinale: la proposta di legge diventa realtà 16 MAG 2018 VACCINAZIONI
ADHD: “Aumento di diagnosi dovuto al marketing, non alla medicina” 27 APR 2018 INFANZIA
Il sindacato degli insegnanti prepara il ricorso contro il decreto Lorenzin 21 AGO 2017 VACCINAZIONI
Vaccini: istanza in caso di invito al centro vaccinale 21 AGO 2017 VACCINAZIONI
Le analisi delle fiale dei vaccini 21 LUG 2017 VACCINAZIONI
Un’alternativa all’attuale decreto vaccini? "Ecco la nostra proposta" 14 LUG 2017 VACCINAZIONI
Decreto vaccini: interviene Franco Berrino 3 LUG 2017 VACCINAZIONI
Codacons, "un dirigente Glaxo può firmare atti pubblici?" 12 GIU 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini: il Codacons sta per svelare i documenti segreti dell'AIFA sulle reazioni avverse 29 MAG 2017 VACCINAZIONI
AIFA: antidepressivi per minori inefficaci e pericolosi 24 MAG 2017 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione