Omeopatia

Pisa, l'omeopatia tra gli insegnamenti del corso di laurea in farmacia


CATEGORIE: Omeopatia

In una fase in cui si mettono alla gogna le Università solo per il fatto che in alcune si organizzerebbero corsi poco seguiti e su materie che sembrerebbero assai poco significative, forse anche il fatto che il comitato di indirizzo del corso di laurea in Farmacia dell’Università di Pisa abbia deciso di inserire, dal prossimo anno, un modulo di insegnamento dedicato alla Omeopatia nel programma del corso di analisi dei farmaci, potrà sembrare controcorrente.

Ma lo è assai meno se si considerano i numeri che ormai caratterizzano sia il ricorso a questa pratica medica, che alle rispettive terapie. E se si valuta anche lo sforzo che da parte degli operatori che ruotano attorno a questo complesso e poco conosciuto mondo stanno facendo per perseguire la pratica di integrazione.

Il numero delle persone che ricorrono alle cosiddette medicine complementari (omeopatia, agopuntura, antroposofia ecc) è stimato - in una recente ricerca del Censis - in poco più di tredici milioni di cittadini, ovvero il 23,4% della popolazione, corrispondenti a quasi un quarto dei cinquantasei milioni di italiani censiti nel 2001. Tra tutte le medicine complementari, la medicina omeopatica risulta essere la più utilizzata e i dati del Censis ne confermano un trend costantemente in crescita negli ultimi sette anni (incremento dello 0,2%).

La notizia dell’inserimento dello studio dell’omeopatia nel prossimo corso di laurea in farmacia è stata data nell’ambito della presentazione del libro di Ioannis Konstantos, “Materia Medica Omeopatica Clinica”, che si è svolta sabato pomeriggio all’Hotel Granduca di San Giuliano Terme di fronte ad una platea, che gli organizzatori dichiarano gremitissima, di medici omeopati e della medicina tradizionale.

Segno anche questo che l’integrazione fra le due pratiche mediche senza negare l’una l’importanza e la valenza dell’altra è cosa che comincia ad essere possibile. La Toscana su questo ha precorso i tempi e, con una legge approvata all´unanimità il 13 febbraio 2007, la medicina omeopatica (assieme da altre pratiche mediche cosiddette alternative) è stata integrata nel servizio sanitario pubblico regionale. Non esiste infatti ancora una legge nazionale in tal senso, anche se il fatto che il parlamento abbia ripreso la discussione della proposta di legge che aveva visto chiudersi l’iter già arrivato a buon punto per la caduta del governo, fa ben sperare che anche il nostro paese si adegui ben presto al resto d’Europa.

Solo con una norma di riferimento certa sarà possibile infatti dare ai cittadini la possibilità di scegliere il metodo di cura, senza rischiare però di incorrere in falsi medici improvvisati. Ed evitare quello che Simonetta Bernardini, presidente di Siomi (società italiana di omeopatia e medicina integrata) definisce «l’abusivismo terapeutico», quello cioè che vorrebbe curare il raffreddore con gli antibiotici e l’attacco di appendicite acuta con l’omeopatia.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA
Medicina omeopatica: confermato il significativo ruolo sociale nella Salute Pubblica 25 FEB 2016 OMEOPATIA
Abbigliamento outdoor: “troppe sostanze chimiche” 25 GEN 2016 DENUNCIA SANITARIA
Assis: non partecipiamo alla battaglia dei vaccini, preferiamo ragionare 13 GEN 2016 VACCINAZIONI
Omeopatia per la cura del cancro 11 GEN 2016 OMEOPATIA
Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi" 14 DIC 2015 OMEOPATIA
I veleni dell'Ilva 2 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Recanati: "bambina di sei anni sviene dopo il vaccino" 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Psicofarmaco per bambini inefficace e pericoloso: “la GlaxoSmithKline ha alterato i dati” 28 OTT 2015 INFANZIA
“Vaccinazioni rischiose, l’ho provato con mio figlio” 23 OTT 2015 VACCINAZIONI
California: vaccini contenenti mercurio a bambini e donne in gravidanza? 12 OTT 2015 VACCINAZIONI
Lettera di una mamma con figlio – presunto – autistico 10 SET 2015 AUTISMO
Adulti iperattivi: “una nuova operazione di marketing farmaceutico” 19 GIU 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, Antitrust avvia un’indagine conoscitiva. 'Prezzi sono in aumento' 27 MAG 2015 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione