Salute

L’Italia non è un Paese per bici

Fonte: Valori (Rivista)


CATEGORIE: Salute , Attualità

Nel 2011 in Italia si sono vendute più bici che auto. Lo storico sorpasso, che non si registrava dal dopoguerra, è stato di circa duemila biciclette in più: 1.748.143 le auto vendute, 1.750.00 le bici che gli italiani si sono portati a casa.

Ma chi pedala in Italia lo fa a suo rischio e pericolo: prima c’è stata la sentenza 7970/2012 della Cassazione che ha stabilito che non è risarcibile il lavoratore che subisce un infortunio mentre va al lavoro usando la bici, se lo stesso percorso è servito da mezzi pubblici.

Poi è arrivata la doccia gelata dei dati Aci-Istat sugli incidenti stradali nel 2011 a confermarci che l’Italia non è un Paese attrezzato per le bici, anche se riscuotono un sempre crescente successo.

Secondo la ricerca Aci-Istat da una parte sono calati i numeri dei decessi sulle strade (-5,6%), mentre dall’altra parte il numero di biciclette coinvolte in incidenti stradali con lesioni a persone è aumentato del 12%; quello dei ciclisti morti è aumentato del 7,2% e dell’11,7% quello dei feriti.

Gli incidenti stradali che coinvolgono autoveicoli sono diminuiti su autostrade e strade extraurbane, grazie ai limiti e ai controlli, uniti alla diminuzione del traffico dovuta alla congiuntura economica, mentre per le due ruote il problema sono le strade cittadine, dove la mancanza di piste ciclabili, la scorrettezza dei guidatori e spesso la scarsa manutenzione del fondo stradale falciano gli appassionati dello spostamento “leggero”.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Paola Baiocchi

Terre fertili. La gara è aperta 6 LUG 2016 ATTUALITà
La guerra dei semi 30 DIC 2015 ATTUALITà
Smetto quando voglio 6 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
L'Italia fragile 22 APR 2013 ATTUALITà
Riconversione verde. Inizia un nuovo ciclo economico 5 APR 2013 ATTUALITà
Chi soffia sul fuoco siriano 4 DIC 2012 ATTUALITà
Televisione: il non innocuo elettrodomestico che può avere effetti anche gravi sulla salute 23 MAG 2012 DENUNCIA SANITARIA
Zero natalità. O la macchina o il bambino 7 MAG 2012 INFANZIA
Nucleare in bianco e nero 4 MAG 2011 SALUTE






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione