Salute

Obesità: emergenza uomini e bambini


CATEGORIE: Salute , Alimentazione

Un italiano su dieci è obeso ed uno su tre in sovrappeso. L’Associazione di dietetica e nutrizione clinica (ADI) mette il Belpaese sulla bilancia ed il quadro che emerge è tutt’altro che rassicurante.
I dati dell’Adi sono stati diffusi ieri, alla vigilia dell’Obesity day che il 10 e l’11 ottobre apre le porte delle Unità Operative di Dietetica e Nutrizione Clinica e delle Unità di Nutrizione Ospedaliere e Territoriali dell’ADI.

Il 27% degli italiani non ha mai seguito una dieta, il 22% si è “arrangiato”, mentre un obeso su dieci dice di “star bene così”. Tuttavia, un’alimentazione scorretta ed un’attività fisica inesistente con l’aumento di peso che ne deriva possono determinare l’insorgere di una serie di patologie quali problemi cardiovascolari e il diabete. Al contrario, 66 persone su cento in piena forma si lamentano del proprio peso (dati Adi Nestlè).

Come testimoniato dal rapporto redatto dall’associazione, il numero dell’obesità maschile supera quella femminile.
“Gli obesi - spiega il professor Fatati, presidente dell’ADI - erano 19 su 100 all'inizio del secolo, molto al di sotto delle coetanee che arrivavano al 24%. Oggi la situazione è ribaltata: mentre le signore (dai 35 ai 74 anni), sono ferme a quota 24, quindi non sono dimagrite ma neanche cresciute di peso, gli uomini (della stessa età), sono schizzati a quota 25, uno su quattro. In dieci anni hanno recuperato e addirittura superato il gap”.

Tuttavia, a preoccupare particolarmente sono i dati emersi circa l’obesità infantile. Sebbene quattro madri italiane su dieci dichiarano di non rendersi conto che il proprio figlio è sovrappeso, sono 138mila i piccoli obesi e ovunque (ad eccezione della Basilicata) si registra un peggioramento della situazione. La Campania è addirittura maglia nera in Europa: 18 bambini su cento tra i 6 e gli 11 anni sono sovrappeso, 21 sono obesi.

Tenere sotto controllo la linea non è però solo una questione di estetica, ma è fondamentale per mantenersi in salute.

Al fine di informare i cittadini circa i rischi correlati all’obesità ed offrire loro consigli per prevenire o affrontare l’eccessivo aumento di peso torna anche quest’anno l’Obesity Day, iniziativa promossa dalla Società Italiana di Dietologia e Nutrizione Clinica (ADI) a cui partecipano oltre 180 strutture sanitarie italiane, giunta alla decima edizione.

Il 10 e l'11 ottobre gli esperti saranno a disposizione per consigli ed informazioni gratuite. Come afferma Favati, coordinatore del progetto, “si tratta di un’occasione da non perdere per chi è in guerra con la bilancia, con un’attenzione particolare rivolta ai genitori. Quest’anno lo slogan è 'Prendiamoci cura di te'. Poi porremo il problema dei diritti dell’obeso, penalizzato in casa, sul lavoro nell'assistenza e gli spostamenti. Inoltre, sul piano istituzionale chiederemo che venga predisposta una legge mirata all'obesità, come è stato fatto per altre emergenze”



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (2)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Cuore: i normopesi sedentari corrono gli stessi rischi di chi è in sovrappeso 18 GEN 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Vaccini. Bellavite in Senato: “No all'obbligo, sì alla farmacovigilanza” 18 GEN 2019 VACCINAZIONI
Melograno: una difesa contro colite e morbo di Crohn 18 GEN 2019 ALIMENTAZIONE
A casa o a fare la spesa durante l'orario di lavoro: medici e infermieri denunciati 16 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Non solo sport: anche la sauna fa bene al cuore 14 GEN 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Perché non dovremmo mai farci mancare lo zenzero 14 GEN 2019 ALIMENTAZIONE
“Avvelenati noi ed i nostri figli”. La nuova denuncia delle mamme no PFAS 14 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
I cinque consigli dell'OMS per una dieta sana 11 GEN 2019 ALIMENTAZIONE
Venezia: cibo scaduto nelle mense dei bambini a scuola 9 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Si dimette per conflitto di interessi un oncologo di fama mondiale 7 GEN 2019 DENUNCIA SANITARIA
Paralizzata dopo il vaccino vince due cause contro il Ministero della Salute 7 GEN 2019 VACCINAZIONI
Possibile rischio cancro: ritirato dal mercato europeo un tipo di protesi al seno 21 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Bimbi e Natale: il decalogo dei pediatri 19 DIC 2018 INFANZIA
ISS: si dimette Ricciardi. Era stato accusato di conflitto d'interessi 19 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Mal di schiena? Un'epidemia. “La chiropratica può fare molto” 17 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Tumori: il 4% dei casi causati dal sovrappeso 13 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Rischio infarto con le carni rosse: ecco perché 13 DIC 2018 ALIMENTAZIONE
Incidenti stradali: killer principale di giovani e bambini 12 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Cassazione: "Le linee guida per i medici non sono assolute”. Anche per i vaccini? 12 DIC 2018 SALUTE
Le 20 regole per evitare il diabete 10 DIC 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Ridurre l'inquinamento può salvare un milione di vite 10 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
La Toscana aggiorna e potenzia la rete delle cure palliative 7 DIC 2018 SALUTE
Pubertà precoce: sotto accusa i cosmetici delle mamme 7 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Giulia Grillo ha revocato tutti i membri non di diritto del Consiglio superiore di Sanità 5 DIC 2018 SALUTE
Sanità, D’Anna (Biologi): “Fare luce su ipotesi conflitto interesse a carico di Walter Ricciardi” 5 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
Insalate in busta contaminate da batteri resistenti agli antibiotici 3 DIC 2018 ALIMENTAZIONE
Asma: più a rischio i bambini in sovrappeso 30 NOV 2018 INFANZIA
Dieci allarmi alimentari al giorno nel 2018 30 NOV 2018 ALIMENTAZIONE
Sistema immunitario: conta soprattutto lo stile di vita 30 NOV 2018 SALUTE
Implant Files: giornalisti denunciano lo scandalo delle protesi killer 28 NOV 2018 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione