Alimentazione

Il segreto per non ingrassare? Mangiare frutta secca


CATEGORIE: Alimentazione

frutta secca

A dispetto del luogo comune che la vuole nemica della dieta, la frutta secca è un'ottima alleata non solo della nostra salute in generale ma anche della forma fisica. Un recente studio (1) illustra così un altro buon motivo per includere nella nostra dieta noci, pistacchi e mandorle, alimenti gustosi e nutrienti.

 

Pubblicato sulla rivista BMJ Nutrition, Prevention & Health, lo studio ha coinvolto tre gruppi di individui: 51.529 maschi di 40-75 anni; 121.700 donne di 35-55 anni; 116.686 donne di 24-44 anni.

 

Gli studiosi hanno seguito l'intero campione per 20 anni, monitorandone lo stato di salute, il peso e l'alimentazione ogni 4 anni. È così emerso che chi ha aggiunto alla propria alimentazione almeno 14 grammi di frutta secca al giorno, presentava un minor rischio di prendere 2 o più chili in 4 anni. In particolare consumare una manciata di noci quotidianamente si associa a un rischio di divenire obesi del 15% minore. Si consideri che gli adulti, in media, tendono ad ingrassare di mezzo chilo all'anno.

 

L'effetto protettivo della frutta secca risulta più evidente se questa viene consumata in sostituzione di qualche cibo poco sano come le patatine.

 

Sebbene si tratti di uno studio puramente osservazionale, i risultati confermano che il consumo regolare di frutta secca (ricca di vitamine, sali minerali, grassi 'buoni', insaturi) fa bene alla salute e aiuta il controllo del peso, per esempio contribuendo ad aumentare il senso di sazietà.

 

Altri studi condotti in precedenza hanno rilevato i benefici della frutta secca per la salute del cuore, nella prevenzione della sindrome metabolica e di patologie cardiovascolari.

 

1. Liu X, Li Y, Guasch-Ferré M, et al. Changes in nut consumption influence long-term weight change in US men and women. BMJ Nutrition, Prevention & Health 2019;bmjnph-2019-000034. doi: 10.1136/bmjnph-2019-000034










Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Michele Toffolon

“La Medicina del Futuro dal Cuore Antico”. Si chiude il Congresso mondiale di Omeopatia 2 OTT 2019 OMEOPATIA
Rischio impurità cancerogene: urgente una revisione per i farmaci dell'Unione Europea 27 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
Grillo vs Omeopatia. Ma Beppe, non si era detto di combattere le fake news? 14 AGO 2018 OMEOPATIA
Batteri intelligenti e antibiotici inutili: come finirà? 24 GEN 2017 DENUNCIA SANITARIA
Pubblicato uno studio scientifico che dimostra l'efficacia del rimedio omeopatico Arnica 16 NOV 2016 OMEOPATIA
Come aumentare le difese immunitarie dei bambini 24 DIC 2015 SALUTE
Cosa sono i farmaci generici o equivalenti? 23 DIC 2015 SALUTE
Scabbia, emergenza realistica o infondata? 27 LUG 2015 SALUTE
Tisana per l’influenza 29 APR 2015 RICETTE
Studi scientifici...o quasi! 15 APR 2015 DENUNCIA SANITARIA
Scoperti nuovi geni implicati nel Disturbo Post-Traumatico da Stress 29 AGO 2014 SALUTE
Arnica: precauzioni sull'uso 14 MAR 2014 SALUTE
Ilex paraguariensis – Matè 7 FEB 2013 SALUTE
I semi aromatici 9 NOV 2012 ALIMENTAZIONE
I semi oleosi 22 OTT 2012 ALIMENTAZIONE
I semi della salute 8 OTT 2012 SALUTE
Functional Food, ovvero i 'Cibi Funzionalizzati' 24 LUG 2012 ALIMENTAZIONE
Genziana (Gentiana lutea L.) 21 FEB 2012 SALUTE
Anice stellato (Illicium verum) 27 DIC 2011 SALUTE
Impieghi terapeutici dell'Aloe vera nella dieta, nella cosmesi e nelle terapie antitumorali 6 OTT 2011 SALUTE
Strategie nell’utilizzo dell’ossigeno 29 MAR 2011 SALUTE
Spiraea ulmaria L. (Filipendula ulmaria L.) 24 MAR 2011 SALUTE
Le proprietà della Rosa canina 16 MAR 2011 SALUTE
Propoli, l'antibatterico naturale a portata di mano 8 NOV 2010 SALUTE
Oli Essenziali – Curiosità e conoscenze di base per un corretto utilizzo 14 LUG 2010 SALUTE
Il Gelso (Morus spp. L.) 21 APR 2010 SALUTE
La Papaia (Carica papaya L.) 25 MAR 2010 SALUTE
La Lavanda (Lavandula officinalis Miller) 25 FEB 2010 SALUTE






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione