Vaccinazioni

Italia, vaccini e corruzione

Fonte: hpathy.com


CATEGORIE: Vaccinazioni

vaccinazioni
'Perché il governo ha proposto una legge così impopolare senza che esistessero chiari motivi medici? È sconcertante, anche perché è noto il contributo italiano ai danni e alle morti per vaccini'

Decine di migliaia di genitori si sono radunati nelle piazze e nella strade di 21 città italiane per protestare contro la nuova legge che prevede la vaccinazione obbligatoria. La legge è stata proposta in tempi strettissimi, nonostante l’Istituto Superiore di Sanità non abbia rilevato alcuna emergenza, né epidemia, e che la percentuale di morbillo sia inferiore a quella del 2016. Il decreto legge del Ministero della Salute è stato firmato dal presidente italiano Sergio Mattarella [1,2].

Perché il governo ha proposto una legge così impopolare senza che esistessero chiari motivi medici? È sconcertante, anche perché è noto il contributo italiano ai danni e alle morti per vaccini. Nel 2014 sono morte 13 persone dopo inoculazione di vaccino antinfluenzale. Perché, allora, questa imposizione?

A quanto pare, aleggia un vago odore di quattrini. Un anno fa il gigante della farmaceutica GlaxoSmithKline (GSK) ha annunciato di aver investito un miliardo di dollari nella produzione di vaccini in Italia [3]. Nessuno ha dimostrato che del denaro sia passato di mano in mano, ma qualche sospetto… Ricordiamo che il Ministro della Sanità Francesco De Lorenzo, nel 1991 stabilì l’obbligo della vaccinazione antiepatite B. La giustizia italiana condannò lui e il direttore generale del ministero della sanità Duilio Poggiolini per corruzione e per aver preso dalla GlaxoSmithKline una tangente di 600 milioni di euro.

D’altra parte, meglio non chiedere consiglio in materia all’OMS. Secondo il nuovo metodo di classificazione degli “eventi avversi dopo immunizzazione”, quando un vaccino è stato autorizzato, qualsiasi morte avvenuta in seguito sarà definita “dovuta a coincidenza” o “non classificabile” e non considerata morte da vaccino [4,5]. In India, nessuno dei 52 casi di bambini deceduti in seguito a vaccinazione è stato considerato correlato ad essa 5. Da chi prende ordini l’OMS?

Dati gli enormi profitti, possiamo aspettarci che la legge di obbligatorietà dei vaccini si diffonda anche in altri paesi. Oltre a manifestare nelle piazze, si può contrastare questo sistema rivelando i nomi delle persone che prendono denaro dall’industria farmaceutica. Non c’è bisogno di scavare in profondità: basta conoscere la persona che ha un diretto legame con chi presenta la legge (o con quella che riclassifica le morti da vaccino).
Per finire, un’alternativa efficace e sicura ai vaccini è la diffusione dell’omeoprofilassi [6,7].

Fonti:

https://healthimpactnews.com/2017/italians-take-to-the-streets-to-protest-new-mandatory-vaccination-law/
http://www.greenmedinfo.com/blog/italy-facing-unprecedented-mandatory-vaccine-push
http://www.italy24.ilsole24ore.com/art/business-and-economy/2016-04-12/glaxo-investe-siena-133250.php?uuid=ACZ2y35C
http://www.ageofautism.com/2017/07/who-advised-to-revise-its-post-vaccination-philosophy-1.html#more
http://ijme.in/wp-content/uploads/2017/07/20170704_deaths_following_pentavalent.pdf
https://freeandhealthychildren.org/
Isaac Golden, Manuale di omeoprofilassi, Salus Infirmorum 2016



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione