Omeopatia

24/07/2019

Così l'Omeopatia accompagna la vita delle donne

di Redazione InformaSalus.it


CATEGORIE: Omeopatia

donna

Praticare la medicina convenzionale integrandola con altre terapie come l’Omeopatia significa avere un’arma in più per poter offrire alle persone le terapie migliori, senza effetti collaterali. Sono tante, infatti, le donne – più o meno giovani - che si rivolgono all'Omeopatia perché in crisi con i farmaci utilizzati da sempre.

 

“Le donne che si scontrano con il fallimento delle cure tradizionali per contrastare ad esempio una candida, una vaginosi batterica o cistiti ricorrenti magari dopo il rapporto sessuale, mi raccontano che ormai queste cure sono diventate per loro ‘acqua fresca’. Sono pazienti ormai refrattarie a creme a base di antimicotici o che hanno sviluppato delle resistenze agli antibiotici. Pensiamo alle cistiti che nella donna sono tipicamente post-coitali. La terapia allopatica, in questi casi, prevede una compressa di antibiotico entro 12-24 ore dall’ultimo rapporto. Ma una donna attiva sessualmente, che magari ha 3 o 4 rapporti a settimana, quanti antibiotici dovrebbe assumere? Alla luce del fenomeno dell’antibiotico resistenza questo dovrebbe far riflettere”.

 

Ad affermarlo in un articolo pubblicato su Popular Science è Stefania Piloni, ginecologa omeopata, responsabile dell’ambulatorio di Medicina naturale per la donna all’ospedale San Raffaele di Milano.

 

“Non si pensa che una medicina di accompagnamento e non soppressiva possa risolvere i problemi delle donne con patologie che spesso recidivano”.

 

Ci sono anche le giovanissime con irregolarità dei cicli mestruali o con ovaio policistico, o le bambine di 12 anni con un problema di acne, alle quali il dermatologo generalmente suggerisce la pillola contraccettiva: “Anche in questi casi – prosegue Piloni – non si pensa che si possa armonizzare il ciclo mestruale con una medicina di accompagnamento come l’Omeopatia, invece di utilizzare un rimedio soppressivo”.

 

“Dalla sindrome premestruale al blues materno, dalla stanchezza post gravidica alla menopausa, vale a dire tutti quei momenti in cui la parte emotiva delle donne è sotto stress, l’Omeopatia può aiutare. Accoglie la tua storia, è un arricchimento di valore del sé”. Ne è convinta Stefania Piloni cui, prima ancora di iscriversi in medicina, i farmaci omeopatici hanno salvato la vita.

 

Quando era piccola dopo una gita in bicicletta nei prati dove erano stati utilizzati diserbanti, Stefania Piloni ha avuto una grave crisi allergica con shock anafilattico curata con cortisone e antistaminici in un grande ospedale di Milano. Tuttavia il “marchio” dell’avvelenamento aveva lasciato tracce indelebili. Il primario del reparto le suggerì di rivolgersi ad un medico omeopata. Da allora l’Omeopatia è diventata la sua arma di cura.

 

“Quello che bisogna capire è che, dietro ogni rimedio, c’è un racconto che si può adattare a quel paziente, a quella specifica personalità”, spiega Piloni. “Quando prescrivo un antibiotico so cosa mi devo aspettare. Lo stesso avviene anche con l’Omeopatia. Ma poi ricevo sempre qualcosa di più”, afferma la dottoressa e incoraggia i colleghi omeopati ad “uscire allo scoperto”.

 

“Ci sono colleghi omeopatidice - che, temendo conseguenze negative sulle loro carriere, si nascondono. E se stanno facendo la scuola di Omeopatia non lo dichiarano. Come se praticare questa disciplina fosse una vergogna. Io invece li invito a farsi avanti perché sono orgogliosa di quello che pratico. Considero l’Omeopatia come una pepita d’oro. Come diceva il fondatore dell’Omeopatia Samuel Hahnemann. Per ribattere ai colleghi scettici, uso quindi le sue parole: come voi ho preso la stessa laurea e la specializzazione, ma a differenza di voi ho studiato altri 6 anni, esplorando nuove strade. Un percorso tondo che ha richiesto più tempo. Se volete sapere di cosa si tratta, venite da me e ve la spiegherò”.








Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

“Il cellulare ha causato il tumore al cervello”: sentenza storica della Corte d'Appello di Torino 15 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Farmaci usati in combinazione aumentano l'antibiotico-resistenza 13 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Sindrome premestruale? I rimedi omeopatici alleviano i sintomi 10 GEN 2020 OMEOPATIA
Il fumo danneggia anche la salute mentale. I rischi per i giovani 10 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Catania: ex primario che impiantava stent con farmaci scaduti nel cuore dei pazienti 3 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
I cellulari sono come droga per i giovanissimi 2 DIC 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'uso eccessivo di antibiotici può aumentare il rischio di Parkinson 29 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
I medici che ricevono regali dalle aziende farmaceutiche prescrivono di più e meno bene 27 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il Brasile sospende l’autorizzazione per 63 pesticidi tossici 25 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Dieci consigli per una spesa amica del clima e del pianeta 22 NOV 2019 ALIMENTAZIONE
I farmaci in Italia hanno prezzi più alti del 90% rispetto alla media 22 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'Italia è la prima in Europa per morti da antibiotico-resistenza 20 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Lo zafferano frena una grave malattia degenerativa della vista 18 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Insufficienza renale acuta in gravidanza: aumentano i ricoveri 18 NOV 2019 SALUTE
Caso Avastin-Lucentis: danno da 200 milioni al Servizio sanitario nazionale 15 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Diabete: la prevenzione inizia a tavola 13 NOV 2019 ALIMENTAZIONE
L'arte fa bene anche alla salute 11 NOV 2019 SALUTE
“Ridurre la prescrizione di antibiotici”: l'appello Ocse all'Italia 8 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Psicofarmaci a bambini e adolescenti: cresce il ricorso a farmaci antidepressivi 6 NOV 2019 INFANZIA
La Toscana sarà la prima regione libera dal glifosato 4 NOV 2019 ATTUALITà
Perché le donne in menopausa non dovrebbero bere troppe bibite 4 NOV 2019 SALUTE
Galline maltrattate e potenziali rischi per la salute umana: sequestrate 9 aziende e 32.000 uova irregolari 30 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Troppo sale può favorire l'Alzheimer 28 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Acne: una cattiva alimentazione nuoce anche alla pelle 25 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Camminata lenta? È segno di invecchiamento precoce e rischio demenza 23 OTT 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Pesticidi in Veneto: “Viviamo oppressi da sostanze tossiche” 23 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cellulari e cancro: “Il rapporto dell'Istituto Superiore di Sanità non garantisce la salute pubblica” 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Stress: ecco la risposta delle donne e quella degli uomini 18 OTT 2019 SALUTE
Decine di migliaia di medici corrotti: tre ex manager rivelano la 'strategia' Novartis 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Fame, obesità e diete improprie: la malnutrizione affligge i bambini 16 OTT 2019 ALIMENTAZIONE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it


Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione