Vaccinazioni

Lingua blu: contadini protestano contro vaccinazione obbligatoria


CATEGORIE: Vaccinazioni

Circa 150 contadini provenienti da tutta la Svizzera si sono riuniti oggi pomeriggio a Berna per protestare contro la vaccinazione obbligatoria, introdotta nel 2009, per debellare la malattia della lingua blu, che colpisce bovini, ovini e caprini. Si sono fatti sentire e notare con campanacci e striscioni.

"Stop all'obligo del vaccino" o "Non avvelenate i capi di bestiame!": sono questi alcuni degli slogan utilizzati dai manifestanti davanti a Palazzo federale, dove oggi è cominciata la sessione primaverile delle Camere federali. I contadini hanno pure consegnato una petizione con 2'300 firme che chiede la soppressione della vaccinazione obbligatoria nonché una compensazione finanziaria per i danni collaterali provocati dal vaccino, ha dichiarato all'ATS il consigliere nazionale Josef Kunz (UDC/LU). Inoltre, l'Ufficio federale di veterinaria (UFV) dovrà verificare che la vaccinazione non lasci tracce nel latte o nella carne.

Mercoledì prossimo una delegazione di contadini incontrerà la ministra dell'agricultura Doris Leuthard per discutere di tali richieste. "Sarà difficile ottenere garanzie, ma abbiamo buoni argomenti", ha aggiunto Kunz.

Dopo una campagna di sensibilizzazione e vaccinazione la scorsa estate, l'UFV ha introdotto nel mese di gennaio 2009 il vaccino obbligatorio contro il morbo della lingua blu. Secondo uno studio condotto a livello federale, tale vaccinazione non comporta alcun effetto secondario.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o o o o  | Votazioni (1)

Articoli di Bluewin.ch

VD: niente vaccinazione obbligatoria contro il morbillo 24 FEB 2009 VACCINAZIONI






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione