Omeopatia

Omeopatia, la costituzione fosforica


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia

Il fosfato di calcio è presente in tutti i tessuti organici e in questo soggetto i problemi sono legati al metabolismo di questi due minerali.

Si presenta magro e alto con un aspetto elegante, la sua pelle è chiara e pallida e il viso triangolare e allungato. Il torace è esile e i suoi arti sono lunghi e sottili. L’angolo braccio-avambraccio è tendenzialmente in linea. Sono bambini magrolini, con appetito alterno, insonnia e umore variabile.

Il fosforico si esaurisce facilmente e la sua vita interiore domina su quella di relazione. È spesso ipoteso e molto freddoloso. Ha un’intelligenza brillante ma è anche insoddisfatto e scontento.

È sempre malaticcio ma di rado soffre di gravi malattie, piuttosto di dimagrimento, anemia e di una demineralizzazione progressiva. Lo sviluppo degli organi che hanno funzione di sostegno e di movimento è insufficiente e quindi i suoi muscoli sono molto deboli, i legamenti tendono ad allentarsi, le ossa tendono ad assumere curvature viziate. Ne possono derivare: scoliosi, cifosi, piedi piatti, petto scavato, prolassi e lassità dei legamenti.
Predisposizioni morbose: rinofaringiti, bronchiti, diarree, cefalee, pertosse, cistiti recidivanti, squilibri immunitari fino all’autoimmunità.

• Longilineo astenico: secondo Pende.
• Ectoblasta: secondo Martiny.
• Tubercolinico: secondo la teoria miasmatica.
• Ectoblasta.
• Cerebrale vigile, idealista, ipersensibile.
• Incapace di ben utilizzare il fosforo.
• È deficitario del mesoblasta e dell’endoblasta.
• Angolo braccio/avambraccio all’estensione uguale a 180°.
• Angolo coscia/gamba in linea retta.

È caratterizzata da un eccesso delle funzioni degli organi derivanti dall’ectoblasta:
• SNP (nervi);
• SNA (a prevalenza simpatica);
• epidermide;
• ghiandole mammarie;
• epifisi;
• neuroipofisi;
• midollo surrenale.
L’insufficienza vera o relativa dei foglietti endo e mesoblastici comporta astenia, ipoglobulia, magrezza.

Segni morfologici
• Generalmente longilineo, può essere normo o brevilineo.
• È il ragazzo che cresce rapidamente con i cosiddetti “dolori della crescita”.
• Tendenza alla magrezza, difficilmente correggibile.
• Il tono è dominato da astenia e gracilità che non gli consentono una stazione ben eretta, sarà sempre in cerca di un appoggio (vale anche per l’ambito psicologico).
• I suoi movimenti sono caratterizzati da armonia, eleganza e garbo.
• Cute pallida, precocemente rugosa; pannicolo adiposo scarso.
• Dolicocefalo; faccia triangolare a base superiore; naso affilato.
• Capelli abbondanti, con attaccatura bassa sulla fronte, tendenza spiccata alla calvizie precoce.
• Arcata superiore leggermente protusa, con denti rettangolari, lunghi e stretti; di colorito giallognolo tendono alle carie.
• Il volto, nel suo insieme, esprime mancanza di vigore.
• Collo lungo e sottile, con pomo di adamo molto evidente.
• Torace stretto e appiattito in senso antero-posteriore in atteggiamento espiratorio con angolo epigastrico acuto, spalle cadenti, scapole alate: è l’abitus tisicus.
• Arti poco muscolosi, lunghi e sottili, angolo braccio/avambraccio e coscia/gamba di 180°.
• Mano lunga, poco muscolosa ma elegante con dita lunghe, sottili, affusolate come i piedi, che tendono al piattismo.
Il fosforico rappresenta il biotipo che manca di sostegno: il suo atteggiamento è, infatti, in cerca di sostegno e di appoggio.

Segni fisiologici
• Dinamica: ogni movimento è armonioso, elegante, elastico. La deambulazione non è regolare, ma rispecchia le caratteristiche del biotipo, così la gestualità.
• Scarsa resistenza allo sforzo: si stanca rapidamente e altrettanto rapidamente recupera. Nello sport è l’atleta dello sprint (spesso predilige sport come il nuoto o la danza ritmica).
• Di fronte ai cambiamenti o agli impegni si applica e reagisce, ma paga assai presto lo scotto: comparsa di disturbi sine materia.
• È freddoloso ma preferisce l’aria aperta agli ambienti chiusi.
• Scarsa la resistenza alle malattie acute: lunga incubazione e lunga convalescenza.
• Neuroendocrinologicamente:
– ipersimpaticotonismo con ipertiroidismo e/o distiroidismo;
– iperpinealismo;
– ipermedullosurrenalismo (eccesso di adrenalina e noradrenalina);
– iperpituitarismo posteriore;
– ipopituitarismo anteriore;
– ipocorticosurrenalismo;
– ipogonadismo;
– ipoparatiroidismo.
Laboratorio: frequente ipocalcemia, anemia, linfocitosi, azotemia. Emogruppo: A o 0.

Segni psicologici
• Intelligenza astratta, idealista, poco pratico; vuol fare mille cose, ne conclude poche.
• Intuitivo più che ragionatore, sognatore più che realizzatore.
• Carattere: emotivo, ipersensibile, di fertile immaginazione, affettivo; è un sentimentale.
• Umore: pessimista, depresso, tetro e sospettoso.
• Complesso di inferiorità per la salute cagionevole: pertanto ha una cerchia di amicizie ristretta ed è invidioso di coloro che sono più sani e più forti.
• Trova conforto e coraggio solo nell’arte, che ama.
• Ambizioso e avido di gloria, quando riesce a vincere il proprio complesso d’inferiorità, perché è consapevole del proprio valore intellettuale.
• Scarsa forza di volontà, non può dominare i suoi stati d’animo.
• Scarsa resistenza intellettuale, non riesce nelle lunghe applicazioni mentali.
• Paura delle malattie: va sempre dal medico.
• Detesta il metodo e l’ordine; non sopporta gli schemi e tutto ciò che è regolamentato: odia la consuetudine. Rifugge la monotonia: tutto deve essere intellettualmente stimolante e spronare la fantasia.
• Di temperamento schizoide, detesta il lavoro fisico: è il classico artista.

Tendenze morbose
• Diatesi reumatica e distonie neurovegetative (malato immaginario).
• Anemie ipocromiche.
• Catarri bronchiali, affezioni respiratorie, tubercolosi.
• Vizi valvolari congeniti di scarsa rilevanza: le cardiopatie vere e proprie sono rare.
• Tende al dimagrimento, alla demineralizzazione, alla ptosi, alle scoliosi, alle cifosi, al piede piatto, allo sterno incavato.
• Tende anche agli spasmi per ipoparatiroidismo.
• Insufficienza epato-pancreatica, atonia gastro-intestinale.

I rimedi indicati nel fosforico


• Rimedio di base: Calcarea phosphorica.
• Rimedi intermedi: Magnesia phosphorica, Kalium phosphoricum, Natrum phosphoricum, Phosphorus, Phosphoricum acidum.
• Nosodi: Tuberculinum.

 

 

Tratto da "Segni, Sintomi ed emozioni in Omeopatia" di Domenico Claps



Hai un account google? clicca su:




Prodotti Consigliati
Segni, sintomi ed emozioni in Omeopatia  Domenico Claps   Edizioni Enea

Segni, sintomi ed emozioni in Omeopatia

Domenico Claps

Prefazione Introduzione PRIMA PARTE - I fondamenti 1. L'OMEOPATIA 1. Una visione olistica del paziente 2. Hahnemann e l'Omeopatia 3. Definizione di Omeopatia 2. LE COSTITUZIONI 1. La costituzione carbonica 2. La costituzione sulfurica 3. La costituzione fosforica 4. La costituzione fluorica 5. La costituzione muriatica 3. I MIASMI 1. Il miasma psora 2. Il miasma sicosi 3. Il miasma sifilis 4. Il miasma… Continua »
Pagine: 236, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Edizioni Enea
16,20 € 18,00 € (-10%)
 
Segni, sintomi ed emozioni in omeopatia (ebook)  Domenico Claps   Edizioni Enea

Segni, sintomi ed emozioni in omeopatia (ebook)

Domenico Claps

Questo libro è indirizzato sia al medico che pratica o che inizia ad appassionarsi all’Omeopatia, sia ai naturopati e a coloro che vogliono trattare piccoli disturbi con rimedi omeopatici.La trattazione procede dai fondamenti (costituzioni, miasmi, leggi e preparazione dei rimedi), passando per una materia medica sintetica ma chiara, fino al pronto soccorso omeopatico, utile non solo nel proprio studio,… Continua »
Tipologia: E-book, Editore: Edizioni Enea
9,99 €
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Domenico Claps

Omeopatia, la costituzione muriatica 15 MAR 2016 OMEOPATIA
Omeopatia, la costituzione fluorica 22 FEB 2016 OMEOPATIA
Omeopatia, la costituzione sulfurica 4 FEB 2016 OMEOPATIA
Omeopatia, la costituzione carbonica 29 GEN 2016 OMEOPATIA
Introduzione a "Segni, sintomi ed emozioni in Omeopatia" 23 NOV 2015 OMEOPATIA






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione