Omeopatia

Cos'è Ferrum Metallicum?


CATEGORIE: Omeopatia

Cos'è Ferrum Metallicum? - Rimedi Omeopatici
Ferrum Metallicum

DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
- Nome Latino: Ferrum metallicum
- Composizione chimica: è un metallo pesante e condivide alcune proprietà con gli altri metalli pesanti

DESCRIZIONE: allo stato puro è di colore bianco-grigiastro, duro, duttile e di aspetto brillante quando viene levigato.

DISTRIBUZIONE: è raro allo stato nativo, ma è molto comune in forma combinata in molti minerali (magnetite, limonite, oligisto ecc.); è contenuto in alcune acque minerali ed è un elemento costituente degli organismi vegetali e animali.

CENNI STORICI: sin dai tempi più antichi è stato utilizzato in caso di anemia.

PREPARAZIONE: Il rimedio viene preparato nel seguente modo: le prime tre dinamizzazioni si ottengono triturando delle lamelle di ferro con il lattosio; la quarta dinamizzazione si ottiene per diluizione hahnemanniana della terza triturazione in metà acqua e metà alcool; la quinta e le successive in alcool puro.

AZIONE GENERALE SPERIMENTALE E TERAPEUTICA
- Stato generale: astenia, pallore della cute e delle mucose, rossori improvvisi del viso per ogni minimo sforzo e vertigini.
- Sangue: anemia ipocromica ed emorragie.
- Apparato cardiocircolatorio: palpitazioni, congestioni e disturbi circolatori di tipo vasomotorio.
- Apparato digerente: dispepsia, vomito e diarrea.

INDICAZIONI GENERALI
E’ indicato: nelle donne; nei bambini; nei soggetti anemici, astenici, freddolosi, incapaci di sostenere attività che comportino eccessivi sforzi o eccitazione e predisposti a congestioni, emorragie e disturbi vasomotori.

QUADRO CLINICO
Insorge: di frequente nelle donne, nelle ragazze giovani, alla pubertà, dopo emorragie o perdite di liquidi organici. E’ caratterizzato da: pallore della cute e delle mucose, improvvise vampate di rossore al viso in seguito ad affaticamento o eccitazione, intensa astenia, vertigini, cefalea vasomotoria, epistassi, iperpolimenorrea, anemia con emorragie vicarianti, disturbi dispeptici, vomito e diarrea; vertigini, disturbi visivi e sensazione di mancamento con i movimenti rapidi; palpitazioni, dispnea e intensa irrequietezza a riposo e che spesso migliorano con il movimento moderato.
Dal punto di vista mentale si può sottolineare: l’ipersensibilità, l’emotività, l’irrequietezza, l’irritabilità, le fluttuazioni del tono dell’umore e l’autoritarismo.

CARATTERISTICHE CLINICHE ESSENZIALI
- Anemia.
- Pallore estremo della cute e delle mucose e rossore improvviso del viso.
- Congestioni spesso accompagnate da emorragie.
- Inquietudine ed emotività.

PRINCIPALI INDICAZIONI CLINICHE
1 - Adatto soprattutto a donne anemiche, delicate, di temperamento sanguigno, con pseudopletora (guance arrossate o che arrossiscono facilmente, anche se le mucose sono pallide).
2 - Irritabilità psichica e fisica; intolleranza al rumore e al dolore; paziente eccitabile, impulsivo, di umore variabile, che preferisce la solitudine.
3 - Grande spossatezza e dispnea; si stanca facilmente, però deve fare dell’esercizio fisico leggero per sentirsi meglio.
4 - Congestioni locali con predisposizione ad emorragie ricorrenti, specialmente a livello delle vie aeree superiori (Ferr-acet., Ferr-ph.).
5 - Attacchi frequenti di cefalea martellante, pulsante, spesso con testa calda ed estremità fredde.
6 - Digestione alterata, debole; anoressia, a volte alternata a bulimia; vomito di cibo immediatamente dopo aver mangiato o tossito, oppure il cibo resta nello stomaco tutto il giorno e poi viene vomitato subito dopo mezzanotte; avversione per le uova e < dalle uova (l’opposto di Calc.).
7 - Infiammazione rettale e vescicale che provoca:
a) diarrea con feci indolori, liquide o lienteriche e flatulenza, mentre mangia o beve;
b) incontinenza urinaria, in particolare nelle donne, con perdite di urina quando tossisce, meno di giorno.
8 - Mestruazioni in anticipo, abbondanti, prolungate; con flusso di sangue chiaro, come acqua, e debilitante.
9 - Dolori muscolari alla spalla, specialmente a livello del deltoide sinistro, maggiore da un esercizio fisico leggero; anche crampi.
10 - Paziente freddoloso:
a) peggioramento d’inverno, ma anche dal caldo eccessivo; dopo mezzanotte; stando a sedere fermo;
b) miglioramento camminando piano, anche se la debolezza lo obbliga a sedersi o stendersi; dall’esercizio mentale.

TESSUTI PIU' COMUNI
- Tessuti e/o le regioni del corpo verso cui il rimedio in questione ha una particolare affinità:
 NERVI VASOMOTORI [CIRCOLAZIONE; vasi sanguigni]. Sangue. Milza. Digestione. Deltoide sinistro. Mucose. Nervi.
- Lateralità del rimedio: Lato sinistro

EZIOLOGIA
Carenza di ferro; emorragie; abbondanti perdite di liquidi organici; abuso di chinino; avvelenamento da arsenico.

SINTOMI MENTALI PIU' COMUNI
Gli aspetti più caratteristici della sua personalità sono: l’ipersensibilità, l’ansia, l’irrequietezza, l’irritabilità, le fluttuazioni del tono dell’umore e l’atteggiamento di distacco nei rapporti interpersonali. L’agilità mentale e il carattere equilibrato, pratico e positivo, vengono notevolmente limitati dall’astenia psicofisica che spesso non consente una piena realizzazione personale. La conseguente frustrazione comporta uno stato di allarme permanente, ansia e innumerevoli fobie, labilità del tono dell’umore, irritabilità e una forte carica aggressiva. Questa ultima implica la tendenza a imporre le proprie idee, ma anche sensi di colpa e incapacità di instaurare e mantenere i rapporti interpersonali.

MODALITA'
• Peggioramento

DI NOTTE. Per emozioni; collera. Sforzo fisico violento. Mangiando. Bevendo. Perdita di liquidi biologici, sudore. Uova. Freddo e caldo. Movimento improvviso. Tè. Alzando le braccia.
• Miglioramento
Movimento dolce. Lievi sanguinamenti. Appoggiando la testa su qualcosa.


BIBLIOGRAFIA:
- "Studio di Materia Medica Omeopatica" di Lucia Gasparini
- "Decacordi e Pentacordi" di Gladstone Clarke
- "Materia Medica e Repertorio essenziale dei medicamenti omeopatici" di Shankar Phatak
- "Materia Medica Omeopatica Sinottica - 1° vol." di Frans Vermeulen



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di L'Omeopata di Informasalus.it

Cos'è Antimonium Crudum? 11 APR 2014 OMEOPATIA
Cos'è Graphites? 24 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Digitalis Purpurea? 18 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Nux Moschata? 14 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Causticum? 12 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Cicuta virosa? 2 DIC 2013 OMEOPATIA
Cos'è Ignatia Amara? 28 AGO 2013 OMEOPATIA
Cos'è Medorrhinum? 8 MAR 2013 OMEOPATIA
Cos'è Chamomilla Matricaria? 22 FEB 2013 OMEOPATIA
Cos'è Calendula Officinalis? 11 FEB 2013 OMEOPATIA
Cos'è Staphysagria? 14 DIC 2012 OMEOPATIA
Cos'è Calcarea Phosphorica? 7 DIC 2012 OMEOPATIA
Cos'è Sepia Officinalis? 26 NOV 2012 OMEOPATIA
Cos'è Tuberculinum? 12 OTT 2012 OMEOPATIA
Cos'è Magnesia Phosphorica? 8 GIU 2012 OMEOPATIA
Cos'è Iodum? 2 GIU 2012 OMEOPATIA
Cos'è Stramonium? 27 APR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Alumina? 10 APR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Aurum Metallicum? 21 MAR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Carbo Vegetabilis? 8 MAR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Psorinum? 20 FEB 2012 OMEOPATIA
Cos'è Silicea? 11 FEB 2012 OMEOPATIA
Cos'è Kali Carbonicum? 21 GEN 2012 OMEOPATIA
Cos'è Cuprum Metallicum? 15 GEN 2012 OMEOPATIA
Cos'è Apis Mellifica? 30 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Baryta Carbonica? 26 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Natrum Carbonicum? 21 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Dulcamara? 15 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Zincum Metallicum? 9 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Phosphoricum Acidum? 27 NOV 2011 OMEOPATIA

Tutti gli articoli di L'Omeopata di Informasalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione