Infanzia

Farmaci con paracetamolo: rischio asma e allergie per i bambini


CATEGORIE: Infanzia , Salute

febbre
L'assunzione di paracetamolo - sostanza che si trova in molti antidolorifici in genere somministrati per tosse, raffreddore e febbre - può essere associata nei bambini allo sviluppo di asma e allergie

L'assunzione di paracetamolo - sostanza che si trova in molti antidolorifici in genere somministrati per tosse, raffreddore e febbre -  può essere associata nei bambini allo sviluppo di asma e allergie. Questo è quanto emerso da uno studio  della Otago University di Wellington pubblicato sulla rivista Clinical and Experimental Allergy.

"La scoperta principale - ha spiegato Julian Crane, lo scienziato che ha coordinato lo studio  - è che i bambini che hanno utilizzato il paracetamolo prima di aver compiuto 15 mesi (il 90 per cento) hanno il triplo di probabilita' in piu' di diventare sensibili agli allergeni e il doppio di probabilita' in piu' di sviluppare i sintomi come l'asma a sei anni rispetto ai bambini che non hanno utilizzato il paracetamolo. Tuttavia, allo stato attuale - ha continuato Crane - non sappiamo il perche' di questo. Abbiamo bisogno di studi clinici per verificare se queste associazioni siano causali o meno, e per chiarire l'impiego comune di questo farmaco".
Il problema, secondo lo studioso, è che “il paracetamolo e' stato dato molto liberamente ai bambini piccoli”.



Hai un account google? clicca su:








Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Redazione InformaSalus.it


'Non allattate, comprate il latte artificiale': arrestati 12 pediatri 21 NOV 2014 DENUNCIA SANITARIA
Chemioterapia: l'omeopatia migliora la qualità della vita dei pazienti oncologici 19 NOV 2014 OMEOPATIA
Cyberbullismo: un fenomeno sempre più diffuso 19 NOV 2014 INFANZIA
Muore dopo un vaccino antinfluenzale: la Procura di Siracusa apre un'inchiesta 19 NOV 2014 DENUNCIA SANITARIA
Triclosan, l'antimicrobico 'killer' del fegato 18 NOV 2014 SALUTE
Resistenza agli antibiotici: è emergenza sanitaria 18 NOV 2014 DENUNCIA SANITARIA
Farmaci: meno del 50% è studiato per le esigenze dei bambini 17 NOV 2014 INFANZIA
Cannabis terapeutica: in Toscana possono prescriverla tutti i medici 17 NOV 2014 SALUTE
Energy drink: negli Usa in tre anni oltre 2mila bimbi in ospedale 17 NOV 2014 DENUNCIA SANITARIA
Argentina: in protesta da un anno contro Monsanto 12 NOV 2014 DENUNCIA SANITARIA
Ogm: “gli Stati membri siano liberi di deciderne il divieto” 10 NOV 2014 ALIMENTAZIONE
Ansia e attacchi di panico? Questione di ossitocina 10 NOV 2014 SALUTE
Vaccini: “sbagliato negare i danni” 10 NOV 2014 VACCINAZIONI
22 Novembre 2014 – Convegno 'Conoscere l'Omeopatia' (Roberto Gava e Nicoletta Zappa) 7 NOV 2014 CONVEGNI
Cambiamenti climatici: in arrivo nuove malattie? 7 NOV 2014 DENUNCIA SANITARIA
Farmaci ai bovini per produrre più latte: scoperto mercato nero 7 NOV 2014 ANIMALI
Stamina: stop definitivo alla sperimentazione 7 NOV 2014 SALUTE
Stress: “nel 2020 sarà la prima causa di malattia” 6 NOV 2014 SALUTE
Il fumo fa ingrassare, soprattutto quello passivo 6 NOV 2014 DENUNCIA SANITARIA
In forma e in salute con i fiocchi d'avena 4 NOV 2014 ALIMENTAZIONE
Danni da vaccino e trasfusioni: sbloccati i risarcimenti 4 NOV 2014 VACCINAZIONI
Il latte fa bene alle ossa? Uno studio ribalta la credenza generale 29 OTT 2014 ALIMENTAZIONE
Meno sale nei surgelati: accordo Ministero e aziende 29 OTT 2014 ALIMENTAZIONE
Il cioccolato fa bene alla memoria 29 OTT 2014 ALIMENTAZIONE
Troppi antibiotici negli allevamenti di polli 27 OTT 2014 DENUNCIA SANITARIA
In forma e in salute con il finocchio 27 OTT 2014 ALIMENTAZIONE
Giovani: 9 su 10 sono sedentari 27 OTT 2014 SALUTE
Più felici con frutta e verdura 23 OTT 2014 ALIMENTAZIONE
Autismo e inquinamento: scoperto legame 23 OTT 2014 AUTISMO
Germania: omeopatia sempre più diffusa 23 OTT 2014 OMEOPATIA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita