Omeopatia

Kalium arsenicosum: temi principali e Materia Medica omeopatica


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia

Kali arsenicosum è un rimedio a cui difficilmente si pensa in prima battuta, viste le molte affinità con il ben più noto e sicuramente iperprescritto Arsenicum album.

Nell'instancabile attività di raccolta dei dati patogenetici da parte di Dudgeon, ma anche nelle imponenti trascrizioni di Allen nella Encyclopedia di Materia Medica risulta chiaramente la grande confusione che si è fatto fra i dati tossicologici e patogenetici di Arsenicum album e quelli di Kalium arsenicosum. Per molti sintomi è difficile distinguere i due rimedi perché le fonti delle patogenesi sono poco chiare. C'è grande confusione tra l'azione delle due sostanze. Dal lato tossicologico sono stati mescolati i sintomi dell'Arsenico utilizzato in forma "allopatica" (Liquor Arsenicalis) con quelli della cosiddetta "Soluzione di Fowler" che invece è costituita, ma solo in parte, dall'Arseniato di potassio. Ciò non è tutto! Volendo risalire alle fonti più originali ed attendibili, ossia al lavoro di Hahnemann, egli stesso nella sua Materia Medica Pura riporta di Arsenicum album un mix di dati che ci lasciano a dir poco perplessi.

 

Egli, annotando le "fonti", per la patogenesi, inserisce nella materia medica di Arsenicum molti casi di intossicazione da Arseniato di potassio inalato tramite vapori arsenicali, casi in cui c'è l'uso di ossido nero di arsenico applicato a masse tumorali cutanee e poi l'arsenico preso con il tabacco, le intossicazioni dei minatori che hanno respirato arsenico e cinnabaris, gli avvelenamenti da arsenico e cobalto, ecc. Per ultimo ci sono molte decine di sintomi per i quali non vengono menzionati né gli autori, né le sostanze che hanno tra i componenti l'arsenico. Anche nella Encyclopaedia of Drug Pathogenesy di Hughes, omeopata autorevolissimo, leggiamo che tra i diversi sintomi di Arsenicum album, alcuni hanno origine dall'Arsenicum metallicum, dall'Arsenicum iodatum, dall'Arseniato di potassio e dall'Arseniato di sodio.

 

Omeopati o detective?

Nonostante la grande confusione dei dati, i sintomi patogenetici fondamentali di ciascuno dei due rimedi, Ars. e Kali ars., sono validi. Abbiamo potuto prescrivere Kalium arsenicosum con successo. Speriamo che il nostro lavoro contribuisca a dare chiarezza alla complessità sintomatologica di Kalium arsenicosum e aiuti a chiarire le peculiarità del rimedio. Pur essendo molto somigliante ad Arsenicum album ed abbia sintomi in comune con alcuni rimedi carbonici, Kalium-ar. non è affatto la somma dei sintomi dell'uno e degli altri, come alcuni autori della nostra epoca affermano. Kalium arsenicosum è un rimedio che presenta, pur se somigliante ad Arsenicum, una propria dimensione. È unico per le sue sensazioni e le problematiche psichiche per cui può essere distinto nettamente dagli altri rimedi! Desideriamo rendere chiarezza e giustizia, per quanto ci è possibile, alla dimensione umana del soggetto Kalium-ar. Ci riusciremo? Ai lettori la risposta. Invochiamo ovviamente la loro benevolenza.

 

Che cos'è Kalium arsenicosum?

Occorre trasformarsi in detective per capire che cosa è stato somministrato agli sperimentatori di Kalium-ar. Si dice che Kalium arsenicosum è l'Arseniato di potassio e buona parte della patogenesi è dovuta alla Soluzione di Fowler che ne contiene in abbondanza. Ciò è vero solo parzialmente perché la materia prima della Soluzione di Fowler è un insieme complesso che contiene, oltre all'arseniato di potassio, altre sostanze che all'unisono concorrono all'azione del ceppo. La soluzione di Fowler è costituita da 3 componenti: l'acido arsenioso (1 parte), il carbonato di potassio (1 parte), la soluzione di lavanda (3 parti) e l'acqua distillata (95 parti). Oltre ai tre elementi, carbonio, potassio e arsenico, nel composto c'è anche la soluzione di lavanda, che non solo profuma il prodotto, ma riteniamo concorra a determinare i sintomi della patogenesi. Non dimentichiamo che in fitoterapia la lavanda ha un largo uso clinico nelle distonie neurovegetative accompagnate da sintomi polifunzionali (inquietudine, disturbi del sonno, gastriti, coliti, tachicardie, manifestazioni asmatiche, ecc.), nelle discinesie biliari e negli stati infiammatori delle prime vie respiratorie. La lavanda è un fitocomplesso costituito da flavonoidi (luteolina, acacetina, vitexina), cumarine (erniarina, umbelligerone, diidrocumarina), da triterpeni (ac. Oleanolico, ac. Ursolico, ac. Vergatico, lupeolo, eritrodiolo, ecc.) e poi da tannini, depsidi e diterpeni. Gli olii essenziali della lavanda e i loro esteri sono principi spasmolitici e sedativi; tramite l'olfatto sono attivatori del sistema limbico cerebrale con rilascio di endorfine.

 

L'immagine di Kalium arsenicosum

L'immagine del rimedio che abbiamo dagli autori classici è scarna per il numero troppo esiguo di sintomi. Essa non rende giustizia al rimedio perché ne deriva un quadro troppo generico. A prima vista i Kalium ar. sono soggetti nervosi, irritabili e depressi. Si chiudono in se stessi, sono molto scontenti di come sono fatti e soffrono di grandi gelosie. Sono poco portati al dialogo ed hanno un'espressione ansiosa; sono astiosi e rispondono con poche parole. In essi predomina la grande ansia per la salute. Hanno paura delle malattie cardiache; temono l'ipertensione perché può portare all'ictus. Sono impauriti dal cancro, anzi è il loro terrore. Un altro aspetto importante che si rileva nel rimedio, oltre ai sintomi nevrotici, è la debolezza. È caratteristica dei soggetti Kalium ar. l'associazione sintomatologica degli attacchi di panico con la debolezza, la mancanza di aria, l'ipotensione e gli svenimenti. Stanno peggio al mattino presto. Come Kalium carbonicum si svegliano alle 3 ed inizia la sofferenza. C'è l'asma e il caratteristico dolore al plesso solare. Sono freddolosi. Quando arriva il freddo si ammalano facilmente. Entrando ed uscendo da un locale caldo si raffreddano e poi cadono ammalati. Stessa reazione quando si riscaldano e poi ingeriscono bevande o cibo freddo. Il soggetto Kalium ar. dorme sul fianco sinistro e tiene la mano sul torace come se volesse proteggere il cuore. Che dire poi della sensazione come se una palla dallo stomaco salisse in gola o della sensazione angosciosa di soffocamento che lo afferra e non lo lascia, oppure della sensazione di avere una testa più larga? Si tratta di sintomi cenestesici amplificati dall'ipersensibilità.

 

Un'immagine più completa

Possiamo approfondire le conoscenze del rimedio estraendo tutti i sintomi dal Complete Repertory di R. Van Zandvoort (Mac Repertory), raggruppandoli secondo un criterio di affinità, definendo così una serie di temi, che sono la struttura del rimedio.

 

I TEMI DI KALIUM ARSENICOSUM

Ansia per la salute; paura di ciò che può accadere e che non si riesce a controllare/prevedere (malattie, sfortuna, ignoto)

MIND; ANXIETY; fear, with (124)** MIND; ANXIETY; health, about (88)*** MIND; ANXIETY; hypochondriacal (60) MIND; DESPAIR; recovery (66)* MIND; FEAR; cancer, of (25)** MIND; FEAR; evil, of (120)** MIND; FEAR; happen; something will (98)** MIND; FEAR; evil, of (120)** MIND; MIND; DREAMS; misfortune, of (66)


Ansia con somatizzazioni a vari livelli

MIND; ANXIETY; chest, in (194)** MIND; ANXIETY; palpitation; with (115)* MIND; ANXIETY; respiration; difficult, anxious, with (104)* MIND; ANXIETY; stomach; in (117)** MIND; ANXIETY; stomach; in; pit of (43)* MIND; ANXIETY; stool; before (25)* MIND; DELUSIONS, imaginations; heart; disease, will have, and die (6)***


Personalità tormentata: tendenza all'agitazione ossessiva, alla disperazione, all'angoscia; peggiora da solo, in momenti critici, sera notte

MIND; ANGUISH (196)** MIND; ANXIETY; waking, on (109)* MIND; ANXIETY; causeless (13)* MIND; HYSTERIA (230)* MIND; HYSTERIA; fainting with (25)* MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency (553)* MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; evening (57)* MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; night (268)*** MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; anxious (122)*** MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; chill; during (48)* MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; heat; with (87)* MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; menses; during (44)* MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; bed; tossing about in; tendency (131)** MIND; THOUGHTS; persistent (100)* MIND; THOUGHTS; persistent; night (9)* MIND; THOUGHTS; rush, flow of (137)* MIND; THOUGHTS; rush, flow of; sleeplessness; with (96)* MIND; THOUGHTS; tormenting (35)* MIND; THOUGHTS; tormenting; night (6)* MIND; WEEPING, tearful mood; tendency (356)* WEEPING, tearful mood; tendency; night (85)* WEEPING, tearful mood; tendency; causeless (41)* MIND; WEEPING, tearful mood; tendency; sleep; in (84)*


Ambiente esterno come fonte di insicurezza e di minaccia

MIND; FEAR; narrow place, in, claustrophobia (44)* MIND; FEAR; panic attacks, overpowering (41)* MIND; FEAR; people, of, anthropophobia (89)** MIND; FEAR; crowd; in a (58)** MIND; FEAR; crowd; public places, of (20)**


Presenza della morte (paura, sogni, presentimenti, pensieri suicidi, visioni spaventose)

MIND; DEATH; conviction of (26)* DEATH; presentiment of (71)* MIND; DEATH; thoughts of (58)* MIND; DELUSIONS, imaginations; dead; persons, sees (60)* MIND; DREAMS; dead; people, of (94)* MIND; DREAMS; death, of (86)* MIND; FEAR; death, of (172)* MIND; FEAR; death, of; alone, when MIND; DELUSIONS, imaginations; images, phantoms, sees (100)* MIND; DELUSIONS, imaginations; images, phantoms, sees; frightful (60)* MIND; SUICIDAL disposition (137)* MIND; SUICIDAL disposition; fear, with; death, of (12)* MIND; SUICIDAL disposition; thoughts (35)*


Frettolosità, impazienza, puntigliosità quasi maniacale

MIND; FASTIDIOUS (34)** MIND; HURRY, haste; tendency (138)* MIND; HURRY, haste; tendency; always in (7)* MIND; IMPATIENCE (138)*


Rapporto controverso con gli altri: estremo bisogno (fino alla gelosia) alternato con sospetto, diffidenza e aggressività

MIND; ABUSIVE, insulting (75)** MIND; COMPANY; desire for (104) MIND; FEAR; alone, of being (80)* MIND; FEAR; alone, of being; company, with aversion to, yet fears to be alone (16) MIND; FEAR; people, of, anthropophobia (89)** MIND; FEAR; death, of; alone, when (13)** MIND; FEAR; crowd; in a (58)** MIND; FEAR; crowd; public places, of (20)** MIND; JEALOUSY (65)* MIND; JEALOUSY; sadness, with (1)** MIND; KILL, desire to (49)* MIND; KILL, desire to; sudden impulse to (22)* MIND; SUSPICIOUSNESS, mistrustfulness (114)*** MIND; SUSPICIOUSNESS, mistrustfulness; friends, to (2)* MIND; TIMIDITY (151)** MIND; VIOLENCE, vehemence (124)* MIND; VIOLENCE, vehemence; deeds of, rage leading to (38)* MIND; VIOLENCE, vehemence; friends, to his (1)*


Peggioramento a letto e di notte, avversione a coricarsi

MIND; ANXIETY; evening; agg.; bed, in (56)* MIND; BED; aversion to, shuns (18)* MIND; FEAR; bed; of the (25)* MIND; ANXIETY; night; agg.* MIND; FEAR; night** MIND; ANXIETY; night; agg.; waking* MIND; THOUGHTS; tormenting; night* GENERALITIES; NIGHT, nine pm. - five am.; agg.***


Ipersensibilità/fastidio ai rumori, alle voci, al dolore, con facilità allo spavento anche per piccole cose

MIND; FRIGHTENED easily (162)* MIND; FRIGHTENED easily; trifles, at (28) MIND; SENSITIVE, oversensitive (311)** MIND; SENSITIVE, oversensitive; noise, to (180)*** MIND; SENSITIVE, oversensitive; pain, to (134) MIND; SENSITIVE, oversensitive; noise, to; voices (37)* MIND; SHRIEKING, screaming, shouting (209)* MIND; STARTING, startled (267)** MIND; STARTING, startled; noise, from (69)* MIND; STARTING, startled; sleep; falling asleep, on (82)*


Tendenza alla tristezza e all'indifferenza

MIND; SADNESS, despondency, depression, melancholy; evening; agg. (85)* MIND; SADNESS, despondency, depression, melancholy; alone, when; agg. (26)* MIND; SADNESS, despondency, depression, melancholy; heat, with (55)* MIND; SADNESS, melancholy; periodical (10)* MIND; SADNESS, despondency, depression, melancholy; periodical; every; third day (1)* MIND; SADNESS, despondency, depression, melancholy; jealousy, with (1)** MIND; INDIFFERENCE, apathy; sadness, in (5)** MIND; QUIET; disposition; sadness, in (1)** MIND; QUARRELSOMENESS, scolding; sadness, in (1)** MIND; INDIFFERENCE, apathy (315)** MIND; INDIFFERENCE, apathy; everything, to (94)* INDIFFERENCE, apathy; pleasure, to (48)* MIND; QUIET; disposition (83)* MIND; SIT; inclination to (123)*


Irritabilità, litigiosità, capriccio, puntigliosità, ritualità e atteggiamento ipercritico

MIND; CAPRICIOUSNESS (118)* MIND; CENSORIOUS, critical (86)* MIND; FASTIDIOUS (34)** MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor, peevish (362)* morning (58)* MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor, peevish; morning; waking, on MIND; DISCONTENTED, displeased, dissatisfied (199)* MIND; LAMENTING, bemoaning, wailing (101)* MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor, peevish; sadness, with (4)** MIND; QUARRELSOMENESS, scolding (162)* MIND; IRRITABILITY; morning (102)* MIND; IRRITABILITY; morning; waking, on (50)* MIND; IRRITABILITY; chill, with (60)* MIND; IRRITABILITY; headache; during (66)* MIND; IRRITABILITY; questioned, when (16)**


Considerazioni sintetiche sul rimedio

L'ansia che compare la mattina, al risveglio è una caratteristica importante del rimedio. Può non avere cause evidenti e accompagnarsi alla paura per la salute, fino ad arrivare all'ipocondria e alla paura del cancro.

Il soggetto è ipersensibile al dolore e somatizza le paure con sintomi a carico dell'apparato cardio-circolatorio, respiratorio e digerente (extrasistoli, respirazione ansiosa, ansia allo stomaco ecc.). Una grande irrequietezza si accompagna al nervosismo e peggiora quando Kalium-ar. lamenta sintomi fisici. Teme le persone, evita i luoghi pubblici per paura degli attacchi di panico. È claustrofobico. Le insicurezze si collegano ad una sensazione profonda di vulnerabilità. Ha paura del male. Teme che gli accada qualcosa e che sopraggiunga la sfortuna. I suoi pensieri sono negativi e spesso si riferiscono alla morte. La morte compare nei sogni e Kalium-ar., ne è molto impaurito specie quando è solo. È convinto che morirà. Vede fantasmi e anime di persone morte. Kalium-ar. è un soggetto tormentato, che non ha mai pace, neanche a letto dove si gira e si rigira. Ha sempre fretta ed è impaziente. Vive contro il tempo. Il tempo che passa attiva il fantasma della morte.

 

Kalium-ar. è di una meticolosità maniacale. Assomiglia ad Arsenicum. È capriccioso ed ipercritico, in questo modo vive la sua nevrosi. La superstizione, insieme ad una ritualità scaramantica, esprimono il bisogno di proteggersi dalla sfortuna e dalla sventura.

Kalium arsenicosum ha bisogno di compagnia ed ha paura di stare solo, come Arsenicum, ma a differenza di quest'ultimo instaura con le persone intime una relazione di necessità e al contempo di collera rivendicativa. Ciò rappresenta un tratto differenziale importante del rimedio rispetto ad Arsenicum. La mancanza di fiducia e il sospetto nei confronti degli amici sono tipici di Kalium arsenicosum. I familiari e gli amici, che egli ha scelto come sostegno, non gli danno sicurezza. Non si sente protetto; allora teme di cadere in un baratro; ossia verso la morte. Il mondo fantastico di un soggetto così pauroso è carico di sensazioni negative. È sensibile ai rumori, si spaventa molto facilmente e sobbalza, i suoi sogni sono paurosi. Il malumore, l'insoddisfazione, l'irritabilità e la scontrosità sono caratteristici. Cosa si può fare quando non si riesce a mantenere la calma neanche quando gli si pone una semplice domanda? La tristezza come reazione ai suoi problemi è un'altra keynote del rimedio. Egli è triste la sera, quando è ammalato e quando si ritrova da solo. Nulla gli sta bene.

 

L'indifferenza è la condizione affettiva e mentale a cui giunge dopo tanto soffrire per le insicurezze e le paure. È una condizione miasmatica distruttiva (sifilitica), che evidenzia la sua disfatta esistenziale. Egli sente di non avere più possibilità di guarire, giungendo così alla totale disperazione.







Prodotto Consigliato
L'Esperienza, la Tecnica e La Metodologia di Studio e di Cura Omeopatica delle Malattie Croniche di Alfonso Masi Elizalde  Roberto Gava Antonio Abbate  Salus Infirmorum

L'Esperienza, la Tecnica e La Metodologia di Studio e di Cura Omeopatica delle Malattie Croniche di Alfonso Masi Elizalde

Roberto Gava, Antonio Abbate

Chi pratica l'Omeopatia da qualche decennio non può non conoscere e apprezzare gli sforzi che Alfonso Masi Elizalde ha fatto per approfondire, migliorare e rivedere in chiave ‘ortodossa' la vera Omeopatia trasmessaci da Hahnemann. Masi, infatti, è conosciuto in tutto il mondo come il maggiore unicista vivente, l'unicista più rigoroso, più affidabile, quello di massima esperienza e quello che meglio di… Continua »
Pagine: 304, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
13,50 € 27,00 € (-50%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione