Omeopatia

La lettera di un medico omeopata a Gramellini

Fonte: Appuntamento con l'omeopatia


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia

La dottoressa Marialisa Angeli ha pubblicato una lettera in risposta all'articolo di Gramellini sul piccolo di Ancona morto per encefalite. Ritengo debba essere letta da tutti e soprattutto da Gramellini.

Saint Pierre 30/maggio/2017

Caro Signor Gramellini,
sono un medico di 63 anni e, da quando mi sono trasferita in Valle d'Aosta, otto anni fa, il mio quotidiano di riferimento è diventato  La Stampa. Il suo " Buongiorno" è spesso stato per me  un vero buongiorno, quasi dato da un amico: raramente mi sono trovata in contrasto con le sue idee e molto frequentemente ho apprezzato il suo sguardo umanamente ricco su eventi grandi e piccoli della vita quotidiana. Sabato scorso mi trovavo a Milano, le racconto poi a fare cosa, ed ho letto il suo "Caffè" sul Corriere della Sera.

Per sgombrare il campo da possibili equivoci, le dico che mi sono laureata in Medicina e Chirurgia  e poi specializzata in Clinica Pediatrica e successivamente in Clinica Odontostomatologica all'Università degli Studi di Firenze, ogni volta col massimo dei voti e Lode. Ho faticato per laurearmi perchè i mezzi della mia famiglia erano davvero pochi, ma ho amato ed amo moltissimo la mia professione, prima come Pediatra, poi come Pedodontista e soprattutto, e vengo al punto, come Omeopata. Sì, Signor Gramellini, da vent'anni studio omeopatia (e spero di continuare a studiarla fino alla fine dei miei giorni) e da quindici la pratico in modo esclusivo presso il mio studio privato.

Sabato scorso ero a Milano per assistere ad uno dei seminari del Dottor Roberto Petrucci: forse lei non lo conosce, ma è un medico omeopatico famoso nel mondo.

Il suo " Caffè" mi è andato per traverso e sono scivolata anch'io nel giudizio facile e rabbioso, ma poi mi è venuta voglia di scriverle perchè mi sono detta che, nei suoi panni, avrei forse potuto gradire gli spunti che desidero darle ed eccomi qua a riprendere alcuni momenti del suo scritto.

A parte l'orribile accenno al cervello dei genitori di Francesco, e questo, mi scusi, avrebbe proprio potuto tralasciarlo, lei sembra farsi forte del suo incontro con Christian Boiron per permettersi di parlare di omeopatia. Secondo quanto lei riferisce, Christian Boiron avrebbe affermato di diffidare di chi si cura solo con l'omeopatia. Vede signor Gramellini, è possibile che il Signor Boiron non abbia mai davvero frequentato omeopati unicisti. Mi spiego.

Oggi si dà un'enorme importanza alla terapia e si discute sui diversi metodi di cura dimenticando che, a monte della cura, c'è la  diagnosi e si dà per scontato che la diagnosi possa venire posta in un unico modo: l'esclusiva  raccolta e  correlazione fra i sintomi fisici. Ecco, l'Omeopatia è una Medicina che  amplia la diagnosi non limitandola al solo inquadramento nosologico. Viene presa  in  considerazione anche  tutta un'altra serie di elementi quali ad esempio le modalità di manifestazione dei sintomi  ed aggiunge a quelli fisici anche sintomi emozionali e mentali: da questo insieme scaturisce  la diagnosi omeopatica unicista della quale è possibile  che lei non abbia mai sentito parlare.

Se consideriamo l'omeopatia solo come un metodo terapeutico, cioè un sistema di sostituzione di un certo farmaco chimico con un suo, supposto, corrispettivo omeopatico, abbiamo capito davvero poco ma, in questa esclusiva accezione, posso anche dirmi d'accordo con Christian Boiron: questo modo di fare omeopatia però corrisponde a tradurre un testo con l'uso esclusivo del dizionario, sostituendo un vocabolo con un altro senza la minima conoscenza e comprensione di tutti gli altri elementi della lingua. La prego, cerchi di immaginare cosa sarebbe la Divina Commedia così tradotta! Ritengo inoltre che l'essere umano sia più complesso del Poema di Dante.

Il suo scrivere a proposito di "persone deboli che non riescono a vivere senza appoggiarsi a un dogma" come pure bisognose di una "verità assoluta che li dispensi dalla fatica di adeguare il comportamento alle situazioni" mi scusi ma lo ritengo davvero un giudizio affrettato emesso  da una persona che scrive senza conoscere di cosa sta parlando perchè, questa fatica di adeguare il comportamento alle situazioni, Signor Gramellini, è proprio quella che facciamo tutti i giorni, è quello che ci contraddistingue e non abbiamo dogmi ma, se vuole, la "mania" di osservare e correlare.

Vede, noi omeopati unicisti, conosciamo i protocolli della medicina ufficiale ma, proprio per il tipo di diagnosi che succintamente le ho esposto prima, ogni volta non ogni paziente, ogni volta, anche nello stesso paziente, dobbiamo ascoltare, guardare, toccare, annusare, ragionare, riconoscere il personalissimo quadro che abbiamo davanti e solo dopo agire di conseguenza col comportamento medico che riteniamo più efficace in prudenza e coscienza.

Ad Ancona sicuramente c'è stato un tragico errore e ne siamo tutti addolorati ma, come ha ribadito la nostra Presidente Dott. Antonella Ronchi, se un cardiologo sbaglia cura, non si mette in dubbio la cardiologia!

Se lei davvero, come spero e come ho creduto in tutti questi anni, non è uno dei tanti che si unisce al coro senza sapere chi sta gratuitamente offendendo, la invito a cercare pubblicazioni e conferenze dei grandissimi fisici Eugenio Preparata ed Emilio Del Giudice (basta che clicchi i loro nomi accanto alla voce omeopatia) e di Vittorio Elia, solo per citarne alcuni, e vedrà che la Scienza, quella con la S maiuscola, è profondamente interessata all'Omeopatia.

Se poi vuole capire cosa fanno e  chi sono quei medici in questo momento così tanto attaccati, la invito a leggere l'Organon dell'arte di Guarire, il testo fondamentale scritto due secoli fa da Samuel Hahnemann, il medico sassone padre della Medicina Omeopatica; se lo farà, scelga la traduzione del Dottor Giuseppe Fagone il quale, grazie alla sua cultura e al suo amore, e se lei non è un bluff sa cosa intendo per amore, ha reso questo testo molto più chiaro. E se poi le dovesse capitare di innamorarsene e cambiare idea, stia tranquillo, non sarà né il primo né l'ultimo a cui accade.

La ringrazio di avermi ascoltata e le auguro ogni bene e, soprattutto, di non perdere mai la curiosità che le permette di andare alle fonti.

Marialisa Angeli



Hai un account google? clicca su:


Prodotti Consigliati
Organon dell'arte di guarire  Samuel Hahnemann   Salus Infirmorum

Organon dell'arte di guarire

Con integrazioni e commenti didattici utili per la comprensione e l'insegnamento della Medicina Omeopatica (a cura del Dr. Giuseppe Fagone)

Samuel Hahnemann

L'Organon dell'Arte del Guarire di Hahnemann, fondatore e padre della medicina omeopatica, letto nella sua interezza è già di per se stesso una medicina per i pazienti, ma lo è ancor di più per i Medici, che dei pazienti si vogliono prendere cura. Il testo racchiude il pensiero e tutti gli insegnamenti del Maestro,… Continua »
Pagine: 272, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
22,50 € 25,00 € (-10%)
 
Introduzione all'Omeopatia  Associazione Lycopodium   Salus Infirmorum

Introduzione all'Omeopatia

Associazione Lycopodium

L'originalità di questa opera risiede nello sviluppo di interessanti connessioni tra i vari temi che compongono la struttura della Medicina Omeopatica e che in genere non vengono comunemente divulgati.Gli Autori, dopo una sintetica trattazione storica che parte dalla biografia di Hahnemann per poi passare ad illustrare lo sviluppo e la diffusione dell'Omeopatia in molti Paesi del mondo, affrontano… Continua »
Pagine: 160, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
11,82 € 13,90 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Alberto Magnetti

Otite acuta mortale: come usare un grave caso di malpractice per attaccare la medicina omeopatica 29 MAG 2017 OMEOPATIA
L'omeopatia funziona? Ecco gli studi scientifici 28 APR 2017 OMEOPATIA
Trolling & Homeopathy, la diffamazione mediatica dell'omeopatia 29 FEB 2016 OMEOPATIA
Omeopatia vera “Slow Medicine”. Come sostenere una decrescita felice dei costi sanitari 7 MAR 2014 OMEOPATIA
L'omeopatia perde un grande amico, la scienza un grande pensatore e il mondo un uomo libero 5 FEB 2014 OMEOPATIA
Il miglior regime di vita secondo l'omeopatia 7 MAG 2013 ALIMENTAZIONE
Continua ad aumentare il successo dell'Omeopatia tra i cittadini europei 17 AGO 2012 OMEOPATIA
Medicinali Omeopatici: dimostrata la riproducibilità in laboratorio 2 MAG 2012 OMEOPATIA
L'omeopatia tra informazione e disinformazione 5 MAR 2012 OMEOPATIA
La medicina degli Affari - Ovvero: il Davide omeopatico contro Golia Big-Pharma 22 GEN 2012 SALUTE
Il diavolo e l'omeopatia 8 NOV 2011 OMEOPATIA
Riparte la crociata contro l'omeopatia 24 OTT 2011 OMEOPATIA
Oltre la metà dei medici di famiglia è d'accordo sull'impiego della medicina omeopatica nella pratica clinica 28 MAG 2011 OMEOPATIA
Prevenzione omeopatica della malaria 18 APR 2011 OMEOPATIA
Evoluzione di un omeoscettico. In risposta alla crociata contro l'omeopatia 22 FEB 2011 OMEOPATIA
10:23 Una occasione fallita 6 FEB 2011 OMEOPATIA
Un Nobel per l'Omeopatia 8 GEN 2011 OMEOPATIA
Quale medicina vogliamo per il futuro? 27 DIC 2010 SALUTE
L'impiego della Medicina Omeopatica nella patologia muscolo-scheletrica 20 OTT 2010 OMEOPATIA
Davide e Golia, la tensione tra la Medicina Omeopatica e l'industria del farmaco convenzionale 6 SET 2010 OMEOPATIA
Omeopatia efficace per otto persone su dieci 9 LUG 2010 OMEOPATIA
Le piante risentono dell'effetto placebo o sono davvero sensibili ai farmaci omeopatici? 16 GIU 2010 OMEOPATIA
Anche i topolini sono sensibili alle medicine omeopatiche 17 MAG 2010 OMEOPATIA
L'omeopatia nelle malattie allergiche e respiratorie 3 MAG 2010 OMEOPATIA
I dolori e le irregolarità mestruali trattati con l'Omeopatia 15 MAR 2010 OMEOPATIA
La Medicina Omeopatica per la cura degli animali 15 MAR 2010 OMEOPATIA
'Omaggio' agli eroici sperimentatori inglesi contrari all'omeopatia 11 MAR 2010 OMEOPATIA
Invecchiare bene attraverso l'impiego della medicina omeopatica 21 GEN 2010 OMEOPATIA
Che cosa è la medicina omeopatica 18 DIC 2009 OMEOPATIA
Come difendersi dal raffreddore con l'Omeopatia 18 NOV 2009 OMEOPATIA

Tutti gli articoli di Alberto Magnetti







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione