Alimentazione

Estate, tempo di intossicazioni alimentari. Come evitarle?



salmonella
Con l'arrivo dell'estate e del caldo aumenta il rischio di intossicazioni alimentari

Con l'arrivo dell'estate e del caldo aumenta il rischio di intossicazioni  alimentari. Le tossinfezioni sono sindromi causate dall'ingestione di cibi contaminati da sostanze tossiche o microrganismi patogeni, in quantità sufficienti da provocare un'infezione. Si manifestano con i seguenti sintomi: nausea, vomito, diarrea, febbre, reazioni cutanee, calo di peso, disidratazione. Sono causate da batteri, virus e parassiti. L’intossicazione alimentare più comune è la salmonellosi, causata dal batterio dellas almonella. Tale germe è invisibile ad occhio nudo e insieme a piccolissime particelle di feci può essere presente sul guscio delle uova, frutta e verdura, nella carne cruda e nei cibi preparati o cotti in modo malsano. Si registrano però anche casi di botulismo,intossicazioni da stafilococco aureus e intossicazioni da bacillus cereus.

L'avvertimento giunge dagli esperti dell'Osservatorio Nutrizionale Grana Padano, che ha stilato un utile decalogo per un'alimentazione estiva sicura.

1. Carne: evitare di acquistare carne fuori dagli esercizi autorizzati alla vendita e le cotture incomplete (ad esempio cottura al barbeque).
2. Pesce: consumare pesce ben cotto e acquistato presso esercizi commerciali sicuri. In caso dipesce crudo, tutti i ristoranti che lo servono, per legge, devono averlo preventivamente passato in un abbattitore di temperatura per 24 ore a -20°C. Anche se lo comprate, il pescivendolo dovrà abbatterlo prima di venderlo per neutralizzare batteri molto pericolosi come l’anaskis.
3.  Frutta e verdura: lavare adeguatamente frutta e verdura aggiungendo all’acqua del bicarbonato o altri disinfettanti alimentari.
4.  Acqua: verificare sempre che sia potabile.
5.  Uova: consumare uova ben cotte e acquistate presso esercizi commerciali autorizzati. Lavarle bene prima di romperle sulle preparazioni.
6.  Dolci e gelati: assicurarsi chenon siano scaduti e che siano stati conservati perfettamente. Non teneteli fuori dal frigo se non per consumarli, ed in ogni caso non conservate per più di 1-2 giorni i dolci a base di creme e uova e ad una temperatura di 5°C o inferiore.
7. Evitare di conservare gli alimenti a temperatura ambiente; quando si trasportano gli alimenti fuori casa, anche se utilizzare borse refrigeranti, vanno consumati dopo poco tempo.
8. Lavare sempre le mani prima e dopo aver toccato alimenti crudi; usare dei guanti se avete ferite o lesioni sulle mani; tenere lontani gli animali domestici dal luogo dove conservate i cibi, poiché trasportano microrganismi dannosi; tenere sempre puliti e in ordine gli utensili e le superfici usate per cucinare (soprattutto nella preparazione di cibi diversi); evitare il contatto del cibo con mosche o altri insetti; anche in frigo conservare in cibo in contenitori chiusi ermeticamente e separati per genere alimentare.
9. Preferire il consumo di alimenti cotti, soprattutto per quanto riguarda carni, pesci, frutti di mare e uova.
10.  Prestare attenzione ai luoghi d’acquisto: rivolgersi sempre a rivenditori autorizzati e di provata fiducia.

Particolare attenzione deve essere fatta in gravidanza, a causa del rischio di toxoplasmosi, un’infezione causata dal parassita toxoplasma gondii, che può provocare l’aborto spontaneo o compromettere il feto, con danni al sistema nervoso centrale e lesioni oculari o nel peggiore dei casi la morte in utero. Per evitare la toxoplasmosi è importante seguire alcuni accorgimenti,  simili a quelli precedentemente suggeriti dagli esperti dell’Osservatorio Grana Padano, fatta eccezione per i salumi non cotti (come prosciutto crudo, salame, bresaola, speck etc.) che devono essere sempre  evitati, e il pesce crudo, non tanto per il rischio di toxo  quanto per la salmonella.




Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

L'allattamento esclusivo al seno eviterebbe 820.000 decessi 17 LUG 2019 INFANZIA
Così i social media aumentano la depressione degli adolescenti 17 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cartello sui farmaci: il Consiglio di Stato conferma la condanna a Roche e Novartis 17 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Alzheimer: dipende dai geni o dallo stile vita? 15 LUG 2019 SALUTE
Dieci consigli per combattere la stanchezza estiva 15 LUG 2019 SALUTE
Pfas: dirigenti della Miteni rinviati a giudizio per disastro e avvelenamento 12 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il Dna dei centenari può ringiovanire il cuore 12 LUG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Le bevande zuccherate possono aumentare il rischio tumori 12 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Alcuni cibi aumentano il rischio di scottature 10 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Da oggi in Europa solo pesce d'importazione 10 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Infarto? Ogni minuto conta 8 LUG 2019 SALUTE
La musica che amiamo è un antidoto allo stress 8 LUG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
L'Austria vieta il glifosato 5 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Bimbi sicuri al mare e in piscina: come evitare i rischi 2 LUG 2019 INFANZIA
Perché e come assumere sali minerali in estate 2 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Centinaia di bambini pakistani contraggono l'HIV. Siringhe usate sotto accusa 1 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come prevenire l'orticaria in estate 1 LUG 2019 SALUTE
Ricerca sul cancro: documenti ritoccati. Ma in Italia non è reato 1 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Medicinali omeopatici. Commissione UE dice NO a proposta di cambiargli nome da 'farmaci' a 'sostanze' 28 GIU 2019 OMEOPATIA
PFAS: in peggioramento lo stato di qualità di molti fiumi 28 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'Omeopatia ha il patrocinio del principe Carlo 28 GIU 2019 OMEOPATIA
Bambini: gli sport consigliati in caso di asma 28 GIU 2019 INFANZIA
Un batterio killer ha scatenato un'epidemia nel Regno Unito. Già 12 i morti 28 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Le polveri sottili riducono la fertilità delle donne 26 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Rosso pesticidi: cosa c'è dentro i pomodori che mangiamo? 26 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Omeopatia. Un medico di famiglia su cinque la prescrive 24 GIU 2019 OMEOPATIA
Una persona su tre nel mondo senza acqua potabile sicura 24 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come l'ipermedicalizzazione fa male alla salute 19 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Infezioni resistenti: in viaggio le contraggono 500mila italiani! 19 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il cibo contaminato provoca 200 malattie e 420mila morti ogni anno 19 GIU 2019 ALIMENTAZIONE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione