Etica

Fermarsi per occupare il tempo

Fonte: gnuova.blogspot.com


CATEGORIE: Etica

orologio
La società di oggi ci impone dei ritmi velocissimi, la tecnologia sta cambiando il ritmo biologico dell'uomo

Coloro che fanno il peggior uso del loro tempo, sono i primi a lamentarsi della sua brevità.
Jean de la Bruyére.

La società di oggi ci impone dei ritmi velocissimi, la tecnologia sta cambiando il ritmo biologico dell'uomo, di tutti noi, e probabilmente, sta cambiando molto profondamente il nostro agire umano... che molti già stanno iniziando a chiamare agire tecnologico. Ma di questo ne parleremo prossimamente. ;-)

Siamo tutti pieni di cose da fare e ne facciamo due o tre contemporaneamente. Leggiamo ascoltando musica, passeggiamo, prendiamo l'autobus, messaggiamo... con le cuffiette dell'i-pod sugli orecchi. Quanti giovani "ascoltano" per più del 50% della loro giornata musica?
Non solo, parlando al telefono, mandiamo una e-mail o chattiamo con altre tre persone contemporaneamente...

Riuscire a ritagliarsi uno spazio per ogni attività è qualcosa di straordinario. Si può imparare a farlo, molti riescono e sono proprio le persone che più invidiamo. Quelle persone che sono sempre (o quasi) sorridenti, che sempre hanno tempo per tutto e per tutti. Ma come fanno?

Sono persone che non hanno niente da fare nella loro vita? Sono sole e in attesa che qualcuno chieda loro qualcosa? Sono senza amici e per questo accettano ogni invito?

Molte volte no. Sono "solo" giovani che hanno imparato che bisogna fermarsi per occupare il tempo!

E' incredibile notare come persone super-impegnate, siano molte volte le più serene e felici. Ne conosci qualcuna?


Se sì, potrai notare che queste persone, molto occupate durante una giornata ed allo stesso tempo contente e complete, non sono prese da una singola attività.
Solo se riesci a vive non occupato e pre-occupato per un'unica cosa, puoi vivere godendoti la vita.

Chi è pre-occupato per una sola cosa, un pensiero fisso, un'unica occupazione (solo studio, solo lavoro, solo feste...) potrà anche cadere in alcune ossessioni e patologie che oggi si stanno sempre più diffondendo.

Soprattutto se questo atteggiamento lo si inizia ad avere negli anni della propria giovinezza, sarà ancora più difficile cambiarlo. Chi passa intere giornate dedicate ad un unico interesse, anche se fosse il più grande ideale di questa terra, rischia di non saper prendere un proprio tempo per respirare; di non saper creare il proprio spazio, dove inserire priorità e necessità...

Se hai capito il messaggio, NON ti sto dicendo di prenderti più tempo per riposare. Troppe volte oggi, la maggior preoccupazione è proprio quella di trovare del tempo per rilassarsi... e pre-occupandosi continuamente di questo, non riesco a dedicare il giusto tempo ad un buon riposo (magari dormendo tutti i giorni più di 10 ore...).

Quello che voglio dirti è di fermarti per occupare il tempo! Un gioco di parole? Forse, ma se ci pensi è proprio quando ci "fermiamo" un momento che riusciamo a godere al massimo l'adesso, il tempo presente, il passato e ancora di più il futuro.
Tornando al ragazzo che passa buona parte del giorno con le cuffiette ascoltando musica... Quante volte chiude gli occhi per 3 minuti (il tempo di una sola canzone) ascoltando veramente?

Cosa aspetti per impegnarti pienamente la vita??? La risposta di molti purtroppo è: DOMANI!

Allora, proprio per farti capire quanto sia brutta questa risposta, anche se non è da me, ti dico che i consigli per come riuscire a fermarsi per occupare veramente il tempo... te li darò solo DOMANI! ;-)



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Riccardo Carrara

Felici o tristi? È tutto nelle tue mani 23 SET 2011 SALUTE
Cosa significa rispettare? 15 LUG 2011 ETICA
Il valore dell'abitudine 28 GIU 2011 SALUTE
Superficiali o maturi? 17 GIU 2011 ETICA
Monique Van Der Vorst: ogni giorno è Natale! 7 GIU 2011 ETICA






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione