Omeopatia

Omeopatia, scenari italiani tra successi e contraddizioni. Intervista a Enzo Grubiussa

Fonte: dazebao.org


CATEGORIE: Omeopatia

ROMA -  Molti ritengono erroneamente che la definizione di "medicine alternative" sia sinonimo di "non scientifiche". Si tratta invece di dottrine che conciliano il ''metodo scientifico'' con le tradizioni antichissime dei popoli.

Vengono sempre più adottate in Europa al punto che nel 2002 la Federazione Nazionale dell'ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri riconosce le Medicine non Convenzionali (MNC) oggi regolamentate dalla legge, come esprime l'art. 15 del Codice di Deontologia Medica. Dopo anni di esitazioni, oggi la Medicina è pronta a riconoscere le MNC e la stessa Corte di Cassazione ha emanato sentenze che riconoscono l'esclusività dell'esercizio delle MNC da parte dei soli medici. Enzo Grubissa, Medico ed Omeopata ci parla della situazione attuale dell'omeopatia in Italia.


Quale ritiene sia la situazione attuale della medicina omeopatica in Italia?

Rispetto a quando ho cominciato io, nell' 86 , adesso c'è molta più offerta e anche la domanda è cresciuta a dismisura, molta gente la conosce e la usa e anche i medici tradizionali ( i cosiddetti "allopati") se ne sono accorti e la trattano con un occhio di riguardo anche se non la comprendono o la praticano. L'insegnamento è diffuso e qualunque medico può accedere a vari corsi e seminari in tutta la penisola, una volta l'insegnamento era quasi esoterico e c'erano poche scuole e nessun libro in italiano, mi ricordo di aver ordinato libri in inglese dall'India , mentre adesso  c'è di tutto e di più, questo mi rende felice e fiero di essere stato uno dei primi " pioneri " in questo campo.


In che modo la medicina omeopatica agisce sull'organismo e come mai molti medici non sono convinti della sua efficacia?

La Medicina Omeopatica è tutt'altro che una Filosofia o una forma di Credo, è una EBM (Evidence Based Medicine = Medicina basata sull'esperienza ) ante litteram, nata dall'esperienza e dalle osservazioni di Medici coraggiosi e geniali che hanno sperimentato prima su di sè poi solo dopo sui malati i loro rimedi applicando un antichissimo precetto Ippocratico. Il principio fondamentale è quello della Similitudine, sono state poi scoperte le proprietà della Diluizione e della Dinamizzazione, che sono così contestate dalla Medicina Allopatica, ma che in realtà pratica anch'essa, ad es nei vaccini.

Le piccole dosi agiscono fornendo informazioni, che consistono in bit di energia, ad un sistema vivente complesso già in grado di auto-regolarsi, momentaneamente o cronicamente in una situazione di squilibrio che non riesce a superare da solo o con l'uso di farmaci ALLOPATICI che agiscono SOLO sul sintomo, di solito creandone altri, ma non sulla CAUSA, che io ritengo essere quasi sempre di natura PSICO- EMOTIVA, oppure per usare un termine nuovo, ormai "scientificamente" conosciuto PSICO-NEURO-ENDOCRINO-IMMUNITARIO (PNEI).


I cristalli dell'acqua e le sue diverse forme sono stati studiati e fotografati, può spiegarci meglio cosa sono e in che modo influenzano l'armonia dei corpi circostanti?

Sono esperimenti affascinanti, inspiegabili secondo le leggi cosiddette " scientifiche " della chimica e della fisica, ma che saltano immediatamente anche all'occhio del profano, come la cristallizzazione dell'acqua esposta a parole o a musiche diverse tra loro, sia diversa e ne risalti subito all'occhio la presenza di bellezza e armonia nelle forme oppure no, e l'effetto è riproducibile e diventa quindi prevedibile. Come avvenga ciò può essere solo ipotizzabile con un fenomeno di risonanza, simile a quello delle onde sonore.

Anche se ormai le Medicine non Convenzionali sono regolamentate dalla legge nel Codice di Deontologia Medica, esiste ancora una profonda contraddizione  tra sistema sanitario ed esigenze dell'individuo per quanto concerne la scelta delle terapie da seguire. Principio espresso nell'art. 32 della Costituzione.

Non solo: un informatore della Boiron mi ha detto che nella nuova Finanziaria i rimedi omeopatici non saranno più detraibili, perchè mentre prima comparivano col loro nome nello scontrino "parlante" della farmacia, col nuovo emendamento comparirà solo la sigla ministeriale del farmaco, quindi quelli che non sono registrati come "farmaci" poiché tale registrazione necessita di una procedura lunga e costosissima che le piccole case farmaceutiche omeopatiche non potranno mai permettersi, gli omeopatici o i fitoterapici non compariranno più sotto la voce farmaci.


Lei ha parlato di piccole case farmaceutiche omeopatiche in riferimento alle grandi produttrici di farmaci ed ha parlato di principio di dinamizzazione e diluizione adottato nei vaccini. Oggi si assiste ad una totale incertezza relativamente ai danni da vaccino. Cosa pensa relativamente al fatto che è stato proposto un vaccino specifico sull'h1n1 quando l'antigene analogo al virus era stato inserito già in quello contro l'influenza stagionale?

Questo sinceramente non l'ho ancora capito e, come me, tanti colleghi perplessi a cui nessuno ha saputo o voluto dare una risposta precisa. Anche riguardo l'adiuvante si tratta di scelte che variano da azienda sanitaria ad un altra. Sono decisioni spesso dettate da criteri puramente economici.


Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione