Omeopatia

A rischio i medicinali omeopatici e antroposofici in Italia. Appello alle Istituzioni


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia
Le recenti norme emanate nel nostro Paese mettono a rischio i medicinali omeopatici e antroposofici in Italia

Al Ministro della Salute
Al Capo dell'Ufficio Tecnico del Ministero della salute
Al Direttore Generale dell'AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco
Al Presidente del Senato della Repubblica Italiana
Al Presidente della Camera dei Deputati
Al Presidente della Commissione Sanità del Senato della Repubblica Italiana
Al Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati
Ai Capogruppo dei Partiti politici
Al Presidente FNOMCeO
Al Presidente FOFI
Al Presidente FNOVI

A rischio scomparsa i medicinali omeopatici
e antroposofici in Italia

Lettera aperta delle Associazioni dei medici omeopati, antroposofi e dei pazienti al Ministro della Salute, alle forze politiche e al Governo italiano

Roma, 5 ottobre 2013
Le recenti norme emanate dallo Stato italiano concernenti la registrazione dei medicinali omeopatici (unitari e complessi) e antroposofici rischiano di ridurre fortemente la piena disponibilità di tali farmaci nel nostro paese, minacciano la professionalità dei medici esperti, sottraggono ai cittadini la piena possibilità di cura discriminandoli rispetto agli altri cittadini europei.

I fatti
La GU del 15/3/2013 ha pubblicato i costi per la registrazione dei medicinali omeopatici in Italia. Lo scorso 10 settembre l'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), nel corso di un incontro con le Aziende dei medicinali omeopatici e antroposofici e Associazioni (tra cui Omeoimprese, APO, FIAMO, SIMA e SIOMI) ha comunicato il calendario delle registrazioni da iniziarsi nel prossimo mese di ottobre e completarsi entro giugno 2015.
La registrazione dei medicinali omeopatici (sino ad oggi autorizzati ope legis) è un processo a lungo auspicato dai medici e dai cittadini, per il quale tutte le Associazioni firmatarie sono grate alle Istituzioni. Infatti, assicurare la qualità e il controllo dei medicinali omeopatici e antroposofici che vengono messi in vendita è essenziale in medicina.

Non altrettanto condivisibili sono le modalità previste per realizzare questo obbiettivo, in particolare l’aspetto economico di tale procedura: ogni domanda di registrazione deve essere accompagnata dal versamento di una somma che purtroppo non tiene minimamente conto della realtà dell’industria del medicinale omeopatico e antroposofico in italia e delle esigenze dei medici prescrittori e dei pazienti. Infatti le tariffe di registrazione sono state aumentate di circa 700 volte e le cifre che le aziende dovranno versare all’atto della presentazione della domanda, secondo un calcolo fatto dall’AIFA stessa, potranno aggirarsi fino anche a più di 20.000 euro per ogni medicinale omeopatico unitario (31 euro prima del decreto), dato che per ogni ceppo si dovrà pagare per ogni formulazione e diluizione.

Il problema richiede una soluzione immediata. Tale costo è chiaramente sproporzionato se si pensa che:
a) tutti i medicinali unitari sono privi di brevetto, appartenendo essi da più di 200 anni alla tradizione omeopatica. Il medicinale omeopatico unitario è un patrimonio dell'uomo;
b) il 95% dei medicinali omeopatici unitari in commercio viene venduto in lotti inferiori ai 5000 pezzi all’anno, a volte in solo poche decine di pezzi. La stessa situazione si verifica per molti medicinali di tradizione antroposofica e per quei complessi omeopatici che vengono utilizzati per patologie specifiche, secondo i criteri di individualità della malattia tipici della tradizione omeopatica e antroposofica e di conseguenza venduti in piccolissimi lotti o anche solo in pochi pezzi (meno di dieci l'anno).

Ne deriva che i ricavi, in questi casi, non sono nemmeno sufficienti a coprire le spese di produzione.
La conseguenza certa di tali costi di registrazione sarà l'eliminazione dal mercato italiano della grande maggioranza dei farmaci omeopatici unitari e complessi e dei farmaci antroposofici attualmente disponibili; inoltre i "piccoli rimedi" certamente spariranno, molti lavoratori perderanno il loro posto di lavoro, i medici perderanno le loro possibilità di cura e 11 milioni di cittadini italiani non potranno ricevere la cura che avevano scelto, pagandola, peraltro, di tasca propria senza gravare sul Servizio Sanitario Nazionale.

La non disponibilità in farmacia dei medicinali omeopatici e antroposofici porterà peraltro allo sviluppo di un mercato parallelo, meno controllato, soprattutto via internet dall’estero e quindi in contraddizione con l’obiettivo che la politica di registrazione si pone. Senza considerare che molti di questi medicinali sono disponibili nelle farmacie europee creando un evidente discriminazione tra cittadini dell'unione.

La proposta
Unificare i costi di registrazione dei medicinali unitari al singolo ceppo per tutte le forme farmaceutiche, tenendo anche presente i costi di registrazione già applicati in altre nazione europee.
Prevedere delle registrazioni per fasce differenziate, adeguando i costi al reale volume di vendita dei medicinali.
Riconoscere alle ditte la facoltà di approntare preparazioni magistrali senza obbligo di deposito di campioni, come avveniva in passato, senza che si sia mai verificato alcun danno ai pazienti e come avviene tutt'ora in altre nazioni europee.

Appello

Le Associazioni firmatarie della presente fanno appello al Ministero della Salute, al Parlamento e all'Agenzia Italiana del Farmaco affinché l'intera materia venga urgentemente riconsiderata con adeguata sensibilità, apportando al tariffario le appropriate modifiche indispensabili alla sopravvivenza dell'intero settore italiano coinvolto.

Referenti
Dott.ssa Simonetta Bernardini
Presidente SIOMI - Cell. 340.7291939 - Mail: s.bernardini@siomi.it
Dott.ssa Laura Borghi
Presidente SIMA - Cell. 347.3076407 - Mail: lauraborghi@medicinaantroposofica.it
Sig.ra Vega Palombi Martorano
Presidente APO Italia - Cell. 348.3703395 - Mail: info@apoitalia.it
Dott.ssa Antonella Ronchi
Presidente FIAMO - Cell. 339.7991932 - Mail: anto.ronchi@tiscali.it

I firmatari
- Accademia Omeopatica Hahnemanniana Marchigiana - Macerata
- Accademia Omeopatica Sarda - Cagliari
- Accademia di Medicina Omeopatica “Pieria” - Pisa
- AIOR, Associazione Italiana Omeopatia di Risonanza - Piacenza
- AIPMA, Associazione Italiana Pazienti di Medicina Antroposofica - Milano
- AIVO, Associazione Italiana Veterinari Omeopati - Cortona
- APO Italia, Associazione Pazienti Omeopatici - Napoli
- ASSUM, Attività Sociali e Sanitarie per l’Universalità della Medicina - Roma
- Aurum, Associazione Culturale Medicina Complementare - Roma
- Centro di Omeopatia di Catania - Catania
- Centro di Omeopatia di Milano - Milano
- Centro Studi “La Ruota” - Milano
- CIMI, Centro Italiano di Medicina Integrata - Roma
- COII, Centro Omeopatico Italiano Ippocrate - Roma
- CONMI, Consulta Nazionale per la Medicina Integrata - Firenze
- ECH, European Committee for Homeopathy
- FIAMO, Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati - Roma
- Gruppo Omeopatico Dulcamara - Genova
- IRMSO, Istituto di Ricerca Medico Scientifica Omeopatica - Roma
- ISMO, Istituto di Studi di Medicina Omeopatica - Roma
- Istituto Malattie Croniche Samuel Hahnemann - Roma, Milano
- IVAA, International Federation of Anthroposophic Medical Associations
- KOINE’, Scuola Internazionale di Formazione Permanente in Medicina Omeopatica - Solignano (MO)
- LMHI, Liga Medicorum Homeopathica Internationalis - Presidenza Internazionale
- LMHI, Liga Medicorum Homeopathica Internationalis - Presidenza Nazionale Italiana
- LUIMO, Libera Università Internazionale di Medicina Omeopatica - Napoli
- Nobile Collegio Omeopatico - Bologna
- OMEOMEFAR, Associazione Pugliese di Medici e Farmacisti Omeopati - Bari
- OMOIOS, Accademia Italiana di Medicine Tradizionali - Roma
- Scuola di Alta Formazione in Medicina Omeopatica - Reggio Calabria, Catanzaro
- Scuola di Medicina Omeopatica Classica “Effatà” - Pisa
- Scuola di Medicina Omeopatica di Verona - Verona
- Scuola di Omeopatia Classica “Kaos” - Genova
- Scuola Medica Omeopatica Hahnemaniana - Torino
- Scuola Superiore Internazionale di Medicina Veterinaria Omeopatica “Rita Zanchi” - Cortona (AR)
- SAMO, Società Ambulatori Medicina Omeopatica - Roma
- SIMA, Società Italiana di Medicina Antroposofica - Milano
- SIMO, Società Italiana di Medicina Omeopatica - Bologna
- SIOMI, Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata - Firenze
- SIOV, Società Italiana di Omeopatia Veterinaria - Parma
- SMB Italia, Società Medica Bioterapica Italiana - Sede centrale di Torino



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA
Medicina omeopatica: confermato il significativo ruolo sociale nella Salute Pubblica 25 FEB 2016 OMEOPATIA
Abbigliamento outdoor: “troppe sostanze chimiche” 25 GEN 2016 DENUNCIA SANITARIA
Assis: non partecipiamo alla battaglia dei vaccini, preferiamo ragionare 13 GEN 2016 VACCINAZIONI
Omeopatia per la cura del cancro 11 GEN 2016 OMEOPATIA
Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi" 14 DIC 2015 OMEOPATIA
I veleni dell'Ilva 2 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Recanati: "bambina di sei anni sviene dopo il vaccino" 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Psicofarmaco per bambini inefficace e pericoloso: “la GlaxoSmithKline ha alterato i dati” 28 OTT 2015 INFANZIA
“Vaccinazioni rischiose, l’ho provato con mio figlio” 23 OTT 2015 VACCINAZIONI
California: vaccini contenenti mercurio a bambini e donne in gravidanza? 12 OTT 2015 VACCINAZIONI
Lettera di una mamma con figlio – presunto – autistico 10 SET 2015 AUTISMO
Adulti iperattivi: “una nuova operazione di marketing farmaceutico” 19 GIU 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, Antitrust avvia un’indagine conoscitiva. 'Prezzi sono in aumento' 27 MAG 2015 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione