Omeopatia

Omeopatia: l'appello di medici e pazienti alle istituzioni


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia
Omeopatia: l'appello di medici e pazienti alle istituzioni

Recentemente una sentenza del Tar del Lazio ha preso in esame il decreto Balduzzi e le «improponibili tariffe di registrazione dei medicinali omeopatici nel nostro Paese ivi riportate» definendo illegittimi gli aumenti spropositati delle tariffe di registrazione dei medicinali. Per l'omeopatia, tuttavia, i problemi non sono finiti. È per questo che le associazioni di medici e pazienti omeopatici hanno deciso di rivolgersi nuovamente alle istituzioni lanciando un appello.

Le problematiche relative ai medicinali omeopatici e antroposofici in Italia sono ancora lontane da una risoluzione, anche se una recente sentenza del TAR Lazio ha riconosciuto in parte le istanze delle Aziende produttrici di tali medicinali contro le disposizioni regolatorie emanate nei mesi scorsi da Ministero della Salute ed AIFA. In attesa di un nuovo pronunciamento del Parlamento italiano, le Società scientifiche e Associazioni dei medici e dei pazienti della medicina omeopatica e antroposofica, insieme alla più gran parte delle Scuole che insegnano in Italia queste metodiche terapeutiche,hanno elaborato un documento, che viene inviato a tutte le Istituzioni italiane a vario titolo coinvolte nella problematica specifica, con lo scopo di poter giungere finalmente ad una corretta regolamentazione dei medicinali suddetti.

Il documento si propone lo scopo di orientare le Istituzioni italiane verso una completa conoscenza delle problematiche inerenti la professionalità dei medici che in Italia prescrivono medicinali omeopatici e antroposofici e dei non meno di undici milioni di cittadini che si curano con queste metodiche terapeutiche a fine di una più adeguata e definitiva revisione della regolamentazione del settore dei medicinali omeopatici e antroposofici. In allegato Pdf il documento elaborato e già inviato alle Istituzioni.

Presidente APO: Sig.ra Vega Palombi Martorano
Presidente FIAMO: Dott.ssa Antonella Ronchi
Presidente SIMA: Dott.ssa Laura Borghi
Presidente SIOMI: Dott.ssa Simonetta Bernardini

In allegato Pdf il documento elaborato e inviato alle Istituzioni.



Scarica allegato



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Cibi scaduti e scarsa igiene: la metà dei ristoranti etnici è irregolare 14 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
La strategia per ridurre il consumo di bevande zuccherate 14 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Il nostro Servizio Sanitario Nazionale cade a pezzi 12 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Aumentano le morti correlate agli oppioidi. Aziende di farmaci nel mirino 12 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quanti sono i morti per la malasanità? Migliaia, ma non fanno notizia se non c'entra l'Omeopatia 11 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
I bimbi prematuri sono più a rischio di malattie cardiache 10 GIU 2019 INFANZIA
È lecito ed etico che le aziende del tabacco siano sponsor e relatori nei congressi medici? 10 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Pesticidi in frutta e verdura: dalla Francia un report allarmante 10 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Gli oli essenziali: la menta piperita 7 GIU 2019 SALUTE
Colesterolo: c'è differenza tra carne rossa e bianca? 7 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Un milione e mezzo di bambini esposti a sostanze tossiche 7 GIU 2019 INFANZIA
Respiri e ingerisci oltre 50.000 particelle di plastica all'anno senza accorgerti 6 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Una dieta con pochi grassi combatte il cancro al seno 6 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Chi sono i medici in conflitto di interesse? Corvelva pubblica i dati di tutte le province venete 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Amianto nelle scuole: a rischio la salute di alunni e docenti 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Taranto, ex Ilva: 600 bimbi sono nati malformati 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Studiare fa bene al cuore: riduce rischio di infarto e ictus 31 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Cuore: la prevenzione parte dall'infanzia 31 MAG 2019 INFANZIA
Abuso di farmaci oppioidi: Johnson & Johnson accusata per epidemia di morti 31 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
La dipendenza da videogiochi è ufficialmente una malattia 29 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Martin Gore: il famoso scienziato è morto per una reazione avversa al vaccino 29 MAG 2019 VACCINAZIONI
Ecco gli esami diagnostici più richiesti al mondo 27 MAG 2019 SALUTE
Frutta e verdura migliorano la fertilità maschile 27 MAG 2019 ALIMENTAZIONE
Antibiotici nei fiumi di tutto il mondo: 300 volte oltre i limiti 27 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Bambini: troppe ore davanti allo schermo aumentano il rischio di Adhd 23 MAG 2019 INFANZIA
Il cancro non arriva per caso né per sfortuna 23 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
L'Europa è sempre più obesa 23 MAG 2019 ALIMENTAZIONE
I parchi giochi dei bambini sono contaminati dai pesticidi 22 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Aumentano i casi di epatite: esami su integratori alla curcuma 22 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Nei broccoli una nuova possibile arma contro il cancro 20 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione