Vaccinazioni

16/10/2015

Intervista ad un'obiettrice del Comilva

di Redazione InformaSalus.it

Fonte: Corriere di Bologna



Intervista ad un'obiettrice del Comilva
Appoggio comilva perché ritengo che la libertà di scelta sia fondamentale per un genitore che non si trovi costretto a fare trattamenti a suo figlio che potrebbero anche lederne la salute in maniera grave

Lei ha figli? Quanti e perché ha scelto di non vaccinarli?

Sì ho una figlia. Ho scelto di non vaccinarla perché dopo molti mesi di studio e approfondimento su testi e pubblicazioni internazionali e anche di confronto con le asl, nessuno, mai, mi ha assicurato che mia figlia, che gode di uno stato di salute fisica e mentale ottimo lo potesse mantenere tale dopo una vaccinazione.


Lei è vaccinata? E suo marito/compagno?

Sì lo siamo entrambi. Io fui una delle prime bimbe vaccinate contro il morbillo nel 78 e ebbi lo stesso la malattia, non in forma lieve.


Dove ha preso le informazioni a riguardo?

PubMed e bibliografia internazionale, ho una formazione scientifica e, nonostante reputi i testi di divulgazione che si trovano in libreria molto ben fatti preferisco sempre approfondire direttamente alla fonte.


Cosa ne pensa delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini che si iscrivono a scuola?

Penso che sia incostituzionale e che come genitore io ho la resposabilità di salvaguardare la salute di mia figlia. Tra l'altro, lo ricordo, le vaccinazioni obbligatorie sono 4 e sono tetano difterite poliomelite e anti epatite b. Le rilancio come domanda, sa l'incidenza (in fascia pediatrica 0-3 cioè quando sono obbligatorie) degli ultimi 10 anni di queste malattie nel nostro paese?

Le riporto alcune informazioni legali: il diritto alla frequenza della scuola dell’obbligo ai bambini che non hanno eseguito le vaccinazioni che fanno capo a norme di legge è stato sancito con la nota interministeriale Sanità-Pubblica Istruzione del 23 settembre 2008 (inviata con nota regionale Prot. N. 40062/PRC del 29.9.1998). In maniera analoga si è espressa la Regione Emilia Romagna riguardo alla frequenza dei nidi e alle scuole dell’infanzia, soggette alla sua giurisdizione (nota Assessorato alla Sanità della Regione Emilia Romagna, Prot. N. 49240/SAS del 1.12.1998).

Allorché il caso ricorre, l’AUSL competente per territorio deve ricevere debita segnalazione da parte delle scuole interessate


E della proposta dell'assessore regionale Venturi di segnalare alla procura della repubblica del tribunale dei minori chi non vaccina i figli?

Io ho fatto un colloquio con gli assistenti sociali 4 anni fa, e mi sono trovata davanti una persona pronta ad ascoltare e a verificare che mia figlia era tutto fuori che gravemente trascurata. Se il colloquio con il genitore serve a verificare l'incuria di minore non ci vedo nulla di male, certo, un genitore che non vaccina è spesso molto informato. Manda lettere fa colloqui con pediatri della asl, studia e approfondisce... Mi sembra che non ci siano motivazioni che giustifichino l'intervento dell'assistente sociale. Che ricopre un ruolo preziosissimo nella nostra società, e credo che ci siano molte situazioni delicate che necessitano dell'intervento di una figura professionale così importante. Ma comunque non ho nulla da nascondere... Il libretto di salute di mia figlia parla chiarissimo.


Avrà sentito della vicenda del bimbo di 28 giorni morte di pertosse al S.Orsola. Al di là della scelta da genitore non crede che la sua scelta possa avere ripercussioni sulla salute degli altri bambini?

Ho sentito e considero tutto ciò che è successo. Ma non ritengo che sia imputabile alle mancate vaccinazioni dei bambini... Anche un adulto se non in regola con le vaccinazioni può essere un portatore, anche un bambino vaccinato può ammalarsi di pertosse ( e di nuovo richiamo alle statistiche ufficiali) e comunque può essere portatore sano... Quindi perché deve essere mia figlia non vaccinata e non il salumiere o la vicina di casa, o il fratello appena vaccinato il portatore sano?

Ci sono stati in cui la copertura vaccinale è elevatissima, in cina arriviamo al 99%...eppure le malattie non sono ancora debellate...allora come possiamo spiegarlo? Come spieghiamo i bambini vaccinati che si ammalano? Quindi io dovrei rischiare la salute di mia figlia e poi? I bambini si ammalano comunque ed è portatore sano comunque...quindi c'è qualcosa che non torna..non trova?


Perché ha sentito il bisogno di iscriversi all'associazione Comilva? qual'è il vostro obiettivo?

Seguo Comilva da molti anni, ancor prima che nascesse mia figlia.

I medici avvocati ma anche i volontari sono persone molto preparate che non lasciano mai nulla al caso, non esistono “ho sentito dire” oppure “la figlia di mia cugina” o “è successo ad un bambino del paese”, dati, numeri fatti, sempre citazioni da fonti ufficiali. E questo è importante e da molta serenità.

Appoggio comilva perché mi riconosco nel loro manifesto (si trova facilmente sul sito) e ritengo che la LIBERTÀ di scelta sia fondamentale per un genitore che non si trovi costretto a fare trattamenti a suo figlio che potrebbero anche lederne la salute in maniera grave. Io quando mi confronto con i genitori “vaccinatori” spesso mi trovo a parlare con persone che nemmeno sanno quali sono i vaccini che hanno fatto ai loro figli. Non sanno cos'è la risposta anticorpale, non sanno che nei vaccini ci sono componenti pericolosi..e non parlo solo del famigerato mercurio, o alluminio o formaldeide. Parlo degli antibiotici...ma io a 3 mesi come faccio a sapere se mio figlio è gravemente allergico?





Prodotti Consigliati
Le Vaccinazioni Pediatriche  Roberto Gava   Salus Infirmorum

Le Vaccinazioni Pediatriche

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.400 studi scientifici fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale

Roberto Gava

Un farmacologo tossicologo, descrivendo e commentando più di 2.200 studi scientifici, fa il punto sulle conoscenze scientifiche in campo vaccinale, sull'utilizzo personalizzato dei vaccini e sul loro rapporto rischio/beneficio alla luce delle attuali condizioni socio-sanitarie e ambientali   Le vaccinazioni pediatriche, da… Continua »
Pagine: 1056, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
37,91 € 39,90 € (-5%)
 
Vaccinazioni: alla ricerca del rischio minore  Eugenio Serravalle   Il Leone Verde

Vaccinazioni: alla ricerca del rischio minore

Immunizzarsi dalla paura, scegliere in libertà

Eugenio Serravalle

I vaccini sono tutti uguali? Qual è la durata? Quale l'efficienza? Cosa si intende per immunità di gregge? È la stessa per tutte le malattie? Sono solo alcune delle tante domande cui risponde il libro di Eugenio Serravalle venendo incontro alla necessità di moltissimi genitori di avere un'idea più precisa su tali… Continua »
Pagine: 368, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Il Leone Verde
20,90 € 22,00 € (-5%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

“Il cellulare ha causato il tumore al cervello”: sentenza storica della Corte d'Appello di Torino 15 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Farmaci usati in combinazione aumentano l'antibiotico-resistenza 13 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Sindrome premestruale? I rimedi omeopatici alleviano i sintomi 10 GEN 2020 OMEOPATIA
Il fumo danneggia anche la salute mentale. I rischi per i giovani 10 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Catania: ex primario che impiantava stent con farmaci scaduti nel cuore dei pazienti 3 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
I cellulari sono come droga per i giovanissimi 2 DIC 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'uso eccessivo di antibiotici può aumentare il rischio di Parkinson 29 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
I medici che ricevono regali dalle aziende farmaceutiche prescrivono di più e meno bene 27 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il Brasile sospende l’autorizzazione per 63 pesticidi tossici 25 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Dieci consigli per una spesa amica del clima e del pianeta 22 NOV 2019 ALIMENTAZIONE
I farmaci in Italia hanno prezzi più alti del 90% rispetto alla media 22 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'Italia è la prima in Europa per morti da antibiotico-resistenza 20 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Lo zafferano frena una grave malattia degenerativa della vista 18 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Insufficienza renale acuta in gravidanza: aumentano i ricoveri 18 NOV 2019 SALUTE
Caso Avastin-Lucentis: danno da 200 milioni al Servizio sanitario nazionale 15 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Diabete: la prevenzione inizia a tavola 13 NOV 2019 ALIMENTAZIONE
L'arte fa bene anche alla salute 11 NOV 2019 SALUTE
“Ridurre la prescrizione di antibiotici”: l'appello Ocse all'Italia 8 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Psicofarmaci a bambini e adolescenti: cresce il ricorso a farmaci antidepressivi 6 NOV 2019 INFANZIA
La Toscana sarà la prima regione libera dal glifosato 4 NOV 2019 ATTUALITà
Perché le donne in menopausa non dovrebbero bere troppe bibite 4 NOV 2019 SALUTE
Galline maltrattate e potenziali rischi per la salute umana: sequestrate 9 aziende e 32.000 uova irregolari 30 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Troppo sale può favorire l'Alzheimer 28 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Acne: una cattiva alimentazione nuoce anche alla pelle 25 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Camminata lenta? È segno di invecchiamento precoce e rischio demenza 23 OTT 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Pesticidi in Veneto: “Viviamo oppressi da sostanze tossiche” 23 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cellulari e cancro: “Il rapporto dell'Istituto Superiore di Sanità non garantisce la salute pubblica” 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Stress: ecco la risposta delle donne e quella degli uomini 18 OTT 2019 SALUTE
Decine di migliaia di medici corrotti: tre ex manager rivelano la 'strategia' Novartis 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Fame, obesità e diete improprie: la malnutrizione affligge i bambini 16 OTT 2019 ALIMENTAZIONE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it






i più letti

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione