Alimentazione

Mozzarella, il più italiano tra i formaggi

Fonte: terranauta.it


CATEGORIE: Alimentazione

mozzarella
Il termine “mozzarella” si riferisce unicamente alla pasta filata ottenuta con il latte di bufala

Origine e storia: il termine “mozzarella” si riferisce unicamente alla pasta filata ottenuta con il latte di bufala, mentre la denominazione “fiordilatte” è riservata alla produzione casearia ottenuta con latte vaccino. Negli ultimi anni la seconda denominazione si è andata sviluppando per sopperire al fatto che il latte di bufala è piuttosto limitato rispetto a quello di mucca. Il termine “mozzarella” deriva dalla mozzatura, un’operazione che consiste della rottura dell’impasto in singoli pezzi di pasta.
Zona di produzione: diverse realtà casearie nelle regioni dell’Italia meridionale (in particolare Campania, Puglia, Basilicata e parte del Lazio). La produzione della mozzarella di bufala è limitata alla regione Campania e alle province di Frosinone e di Latina.

Latte: vaccino, intero, crudo oppure pastorizzato.
Lavorazione: sia artigianale sia industriale. La produzione artigianale garantisce un prodotto finale non “gommoso”. Il primo processo di lavorazione consiste nell’elevato riscaldamento del latte vaccino (oppure di bufala) fino all’estrazione della cagliata. A questo punto si porta il siero fino alla temperatura di 60° e lo si versa sulla cagliata stessa. La successiva fase di riposo è necessaria per permettere l’acidificazione della pasta. Quindi, si taglia la cagliata in strisce lunghe e sottili che vengono buttate in acqua a una temperatura di 90°. Infine, la pasta viene lavorata a mano per darle la forma desiderata.

Pasta: filata.
Salatura: in salamoia.
Stagionatura: assente. Esistono invece alcune mozzarelle sottoposte ad affumicatura.
Produzione: annuale.
Grassi: 45% MGSS.
Peso di una forma: variabile tra uno e cinque etti.

Dimensioni di una forma: variabili. La forma può variare da quella classica tondeggiante, a quella più piccola detta “ovolina” alle più complesse trecce.
Crosta: assente.
Aspetto e consistenza della pasta: di colore bianco, compatta e morbida. Premendo sul formaggio fuoriesce siero.

Sapore: fresco e delicato, con forte sapore latteo.
Abbinamenti suggeriti: vini bianchi, marmellate di mirtilli oppure di arance. Si consiglia di consumarla con pane tipo ciabatta. La mozzarella è ottima anche gustata al naturale.

ALCUNE RICETTE
Insalata caprese. Ingredienti: pomodori, origano, basilico, olio extravergine di oliva, mozzarella.
Pizza margherita. Preparare un impasto per pizza e lasciarlo lievitare per circa un’ora. Spianare la pasta e cospargerla con pomodoro e mozzarella a fettine e salare leggermente. Cuocere in forno a una temperatura di circa 200° per una ventina di minuti.




Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Francesco Lemmi

Per chi ama stare leggero... la ricotta! 27 LUG 2011 ALIMENTAZIONE
Libando insieme a Bacco. Il vino dell'Antica Grecia 24 MAR 2011 ALIMENTAZIONE






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione