Omeopatia

Estate in Salute e Bellezza, consigli utili


CATEGORIE: Omeopatia

Intervista a Mariano Spiezia e Loredana de Cecco di CeMON Homeopathics

 

Mariano Spiezia e Loredana de Cecco di Cemon Homeopathics, fondatori con CeMON della linea per la cura della pelle INLIGHT, sono a Napoli per una breve vacanza. Ne approfittiamo subito per parlare un po’ con loro

 

Cari amici,

Siete qui per una piccola vacanza, una domanda di prammatica. Come vedete Napoli, è così sporca come si dice? Com’è andata la vacanza?


R: Tornare a “CASA” è sempre un piacere. Chi vive all’estero vede spesso la propria terra di origine con uno sguardo meno severo e critico, ricordando e cogliendo gli aspetti piu’ belli e le cose migliori. Abbiamo visto alcune aree più abbandonate e non curate e percepito spesso, “a pelle” , un senso di rassegnazione della gente al destino “politico” di questa splendida terra. A loro diciamo di non arrendersi e di trarre forza dalla bellezza della Natura e dalle piu` profonde radici culturali partenopee. E quando tutto manca…na’ tazzulella e cafè…(solo a Napule o’ sann fa’) risolleva il morale…!

 

D: L’estate è esplosa, caldo afoso, solleone. Chiediamo a voi, che fare per proteggere e nutrire la nostra pelle?

R: Durante la stagione calda la pelle diventa un importante organo per raffreddare il corpo e mantenere stabile la temperatura interna (sudorazione, aumento della “perspiratio insensibilis”). In questo processo vengono perduti molti sali minerali e aumenta il turnover delle vitamine. Inoltre la pelle aumenta la sua funzione emuntoria, cioè di scarico delle tossine interne prodotte per l`aumento del metabolismo. Una ragione in più per tenerla pulita e nutrita in maniera corretta utilizzando prodotti che ne rispettano la componente idrolipidica e l`aiutino a “respirare”. (Prodotti INLIGHT a base di purissimi oli biologici vegetali pressati a freddo ed erbe disintossicanti, of course!). Non dimenticare di “bere” vegetali e frutta (centrifugati, frullati etc.) per rifornire il corpo di vitamine antiossidanti e minerali persi con la sudorazione. Gli abiti leggerissimi e in fibre naturali per favorire la traspirazione. Pochi alcolici (aumentano il calore interno) e solo zuccheri naturali.


D: Se siamo ancora in città, con lo smog?

R: In citta` a causa del cemento, dei gas di scarico delle auto e dell`inquinamento, l’effetto “forno” è ancora maggiore, con l`aumento dei fenomeni di sudorazione e depauperazione degli elettroliti (sali minerali). La pelle è quindi sottoposta a maggior stress. I fumi e le microparticelle rilasciate dai gas di scarico tendono a otturare i pori della pelle alterandone i processi di respirazione/traspirazione e ad intossicarla a causa degli effetti ossidanti degli inquinanti con finale alterazione del manto idrolipidico.

In questo caso, oltre ai consigli riguardo una corretta alimentazione ricca di vitamine e sali minerali e all’incremento di assunzione di acqua, suggeriamo perlomeno due docce al giorno con acqua tiepida, l’uso di un detergente bio delicato a PH naturale e una leggera esfoliazione con una spugna naturale per eliminare i residui inquinanti. Successivamente massaggiare il corpo con un olio idratante (Inlight Body Oil with Arnica) a rapido assorbimento per nutrire ristabilire il naturale equilibrio della pelle.


D: E se stiamo al mare e ci esponiamo al sole?

R: Al mare i problemi a cui è sottoposta la pelle sono legati soprattutto all’azione danneggiante delle componenti ultraviolette (UVA-UVB) dei raggi solari e all’azione del vento e del sale marino. Il sole non è un “nemico” (basti dire che è fondamentale per attivare la vitamina D e per stimolare la produzione del- l’ormone del benessere), ma è necessario adottare alcune precauzioni per evitarne i pericoli. Le piu` importanti sono la graduale esposizione cominciando con pochi minuti specie nelle ore del mattino e del pomeriggio quando i raggi non sono perpendicolari. Sono fondamentalmente contrario, tranne che in casi particolari, a creme con alti filtri solari che possono “soffocare” la pelle. Meglio la riduzione dell’esposizione al sole e la ricerca di zone d’ombra. La pelle va preparata con oli vegetali idratanti a schermo naturale e con una naturale azione nutriente ed antiossidante (Inlight Day face Oil/ Body oil). Dopo il bagno è indicato una doccia con acqua tiepida per eliminare i depositi salini e poi di nuovo un Burro da corpo a base di olio di cocco e di Karitè ad azione idratante, riparativa e ristrutturante (Inlight Restorative Body Butter).

 

D: E nel Regno Unito, dove certamente le condizioni atmosferiche possono essere molto diverse. Ai notri amici Britannici cosa puoi consigliare per l’estate in città e in vacanza?

R: Nel Regno Unito non ci sono le condizioni così estreme… come nell’Italia del Sud!!! Anche se piove più spesso, in estate l`aria può essere più secca e il vento, sempre presente, gioca un ruolo più intenso nei fenomeni di evaporazione dell’acqua epidermica e della disidratazione della pelle. Inoltre a causa della latitudine e della minore umidità dell’aria i raggi solari possono essere piu` penetranti causando secchezza e danneggiamento della pelle con il rischio di invecchiamento precoce e comparsa di rughe. Anche in questo caso tutte le precauzioni sopra accennate sono da seguire unitamente alla preparazione della pelle (specie del viso) prima dell’esposizione al sole, con oli purissimi vegetali a schermo naturale (Inlight Daily face Oil) e, in casi particolari (nelle popolazioni nordiche c’e` minore produzione di melanina nella pelle), a creme naturali bio con schermo minerale. Dopo l’esposizione al sole è altamente consigliata un balsamo per il viso a base di oli nutrienti e ristrutturanti (Inlight Lines Softener) per prevenire la formazione di linee di espressione e rughe al viso e un olio corpo idratante (Inlight Body Oil) o, in caso di pelle più disidratate, un Burro da Corpo ristrutturante (Inlight Restorative Body Butter).

 

D: Parliamo un po’ di scienza, Mariano tu sei stato recentemente ad Ostenda al congresso della Liga Omeopatica (LMHI) a parlare di cosmesi e di quello che i cosmetici convenzionali possono fare. Ci riassumi un po’ la tua ricerca e ci dici com’è stata ricevuta?

R: Il mio lavoro sul ruolo della pelle nei processi di guarigione naturale e il danno che le sostanze chimiche di sintesi presenti nei cosmetici possono causare alla pelle e al corpo intero è stato accolto con molto interesse durante il Congresso Internazionale della LIGA Omeopatica tenuto ad Ostenda (Belgio). Il commento del collega moderatore presente alla mia relazione è stato: ”:molto interessante e… allo stesso tempo incute timore e fa’ pensare…”. Il successo della ricerca è stato completato dalla sua futura pubblicazione sulla rivista Omeopatica Heritage, nel suo numero di Agosto. L’intento della mia ricerca è stato quello di studiare a fondo la pelle nel suo fondamentale ruolo di organo di disintossicazione e respirazione, di eliminazione delle tossine interne e di come le sostanze chimiche di sintesi presenti nei cosmetici e nel nostro ambiente possono alterare questa funzione. Il mito della bellezza che sembra ossessionare il genere umano fin dalla sua comparsa è legato, non al mascheramento della pelle o dei nostri tratti naturali, ma allo stato generale della nostra salute. Un vero cosmetico deve rispettare la chimica e la fisiologia della pelle e stimolare la sua energia vitale e i suoi processi riparativi e dovrebbe essere composto solo da ingredienti purissimi di origine vegetale e biologica. La Bellezza è Salute e la Salute è Bellezza. Inoltre ho cercato, attingendo a ricerche internazionali, di valutare il danno che le sostanze chimiche presenti in molti cosmetici commerciali possono produrre non solo alla nostra pelle, ma anche al nostro corpo e all’ambiente. I danni possono essere veramente molti e di molti tipi.

 

D: Un’ultima domanda, cosa a vostro avviso è ancora utile fare per rendere sempre più coscienti noi tutti della meravigliosa ed essenziale importanza della cura e del nutrimento della pelle?

R: Il ruolo della corretta informazione è fondamentale per un cambio di coscienza. I consumatori devono imparare a leggere le etichette, a chiedere chiarimenti, a non fermarsi alle facili lusinghe della pubblicita`. La Natura ha sempre le giuste risposte. Bisogna imparare a conoscerLa e conoscendola si imparera` a conoscere se stessi. Per questo la comprensione del ruolo della pelle non solo nel suo aspetto esteriore che pur ha la sua importanza, ma anche nel suo ruolo nei processi di guarigione, del modo corretto di curarla, pulirla e nutrirla con sostanze ad essa affini, puo` portare ad un importante cambiamento delle nostre scelte indirizzandole verso la vera Bellezza e la vera Salute.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o o o x  | Votazioni (3)

Articoli di Cemon

Sostanze tossiche nei cosmetici: quali rischi per la salute? 8 FEB 2011 DENUNCIA SANITARIA






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione