Salute

Euromelanoma Day, aumentano i casi di tumore alla pelle



abbronzatura
Soltanto un ragazzo su 10 dichiara di usare le dovute precauzioni al sole

In Italia i ragazzi sono al corrente dei rischi legati ad una scorretta esposizione solare, i nomi dei tumori alla pelle e le loro cause. Tuttavia soltanto un ragazzo su 10 dichiara di usare le dovute precauzioni mentre ben quattro su dieci ammettono di non ricorrere mai a misure protettive. Inoltre, pur essendo più informate dei maschi, le ragazze non rinunciano alle lampade abbronzanti.

Questi i principali dati emersi da una ricerca della clinica dermatologica dell’Università de L’Aquila che ha distribuito questionari in classe a 1.204 alunni di licei e istituti tecnici abruzzesi. I risultati dell'indagine sono stati presentati in occasione dell'Euromelanoma Day che verrà celebrato il 16 maggio 2011. In occasione dell’Euromelanoma Day, la campagna informativa organizzata dalla Società italiana di dermatologia e malattie sessualmente trasmesse  (SIDeMaST), si terranno incontri informativi con i dermatologi su prevenzione e diagnosi precoce del melanoma e dei tumori della pelle.

In Italia ogni anno si registrano 14,3 nuovi casi di melanoma ogni 100mila uomini e 13,6 nuove diagnosi ogni 100mila donne, soprattutto nella popolazione tra i 40 e i 60 anni. L’incidenza di questo tumore è in continuo aumento.

I risultati della ricerca rivelano che soltanto un connazionale su tre si fa controllare i nei periodicamente e la metà utilizza poco (il 31,4 per cento) o addirittura mai (21,8) le creme solari indispensabili sotto il sole (al mare d’estate, ma anche in montagna nella bella stagione e quando si scia). Per quanto riguarda l’utilizzo delle lampade solari, il 70,7 dei partecipanti, che avevano un’età media di 44 anni, ha dichiarato di non aver mai fatto lampade e il 19,9 di farne fino a 20 in un anno. Soltanto l’1,6 per cento ha ammesso di fare più di 20 sedute annuali ai solarium, frequentati soprattutto dalle donne.

L'Italia si prepara però ora a disciplinare il settore per legge. A pochi giorni dall’Euromelanoma Day, il divieto delle lampade abbronzanti per i minori di 18 anni viene inserita in un decreto legislativo sulle apparecchiature elettromeccaniche per uso estetico, che sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro fine mese.










Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Alessia Ferla

A Milano il primo ospedale dedicato alla salute delle donne 4 DIC 2019 SALUTE
Sugar e plastic tax: cosa ne pensano gli italiani? 2 DIC 2019 ATTUALITà
Il Messico nega l'ingresso di mille tonnellate di glifosato nel Paese 29 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Gravidanza e prima infanzia: buone pratiche più diffuse ma si può migliorare 27 NOV 2019 INFANZIA
Gli adolescenti di tutto il mondo sono troppo sedentari 25 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Le aree verdi in città allungano la vita 22 NOV 2019 SALUTE
Gli animali domestici allontanano ansia e depressione 20 NOV 2019 ANIMALI
I cambiamenti climatici colpiranno la salute dei bambini che nascono oggi 18 NOV 2019 INFANZIA
I contraccettivi ormonali aumentano il rischio di ansia e depressione 18 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Leggere e scrivere protegge dalla demenza e rafforza il cervello 15 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Correre allunga la vita e riduce il rischio di morte 13 NOV 2019 SALUTE
I Pfas alterano anche la fertilità femminile 11 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il sonno purifica il cervello eliminando le tossine 8 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Dieci buoni motivi per praticare lo yoga ogni giorno 8 NOV 2019 SALUTE
Smartphone e tablet modificano il cervello dei bambini 6 NOV 2019 INFANZIA
Salute e conflitti di interesse: studenti di Medicina corteggiati dalle aziende 4 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Lo sport protegge il cuore dei pazienti oncologici 30 OTT 2019 SALUTE
Cellulari e salute: la Francia sceglie la strada della precauzione 28 OTT 2019 SALUTE
Vitamina D: boom di carenza tra gli adolescenti italiani 25 OTT 2019 SALUTE
Talco cancerogeno: la Johnson&Johnson ritira 33mila confezioni con amianto 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come combattere la depressione con una dieta sana 18 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
In Italia record di decessi prematuri per inquinamento. Padova prima in Europa per PM10 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Migliaia di microplastiche nei tappi delle bottiglie di acqua minerale 16 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cancro, una lettera aperta agli oncologi: “Non si sottovaluti l'inquinamento ambientale” 14 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Tatuaggi: sostanze tossiche o cancerogene nel 20% degli inchiostri 11 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Dieta giapponese: i benefici per la salute dell'alimentazione del Sol Levante 9 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Pesticidi: l'esposizione sul posto di lavoro aumenta il rischio di malattie cardiache 7 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quanta plastica beviamo con una tazza di tè? 4 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quasi un milione di celiaci in Italia: si indaga sulle cause ambientali 30 SET 2019 SALUTE
Tumori in calo in Italia. È la prima volta 27 SET 2019 RICETTE

Tutti gli articoli di Alessia Ferla







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione