Denuncia sanitaria

L'eugenetista Bill Gates compera Cochrane?


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

bill gates
La Cochrane, rete indipendente di ricercatori e persone interessate alla salute, ha ricevuto una grande donazione dalla Fondazione Bill & Melissa Gates

Cochrane Collaboration è una iniziativa internazionale no-profit indipendente, nata con lo scopo di raccogliere, valutare criticamente e diffondere le informazioni relative all'efficacia e alla sicurezza degli interventi sanitari. Ho sempre ammirato il gruppo Cochrane per via dell'oggettività e imparzialità nei loro rapporti. Un lavoro certosino portato avanti da circa 280.000 tra operatori sanitari (medici, epidemiologi, ecc.), ricercatori e rappresentanti di associazioni di pazienti in oltre 100 paesi del mondo.

Non avendo fondi per fare ricerca laboratoristica producono e sviluppano documenti di sintesi, denominati "revisioni sistematiche" sulla efficacia e sicurezza degli interventi sanitari di tipo preventivo, terapeutico e riabilitativo. In pratica analizzano, facendo pelo e contropelo, tutti gli studi pubblicati su un determinato argomento. Alla fine i risultati di queste revisioni sistematiche vengono pubblicate in un database elettronico chiamato «Cochrane Library».

I lavori sono eccezionali per via dell'assoluta trasparenza e indipendenza dai capitali privati, come per esempio quelli delle industrie farmaceutiche. Questo almeno fino a ieri...

Il 22 settembre 2016 nel sito ufficiale il Cochrane si annuncia che hanno ricevuto «una sovvenzione di $1,15 milioni dalla Fondazione Bill & Melinda Gates» (1). In pratica la donazione servirà per sostenere le attività del gruppo, con un focus specifico però sulla salute materna e infantile. Mark Wilson, CEO di Cochrane ha dichiarato che sono «lieti e onorati di ricevere questa concessione». (2) Forse ad essere più felici saranno le lobbies che con quattro spiccioli sono riuscite finalmente a togliersi una spina dal fianco. Una enorme spina che avevano impiantata da molti anni.

Cochrane infatti ha sempre dato molto fastidio al Sistema, proprio per la sua imparzialità e per le revisioni sistematiche, che guarda caso, sistematicamente dimostravano l'incompletezza e la fallacità di tanti studi scientifici pubblicati. Non ci sono molte istituzioni al mondo in grado di eseguire tali revisioni. Purtroppo da oggi c'è né una in meno...

Bill & Melissa Gates
Da molti anni la Fondazione Bill & Melissa Gates sotto la falsa veste della filantropia sostiene la campagna di depopolazione e le vaccinazioni di massa. Non è dietrologia questa, perché basterebbe leggere e/o ascoltare attentamente le sconcertanti dichiarazioni di William Henry Gates III, meglio noto come Bill Gates, per prenderne coscienza.

Per esempio un suo intervento a TED nel febbraio del 2010 fa letteralmente impallidire. Sul palco ha trattato il classico tema molto caro ai neo-eugenetisti: il riscaldamento globale. Ovviamente sono le attività umane a causare l'innalzamento del livello di anidride carbonica, e quindi del Global Warming, per cui è l'uomo (visto come un cancro) che sta portando alla distruzione l'intero pianeta! Se l'ipotesi di partenza è questa ovviamente la soluzione per risolvere questo gravoso problema e salvare il globo intero è la riduzione della popolazione mondiale. Il discorso non fa una piega, anche se sappiamo benissimo che il global warming è un'invenzione sinarchica per scopi demografici e di controllo sociale.

Il patron della Microsoft oltre alla semplice analisi fornisce pure una sintesi, cioè gli strumenti da adottare: vaccinazioni di massa e "servizi sanitari orientati alla riproduzione", che tradotto farebbe più o meno "controllo delle nascite e aborti".

Le sue parole esatte non lasciano spazio a dubbi:

«Prima di tutto, abbiamo la popolazione. Il mondo oggi ospita 6,8 miliardi di abitanti, e tale cifra sta crescendo speditamente verso i 9 miliardi. Ora, se davvero facessimo uno splendido lavoro in relazione a nuovi vaccini, sanità e servizi sanitari orientati alla riproduzione (aborti), noi potremo probabilmente ridurre quest'ultimo numero di una percentuale valutabile intorno al 15%».

Come detto per evitare il gravissimo riscaldamento globale è necessario ridurre la popolazione mondiale con farmaci/vaccini e aborti. Se fanno impallidire e scandalizzare ancora oggi i discorsi di Adolf Hitler sulla razza, cosa dovremo dire nell'ascoltare un miliardario che riprende in mano le teorie malthusiane sulla depopolazione?

Colui che ha costruito un impero miliardario sulla Silicon Valley, su computer che non sono certo ad impatto zero nell'ambiente, oggi è il paladino dell'ambientalismo radical chic. La realtà è molto diversa: abbiamo a che fare con un vero e proprio eugenetista con la fissa per il controllo delle nascite.

Domenica 13 maggio 2018 vari quotidiani hanno pubblicato a pagina intera il suo accorato appello: «SOS pandemia. Sistema globale per difenderci». (3)

Bill Gates si è rivolto ai grandi del mondo dicendo che si devono «creare in fretta vaccini e cure». (4) Ma per cosa?

Le sue farneticazioni sono state riportate pari-pari dai media mainstream totalmente prostrati al Sistema. Nessuna intervista (con qualche domanda scomoda) di qualche giornalista, solo banale traduzione delle sue parole. Neanche fosse il Dalai Lama.

«Se la storia ci ha insegnato qualcosa è che ci sarà un'altra pandemia globale che seminerà la morte. Quest'anno ricorre il centenario dell'influenza del 1918, che uccise circa 50 milioni di persone in tutto il mondo (...). Se oggi si diffondesse nell'aria un agente patogeno altamente contagioso e letale come quello dell'influenza nel 1918, nel giro di sei mesi morirebbero quasi 33 milioni di persone in tutto il mondo». (5)

E' necessario investire su altri approcci «come farmaci antivirali e terapie con anticorpi». Il messaggio è chiarissimo!

«L'anno scorso alla conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera ho chiesto ai leader mondiali di immaginare che da qualche parte nel mondo ci sia un'arma, che esiste già, in grado di uccidere milioni di persone» (6)

L'oracolo di Seattle oltre ad uno scenario apocalittico fornisce la solita soluzione trita e ritrita: «sviluppare, testare e rilasciare nuovi vaccini nel giro di pochi mesi, invece che anni». (7)

Della serie: a che servono i test di sicurezza di un farmaco/vaccino? E' tempo perso e milioni di persone rischiano la pellaccia nel frattempo. Meglio saltare i test e sperimentare direttamente sulle persone: tutto tempo risparmiato.

Conclusione

Il filantropo ha finalmente gettato la maschera...

Innanzitutto come fa Gates a prevedere che arriverà una nuova pandemia, calcolando con esattezza non solo i tempi (6 mesi) ma anche il numero di morti (33 milioni di persone)? Forse con i suoi 90 miliardi di dollari di patrimonio personale si è fatto costruire una sfera di cristallo che gli permette la chiaroveggenza Oppure ha accesso a informazioni che noi comuni mortali non possiamo immaginare? Informazioni per esempio sulla guerra biologica e/o batteriologica. Solo chi mette volutamente in circolazione agenti patogeni è in grado di sapere in anticipo le cose che accadranno...

A Monaco ha detto ai leader che "esiste già un'arma in grado di uccidere milioni di persone", più che un appello sembra una vera e propria minaccia...

Dovremo seriamente preoccuparci per qualche epidemia causata da agenti patogeni coltivati nei laboratori militari di massima sicurezza? O rientra nel terrorismo mediatico il cui scopo è proseguire con le campagna di vaccinazioni di massa.

Paradossalmente se fosse vero il primo caso, stona alquanto la sua falsa preoccupazione per le sorti del mondo in preda ad un virus letale, visto che propugna la riduzione della popolazione. Per Bill Gates infatti gli abitanti del pianeta sarebbero cresciuti troppo causando il riscaldamento globale, quindi ben venga l'influenza Spagnola 2018 o qualche altro virus a decimare la popolazione...

Tornando alla Cochrane: quanto tempo impiegheranno per occuparsi anche loro di denatalità? Magari con una bella revisione che dimostri l'importanza dei vaccini per il controllo delle nascite...

Nel frattempo si sono messi in perfetta armonia con le nuove direttive. Qualche giorno fa, esattamente il 9 maggio 2018, hanno infatti pubblicato i risultati di uno studio controllato e randomizzato secondo il quale vi sarebbero «nuove prove che mostrano come i vaccini contro il papilloma virus umani (HPV) proteggono dalle lesioni cervicali le giovani donne in particolare tra i 15 e i 26 anni» (8)

Quindi secondo il Cochrane Collaboration i vaccini anti-HPV sono utilissimi perché proteggono le giovani donne dalle lesioni alla cervice uterina.

Poco importa se questi vaccini possono manifestare effetti collaterali gravissimi e devastanti; come pure poco importa se due tra i cinque autori dello studio sono stati consulenti delle industrie che spacciano farmaci e vaccini come la GlaxoSmithKline, Merck, e Janssen. (9)

Note

 

(1) http://www.cochrane.org/news/cochrane-announces-support-new-donor

(2) Idem

(3) «Il Piccolo», 13 maggio 2018

(4) Idem

(5) Idem

(6) Idem

(7) Idem

(8) http://www.cochrane.org/news/scientific-expert-reaction-new-cochrane-review-hpv-vaccine-cervical-cancer-prevention-girls-and

(9) Idem



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Marcello Pamio

'Un medico ci seppellirà': campagna shock dall'ordine dei becchini 4 MAG 2018 DENUNCIA SANITARIA
Relazione Finale della Commissione Parlamentare sui casi di morte e malattie che hanno colpito i militari italiani 23 FEB 2018 VACCINAZIONI
Siete pazzi a mangiarlo 29 GEN 2018 ALIMENTAZIONE
Alla dittatura si risponde con la disobbedienza 13 OTT 2017 VACCINAZIONI
Malattia: la gallina dalle uova di platino 27 FEB 2017 DENUNCIA SANITARIA
Marcatori tumorali... e creazione di malati 5 AGO 2016 DENUNCIA SANITARIA
Sentenza storica: asilo espelle bambino perché vegano, il TAR lo riammette 5 AGO 2015 ALIMENTAZIONE
Prostata: attenzione agli screening 13 MAG 2015 DENUNCIA SANITARIA
Seno: attenzione agli screening di massa 8 MAG 2015 DENUNCIA SANITARIA
Relazione patogenetica tra diabete tipo I e latte vaccino 25 GIU 2014 ALIMENTAZIONE
Quando si guadagna dalla malattia. Il licenziamento della dott.ss De Petris e l'inquisizione moderna 24 MAR 2014 DENUNCIA SANITARIA
Cancro Spa. I pericoli della sovradiagnosi 10 FEB 2014 DENUNCIA SANITARIA
I cinesi del China Study stanno tutti diventando diabetici 17 GEN 2014 ALIMENTAZIONE
Cibi vivi e morti 4 NOV 2013 RECENSIONI
'Stanno distruggendo l’omeopatia' 23 OTT 2013 OMEOPATIA
29 Settembre - 'Come siamo guariti dal Diabete' 15 AGO 2013 CONVEGNI
Dall'autismo si può guarire. Intervista a Tinus Smits e Roberto Gava 13 FEB 2013 AUTISMO
Attenzione alle diete pericolose per la salute 10 SET 2012 ALIMENTAZIONE
Le autopsie rivelano che i tumori… 17 GIU 2010 DENUNCIA SANITARIA
Cosa si nasconde dietro l’influenza porcina? 30 LUG 2009 VACCINAZIONI
Il vero volto del Codex Alimentarius 23 APR 2009 SALUTE
Guerra al latte crudo o guerra ai produttori locali di latte? 19 DIC 2008 SALUTE
Vaccinazioni e la medicalizzazione della vita 1 DIC 2008 VACCINAZIONI
Dallo scandalo dei farmaci alla presa di coscienza individuale 10 GIU 2008 SALUTE
QUIT: Questionari Utili per Imbottire (di psicofarmaci) Tutti 24 MAG 2008 SALUTE
Il lato oscuro dell'oncologia: pericoli e costi 4 APR 2008 SALUTE
I farmaci di uso comune hanno 'effetti collaterali' anche sulla psiche 20 MAR 2008 SALUTE
Farmaci killer e killer videoprogrammati 21 FEB 2008 SALUTE
Convegno nazionale sulla Libertà di scelta terapeutica 9 OTT 2007 VACCINAZIONI
La strategia occulta delle lobbies del farmaco 26 MAG 2007 SALUTE






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione