Denuncia sanitaria

Farmaci online: necessari maggiori controlli


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

pc farmaci
Farmaci online: necessari maggiori controlli

“Il caso di Barletta, con la morte di una giovane donna, ha riacceso l'allarme ed il dibattito sulla contraffazione e la commercializzazione dei farmaci. Il divieto di comprare e quindi vendere i farmaci online non basta più, tanto è vero che il commercio illegale in rete ha avuto una crescita esponenziale. È urgente intervenire con seri strumenti di controllo e repressione, per contrastare il commercio in rete di prodotti e sostanze pericolose per la salute. Si tratta, infatti, di un fenomeno estremamente rischioso, in forte espansione”. È quanto ha affermato in una nota Federconsumatori.

I carabinieri del Nas confermano la grande dimensione del mercato illegale: i compratori sono attratti dalla facilita' dell'acquisto, dall'anonimato, dai prezzi bassi e dalla assenza della prescrizione. “Il business dei farmaci senza controllo va fermato con strumenti eccezionali tesi a prevenire contraffazioni ed abusi, ma anche a vigilare con controlli severi, poteri ispettivi e sanzionatori”, sottolinea Federconsumatori.

A circolare sul web sono soprattutto psicofarmaci, antidepressivi, tranquillanti, ipnoinduttori, diuretici, antiepilettici, steroidi e antiasmatici.

“Non tutti sanno che la vendita di farmaci online in Italia è vietata, eppure molti siti propongono la fornitura di medicinali. Se poi aggiungiamo che proprio i farmaci sono i prodotti più contraffatti sul web, ecco delineato un mercato paradossale sul quale le istituzioni come la Guardia di Finanza hanno un gran lavoro da sviluppare”. Lo ha spiegato il colonnello Umberto Rapetto, comandante del Gat, il Nucleo speciale frodi telematiche della guardia di Finanza.

Secondo i risultati di un progetto di campionamento realizzato da Aifa e Who, i farmaci acquistati su Internet dall'Italia - escludendo le farmacie completamente false (ovvero quelle dedite alla truffa informatica) - risultano contraffatti in oltre il 50% dei casi. Si tratta di negozi virtuali, che si approvvigionano di volta in volta da fornitori diversi, che producono senza alcuna conformità agli standard di qualità e sicurezza riconosciuti a livello mondiale.

In ogni caso l'Aifa ricorda che in Italia il fenomeno della contraffazione dei farmaci è pressoché inesistente: la percentuale dei farmaci contraffatti presenti sul nostro mercato è dello 0,1%, grazie soprattutto al sistema di tracciabilità del farmaco che consente il monitoraggio, attraverso il bollino a lettura ottica, di ogni singola confezione e alle attività di prevenzione e contrasto portate avanti ormai da diversi anni dalla task force IMPACT Italia. A livello mondiale la percentuale di medicine contraffatte sul mercato è del 6-7%, del 20-30% (con picchi del 50%) nei Paesi in via di sviluppo.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Troppa sedentarietà accelera l'invecchiamento 23 GEN 2017 SALUTE
Masticare bene il cibo ci protegge dalle infezioni 23 GEN 2017 ALIMENTAZIONE
L'agopuntura può curare le coliche nei neonati? 23 GEN 2017 INFANZIA
Vitamine e minerali in gravidanza potenziano l'intelligenza del bambino 20 GEN 2017 SALUTE
Le regole per migliorare l'aria di casa tua 20 GEN 2017 SALUTE
Vaccini, via libera al Piano nazionale. Codacons ricorre a Tar e Commissione Ue 20 GEN 2017 VACCINAZIONI
Zenzero, un ottimo alleato contro l'influenza 19 GEN 2017 MEDICINA PREVENTIVA
Prevenire l'Alzheimer con le vitamine 19 GEN 2017 MEDICINA PREVENTIVA
Omega 3 in gravidanza: ecco perché fanno bene al tuo bambino 19 GEN 2017 ALIMENTAZIONE
Sai perché il peperoncino allunga la vita? 19 GEN 2017 ALIMENTAZIONE
Bambini: perché il sistema immunitario è fuori controllo? 18 GEN 2017 SALUTE
Vaccini: i medici scelgono di farli in base a quanto ci guadagnano? Ecco i prezzi 18 GEN 2017 VACCINAZIONI
Omeopatia: piccole e medie aziende a rischio 18 GEN 2017 OMEOPATIA
Bambini in auto: ecco le nuove norme sui seggiolini 18 GEN 2017 INFANZIA
Attenzione, ritirato farmaco contro febbre e diabete dalle farmacie 17 GEN 2017 DENUNCIA SANITARIA
Come vivere più a lungo riducendo il sale del 10% 13 GEN 2017 SALUTE
Tatuaggi e psoriasi: qual è il legame? 13 GEN 2017 DENUNCIA SANITARIA
USA, e se Trump cambiasse le politiche sui vaccini? 13 GEN 2017 AUTISMO
Sai perché lo stress fa male al cuore? 13 GEN 2017 SALUTE
Troppi decessi a causa del fumo, anche passivo 11 GEN 2017 DENUNCIA SANITARIA
Ocse: “Nella sanità sprecati 2 euro su 10” 11 GEN 2017 SALUTE
La dieta mediterranea rallenta l'invecchiamento 11 GEN 2017 ALIMENTAZIONE
Sonno: cosa mangiare la sera per dormire bene? 9 GEN 2017 SALUTE
Ecco come lo smog danneggia il tuo cervello 9 GEN 2017 DENUNCIA SANITARIA
Meningite, gli esperti Iss: “l'epidemia è solo mediatica” 9 GEN 2017 VACCINAZIONI
L'inquinamento aumenta il rischio di Alzheimer e malattie cardiovascolari 4 GEN 2017 SALUTE
Sai che effetto ha l'abuso di alcol sul tuo cuore? 4 GEN 2017 SALUTE
Lombardia: via libera agli animali in ospedali e case di cura 4 GEN 2017 ANIMALI
Meningite. Ministero: “nessuna epidemia, numeri in calo” 4 GEN 2017 VACCINAZIONI
Indennità per danni da vaccini e trasfusioni: in arrivo in Veneto 2 GEN 2017 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione