Omeopatia

L’omeopatia per gli animali: una realtà in espansione

Fonte: Il Granulo


CATEGORIE: Omeopatia , Animali

cane
Già nel 1800 il dr.Lux, medico veterinario, iniziò a somministrare rimedi omeopatici agli animali

Da tempo, accanto al medico omeopata, si trovano sempre più veterinari che lasciano nel cassetto le terapie consuete per abbracciare una nuova filosofía medica e una nuova disciplina terapeutica. Contemporaneamente aumenta il numero dei proprietari che richiedono ed apprezzano l'omeopatia per la cura delle malattie sia degli animali da compagnia che degli animali da reddito in conformità alle nuove tendenze di allevamento biologico e alla crescente attenzione che si riserva alla salubrità degli alimenti destinati al consumo umano (carne e latte in particolare).

Già nel 1800 il dr.Lux, medico veterinario, iniziò a somministrare rimedi omeopatici agli animali; i risultati furono da subito interessanti e incoraggianti e cosi, da allora, una scuola di omeopatia specifica per il settore veterinario ha accompagnato di pari passo l'evoluzione della medicina omeopatica nel mondo e ha seguito i cambiamenti nel rapporto uomo-animale, dalle epoche in cui venivano curati solo gli animali destinati al lavoro o alla macellazione, fino ai giorni nostri, in cui un cane o un gatto che vivono in casa con noi, sono a tutti gli effetti parte della famiglia.

L'omeopatia fa parte delle medicine dette olistiche, discipline mediche che considerano non come un contenitore di organi sani o malati, ma come un essere vivente unico ed irripetibile, in cui mente e corpo non sono mai divisibili ed interagiscono tra loro, sia nello stato di salute che in quello di malattia.

Durante la prima visita omeopatica, attraverso un lungo e dettagliato interrogatorio col proprietario, il veterinario omeopata ricostruisce la storia dell'animale, le malattie avute, le vaccinazioni effettuate, cosa mangia, dove vive ed anche quale è il suo carattere; cosi inquadra il paziente come soggetto ammalato e sofferente, con le sue peculiari modalità di esprimere il suo malessere, dando importanza non solo ai segni propri della malattia ma anche alle caratteristiche proprie del malato, che non possono e non devono essere ignorate.

Gli animali rispondono molto bene ai rimedi omeopatici, mettendo a tacere coloro i quali ancora sostengono che l'omeopatia agisca solo mediante effetto placebo, cioè come un autoconvincimento. E difficile sostenere, di fronte a una dermatite che scompare o ad una cistite che guarisce senza il ricorso agli antibiotici, che l'animale si sia autoconvinto!

Spesso si arriva al veterinario omeopata dopo aver tentato tutte le terapie possibili per curare il proprio amico animale; spesso gli animali condotti alla visita omeopatica sono intossicati e portano i segni degli effetti collaterali dei farmaci a lungo somministrati. I farmaci sono una preziosa risorsa per la medicina e per l'umanità; l'omeopata non nega l'importanza dei farmaci allopatici o la loro insostituibilità in alcune circostanze, però ne combatte l'uso eccessivo e ripetitivo.

L'omeopatia veterinaria dovrebbe essere la prima scelta: è una medicina efficace se esercitata da medici preparati e coscienziosi, rispetta le caratteristiche di ciascun animale ammalato, stimola i naturali processi di guarigione che ciascun essere vivente ha in sé; è una medicina in grado di risolvere brillantemente e rapidamente le forme acute di malattia e di cambiare l'andamento delle malattie croniche, anche di quelle più gravi.

Sarebbe buona cosa rivolgersi al veterinario omeopata non solo come ultima spiaggia, ma anche come prevenzione per dare al vostro animale un'opportunità in più di stare bene e di essere curato rapidamente e dolcemente.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o x x x  | Votazioni (2)

Articoli di Livia Marigliano

Geriatria ed omeopatia. La funzione del veterinario omeopata 4 GEN 2013 OMEOPATIA





Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione