Alimentazione

Mangia che ti passa... e dimagrisci. Intervista a Filippo Ongaro

Fonte: Divita magazine


CATEGORIE: Alimentazione , Salute

cibo salute
"Nel mondo occidentale il cibo è onnipresente ma è dal punto di vista nutrizionale spesso scadente"

Fino ad oggi abbiamo sempre calcolato le calorie, cosa sono i “nutrienti” e come li possiamo “calcolare”?
Le calorie danno una visione uni-dimensionale degli alimenti, quella energetica ma gli alimenti sono molto di più di un semplice carburante. Ogni alimento che ingeriamo veicola molecole che fungono da messaggeri che possono a loro volta portare buone o cattive notizie. In altre parole, noi non mangiamo solo energia ma informazione che può contribuire a mantenerci sani oppure farci ammalare. Ecco perché occorre conoscere le proprietà nutrizionali del cibo e non soffermarsi alle calorie. Insomma, l'idea che 100Kcal di broccoli o 100Kcal di dolci siano sovrapponibili è completamente superata.

Perché le diete ipocaloriche falliscono?
Proprio per questo motivo: lavorano solo su una dimensione, quella energetica ma non sfruttano le proprietà di regolazione metabolica dei nutrienti. Badano solo al bilancio tra entrate e uscite ma non a ridare armonia alla macchina metabolica. Si perde peso all'inizio e poi ci si ferma o peggio si recupera perché con la riduzione calorica arriva anche il rallentamento metabolico. Una percentuale minima delle persone che si sottopongono ad una dieta ipocalorica mantiene il peso raggiunto nel tempo. Questo anche perché non educano ad una nuova cultura alimentare.

Come è cambiato il nostro modo di alimentarci nei secoli?

Si è radicalmente trasformato mentre noi dal punto di vista genetico e biologico siamo identici all'uomo di 200.000 anni fa. In particolare negli ultimi 200 anni l'industrializzazione del cibo ha contribuito profondamente ad alterare le nostre abitudini. Nel mondo occidentale poi il cibo è onnipresente ma è dal punto di vista nutrizionale spesso scadente.

Quali sono i difetti dell'alimentazione moderna?
In primo luogo l'eccesso di cibo in generale, in secondo luogo le caratteristiche di questo cibo. Eccessiva quantità di zuccheri e carboidrati raffinati ossia il carico complessivo glicemico elevato, un eccessivo consumo di grassi saturi animali e di grassi polinsaturi omega 6 da oli vegetali rispetto a quelli monoinsaturi dell'olio d'oliva e polinsaturi dell'olio di pesce, una forte carenza di fibre, un eccesso di sodio rispetto al potassio, un eccesso di cibi acidificanti. La correzione di questi difetti passa attraverso regole semplici: eliminare gli zuccheri, prediligere i cereali integrali, mangiare più frutta e verdura, ridurre le carni grasse a favore del pesce pescato sono i primi passi fondamentali.

Perché non basta mangiare poco e un pò di tutto come viene consigliato un pò ovunque?
Perché in quel “un pò di tutto” si annida una trappola. Cosa vuol dire infatti “un pò di tutto”? Un pò di tutto rispetto a cosa? All'offerta dell'industria? Alla lista infinita di cibi nuovi e artificiali? A ciò che piace o al cibo che la natura ci ha donato 200.000 anni fa quando è comparso l'Homo Sapiens?

Ci sono anche grassi e carboidrati buoni? Quali?
Certo. L'olio d'oliva per esempio o il grasso del pesce. I carboidrati naturali che sono verdure e frutta e i cerali integrali ricchi di fibra.

Cosa dovrebbe essere assolutamente vietato a prescindere da predisposizioni genetiche e malattie croniche?
Credo che vadano ridotti molto i grassi idrogenati, per fortuna sempre meno presenti, l'uso di zuccheri e dolcificanti anche nelle bevande e dolci in generale, le carni lavorate e quelle grasse, i cibi fritti, gli snack dolci e salati, latte e derivati che troppo spesso vanno a sostituire verdura e frutta.

Cosa invece non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola?
Ovviamente la verdura in tutte le sue forme, la frutta, le spezie, i cereali integrali e le proteine nobili come il pesce, i legumi, l'acqua ovviamente, un pò di vino rosso, del cioccolato fondente in piccole quantità, delle noci.

Quando è necessaria una diagnosi personalizzata?
Una diagnosi personalizzata e un programma preventivo individuale non fanno mai male, ma sono un passo ulteriore che richiede un medico preparato in materia. Quello che faccio con i miei pazienti è costruire loro un programma terapeutico su misura.

In che modo influiscono gli alimenti “banditi” sul nostro corpo?
Nel lungo periodo comportano degli squilibri molecolari e metabolici, mandano in sostanza messaggi sbagliati che sovvertono la biochimica dell'organismo. Da lì negli anni si sviluppano molte delle malattie croniche di oggi.

Gli integratori: non basta un'alimentazione corretta e “completa”? Perché?
In un mondo ideale non ci sarebbe bisogno  ovviamente di integratori ma vista la qualità nutrizionale di moli dei nostri alimenti temo diventerà una necessità sopperire alle carenze. Tuttavia il fai da te non va mai incoraggiato. In particolare adesso che si parla di vere e proprie terapie con nutraceutici che vanno oltre il concetto di semplice integratore, mi auguro che i medici vogliano occuparsi di più e con maggiore serietà di questo settore.

Come possono aiutarci spezie e alimenti “dimenticati” (frutta secca, legumi vari)?
Contribuiscono a portare ordine nel nostro metabolismo e a fornirci i segnali molecolari corretti. Sono alimenti importanti perché rappresentano parte della soluzione ai difetti dell'alimentazione moderna di cui abbiamo parlato prima oltre che essere in grado di arricchire con gusto la nostra alimentazione.

Come possiamo gestire i nostri pasti quando siamo fuori casa? Si può mangiare “bene” anche nei ristoranti, pizzerie, bar?
Non è sempre facile. Mi auguro che, come è successo per i supermercati, succeda anche con ristoranti, pizzerie e bar e che le offerte di cibo sano aumentino. Per ora siamo un pò indietro ma sono convinto che le cose cambieranno. Intanto ci si può orientare sulle verdure, sui piatti vegetariani e sul pesce.

Cambiare le nostre abitudini alimentari: per sempre o è concessa qualche “trasgressione” ogni tanto?
Le trasgressioni non sono un problema e anzi bisogna godersele. Sono molto più problematici gli errori quotidiani magari fatti inconsapevolmente.

Per saperne di più leggi anche i libri di Filippo Ongaro "Mangia che dimagrisci" e "Mangia che ti passa"



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA
Medicina omeopatica: confermato il significativo ruolo sociale nella Salute Pubblica 25 FEB 2016 OMEOPATIA
Abbigliamento outdoor: “troppe sostanze chimiche” 25 GEN 2016 DENUNCIA SANITARIA
Assis: non partecipiamo alla battaglia dei vaccini, preferiamo ragionare 13 GEN 2016 VACCINAZIONI
Omeopatia per la cura del cancro 11 GEN 2016 OMEOPATIA
Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi" 14 DIC 2015 OMEOPATIA
I veleni dell'Ilva 2 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Recanati: "bambina di sei anni sviene dopo il vaccino" 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Psicofarmaco per bambini inefficace e pericoloso: “la GlaxoSmithKline ha alterato i dati” 28 OTT 2015 INFANZIA
“Vaccinazioni rischiose, l’ho provato con mio figlio” 23 OTT 2015 VACCINAZIONI
California: vaccini contenenti mercurio a bambini e donne in gravidanza? 12 OTT 2015 VACCINAZIONI
Lettera di una mamma con figlio – presunto – autistico 10 SET 2015 AUTISMO
Adulti iperattivi: “una nuova operazione di marketing farmaceutico” 19 GIU 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, Antitrust avvia un’indagine conoscitiva. 'Prezzi sono in aumento' 27 MAG 2015 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione